Ultimi post

Corpi Mediali Dal Giappone A Berlino

L'artista giapponese Hiroko Tanahashi propone una ricerca sulla danza, corpo e multimedia che viaggia da New York all'Asia, passando per Berlino, cittˆ in cui l'artista si  recentemente trasferita. Hiroko Tanahashi si  diplomata alla New York University nell'area Film e Televisione e ha poi conseguito l'MFA Program in Multi Media Design and Technology alla Parsons School of Design a New York, specializzandosi in physical computing e interactive media art. Hiroko fa parte del gruppo Post Theater di Berlino-New York, fondato nel 1998.... READ MORE...

The Screaming Enhancer

L'artista americana Amy Alexander , giˆ nota per progetti ad alto tasso ironico, propone di rispolverare l'urlo come pratica quotidiana, come strumento di protesta e come gesto liberatorio. E mette a punto un software che aiuta a strillare meglio e di pi, coinvolgendo anche l'interfaccia del vostro computer. Una volta installato, il programma se ne starˆ, buono da una parte, segnalato solo dalla presenza di una piccola icona sulla barra di notifica... READ MORE...

Smaterializzazione, Densita’ E Stabilita’

Una delle nozioni che serpeggia costantemente nella descrizione del paesaggio urbano contemporaneo  la smaterializzazione. C' una narrativa diffusa che allude ad una esperienza urbana apparentemente sempre pi distante dal contatto fisico con la materialitˆ pesante' del costruito, sempre di pi costituita di scambi simbolici e di esperienze mediate da interfaccia digitali: una visione affascinante, indubbiamente fondata, ma che risulta anche fuorviante rispetto alla realtˆ fisica dei fenomeni in questione.... READ MORE...

Verso La Fusion Society

In questo senso, pochi di noi non conoscono la definizione di Societˆ dell' informazione. Tale formula ebbe molteplici origini culturali e politiche: in Giappone l'antropologo Tadao Umesao giˆnegli anni Sessanta, negli Stati Uniti il sociologo Daniel Bell con l'opera The Coming of Post-Industrial Society del 1973. Tale concetto ebbe un'influenza enorme sul dibattito pubblico a partire dagli anni Ottanta, sebbene nella sfera politica giˆ a partire dagli anni Settanta sorse la necessitˆ di confrontarsi con il passaggio in atto da una societˆ basata sulla produzione materiale ad una basata sulla conoscenza, dove le tecnologie intellettuali provocavano, secondo i lavori pionieristici in questa direzione, la rottura della classica tripartizione concettuale economica di economia agricola, industriale e dei servizi grazie all'emergere di un quarto settore denominato Knowledge Industry e dei correlati Knowledge Workers... READ MORE...

Il Videoclip Incontra Tarkovskij

Nel film sperimentale S*CKMYP del regista belga Kurt D'Haeseleer, le immagini ridefiniscono il mondo come lo conosciamo, trasformandolo in una lunga carrellata di visioni digitali. In un flusso ininterrotto di pensieri e parole, ogni fotogramma subisce una manipolazione: il supposto naturalismo del cinema viene minato alla base, facendo attraversare allo spettatore un sogno lungo un film... READ MORE...

Dell’estetica Del Processo

Italia anno zerodi Giardini Pensili  stato inaugurato con successo a Budapest nell'ottobre 2004; si tratta di un concerto scenico che prevedeva sul palco contemporaneamente un film con immagini del Ventennio, una lettura di poesie da Pasolini Gramsci e Leopardi, il concerto musicale vero e proprio e altre immagini video che come emulsioni fotografiche sulla lastra, si andavano a depositare sull'apparato scenografico fatto di tulle... READ MORE...

Neen, Esattamente Adesso

Uno degli artisti pi curiosi in cui ci si pu˜ imbattere di questi tempi  senz'altro Miltos Manetas. Di origini greche, ha studiato a Milano all'accademia di Brera e adesso vive tra Parigi e Los Angeles. Il suo nome  legato soprattutto a Neen, strana creatura a cui ha dato vita.Il Neen  una cosa che non si pu˜ spiegare,  il primo movimento artistico del ventunesimo secolo... READ MORE...