Arte

Fabio Perletta, l’artista-sciamano. La ritualità dell’arte.

In questo momento di forte perplessità intorno alla capacità di artisti e curatori di creare nuovi eventi che possano funzionare sulle piattaforme virtuali, coinvolgendo in modo attivo e diretto il pubblico, sono stata invitata a partecipare a …mai i propri … nell’ambito di BRUMA MMXX, una performance di Fabio Perletta – straordinario artista sonoro, curatore e docente di sound design – che è stata trasmessa in diretta streaming sulla piattaforma del progetto Aequusol. Articolo di Caterina Tomeo.... READ MORE...

Sara Tirelli and the VR Pavilion at 2020 Resilienze festival

Hera Immersive Area is a space within Resilienze 2020 festival dedicated to new technologies in relation to art and scientific research and aimed at exploring environmental issues through innovation. This interview focuses on the VR Pavilion, both because of the long-lasting acquaintance and the deep esteem towards Sara Tirelli and her artistic and research path that has been going on for a very long time in Italy and internationally.... READ MORE...

Para Site ospita due nuove mostre sulle IA

Para Site è orgoglioso di presentare due nuove esposizioni dedicate all’IA e al mondo virtuale: Glitch in the Matrix, la mostra personale dell’artista di Hong Kong Luke Ching Chin Wai, contenente opere di nuova commissione, rievocazioni e adattamenti dei suoi precedenti lavori, e Confidential Records: Overwrite, un’esposizione personale realizzata dall’artista Vvzela Kook con sede a Hong Kong.... READ MORE...

Il futuro, nonostante tutto: Hito Steyerl al K21 di Düsseldorf

Il fulcro della mostra è SocialSim, un'installazione multimediale progettata appositamente per quest’occasione, attraverso la quale l’artista esplora le potenzialità delle tecnologie digitali, delle simulazioni e dell’Intelligenza artificiale, rapportando questa riflessione agli sconvolgimenti sociali, alla creatività artistica e alla condizione pandemica attuale, con un focus sull’isteria collettiva e sui social network.... READ MORE...

Hito Steyerl in “I Will Survive”

La mostra Hito Steyerl. I Will Survive al K21 è la nuova installazione multimediale SocialSim con la quale Steyerl esplora criticamente il potenziale del digitale, della simulazione e dell’intelligenza artificiale per quanto riguarda la creatività artistica, le modalità di esposizione museale, gli sconvolgimenti sociali e le condizioni pandemiche... READ MORE...

Dall’arte concettuale ai cambiamenti tecnologici: la mostra “The Sun Does not Move, Chapter 35”

The Sun Does not Move, Chapter 35 riunisce una selezione di dipinti dal Libro di dipinti che R.H. Quaytman (Boston, 1961) iniziò nel 2001. Si tratta dell’ultimo capitolo della “scrittura” di Quaytman, il quale è proposto nello stesso contesto del primo, The Sun (2001) e O Tópico, Chapter 27 (2014), realizzato appositamente per l’Instituto Inhotim, Brumadinho, Minas Gerais, Brasile.... READ MORE...

Nuovi progetti, produzioni e partecipanti all’11esima edizione del Seoul Mediacity Biennale

L’11esima edizione del Seoul Mediacity Biennale, One Escape at a Time aprirà al pubblico al Seoul Museum of Art (SeMA) e in altre sedi della città; presenterà lavori e progetti, di cui molti sono nuove produzioni, create da 41 partecipanti koreani e internazionali. La mostra si basa sull’idea dell’escapismo in relazione alle correnti dei media di oggi.... READ MORE...

Coinvolgenti esperienze multimediali con Zadie Xa

Quest’autunno, il Remai Modern presenta una nuova opera dell’artista Zadie Xa, nata a Vancouver e residente a Londra. Moon Poetics 4 Courageous Earth Critters and Dangerous Day Dreamers, inaugurata il 24 ottobre nella Connect Gallery del museo, costituisce il primo progetto solista dell’artista in un museo canadese. Zadie Xa combina scultura, pittura, luce e suono per creare coinvolgenti esperienze multimediali.... READ MORE...

Performare l’archivio dei gesti futuri. Intervista a Julien Prévieux

Julien Prévieux è un'artista multidisciplinare che indaga da anni il rapporto tra umano e tecnologie, utilizzando formati e linguaggi eterogenei. Molti suoi lavori sfuggono a categorie linguistiche e disciplinari specifiche. Sono processi aperti, esperimenti sociali su quelle che l’artista definisce "relitti di crisi”, residui iconici di scandali finanziari, casi giuridici,  tracce di sistemi simbolici o codici visivi prodotti dai sistemi economici e politici.... READ MORE...

“Digital Cultures 2020: Imagined Futures”, un festival online di arte e tecnologia

Il festival online reintrodurrà anche le precedenti visioni del futuro, ignorate un decennio fa o anche qualche mese fa in quanto fantasie intriganti ma inverosimili. L’evento, organizzato dall’Università Adam Mickiewicz, offre una varietà di programmi e dibattiti sull’arte e mira a comprendere meglio e a superare i limiti dell’allestimento di un festival ibrido all’interno dell’attuale clima sociale e politico.... READ MORE...