Online
15 / 07 / 2021 – 08 / 08 / 2021

InterAccess è entusiasta di annunciare la nona edizione del Vector Festival, un’iniziativa partecipativa e orientata alla comunità, dedicata alla presentazione di giochi digitali e pratiche creative dei media. Il tema di quest’anno, Network Dependencies, si interroga come potrebbe essere la coesistenza post-isolamento, con l’imminente ritorno alle attività in persona. Unitevi a noi nell’esplorare nuovi modi di stare insieme, trovare una community e condividere lo spazio attraverso un programma di quattro settimane che comprende spedizioni di mail-art, proiezioni all’aperto, workshop e discussioni virtuali, e performance partecipative attuabili.

Network Dependencies inizia il 15 luglio con tre esposizioni inaugurali. Dis-ease, esposizione di punta, risponde all’evasione e all’esaurimento da schermo attraverso una e-newsletter e un programma di mail art. Curata da Rea McNamara, presenta opere di Stefana Fratila, Driftnote e Racquel Rowe. Puoi partecipare alla mostra registrandoti alla mailing list di dis-ease. Constellation of Oracles—una mostra virtuale curata da Diasporic Futurisms (Vanessa Godden e Adrienne Matheuszik)—presenta opere di Alyssa Bistonath, Rah Eleh, Victoria Kamila e Quentin VerCetty. Usando la fantascienza, il fantasy e la cultura digitale per immaginare realtà alternative, essi predicono futuri collettivi. Nel frattempo, la mostra multisito Infinite Scroll propone GIF come opere d’arte usando l’astrazione e la ripetizione per simulare gli effetti ipnotici dello scorrimento sui social media. Le GIF di Khadija Aziz, Justine Durand, Peter Rahul e Shaheer Zazai saranno presentate da Digital Arts Resource Centre (Ottawa), Factory Media Centre (Hamilton), InterAccess (Toronto) e Trinity Square Video’s Virtual Vitrine (online).

Durante le quattro settimane, una serie di performance partecipative su Instagram Live (@interaccessto) guideranno il pubblico attraverso nuove esperienze somatiche nelle loro case e negli ambienti esterni. Partecipa a una sessione di movimento all’aperto basata sulla performance con Kim Ninkuru. Impara a creare e imbottigliare la tua bevanda alla frutta frizzante al sapore di lievito con Meech Boakye. Segui le mappe risografiche di Kristel Jax e Tasman Richardson (Hum Zine) che localizzano i suoni risonanti uditi lungo le strade di Toronto. Jax e Richardson condurranno una doppia trasmissione dal vivo, visitando e armonizzando quei luoghi sonori.

I workshop del Vector Festival di quest’anno includono “Place-making & Mapping Beyond Binaries” di Darian Razdar, “Understanding and Hacking Facial Recognition Technologies” di Aaron Tucker e Jae Seo, “Virtual Reality Life Drawing” di Cat Bluemke e Jonathan Carroll (SpekWork), e una speciale mini-serie di Minecraft in collaborazione con la Ender Gallery. Progettati per promuovere le competenze nella costruzione di mondi digitali, nel counter/mapping incorporato, nella manipolazione di dati geografici e nella consapevolezza critica della sorveglianza biometrica, questi seminari tecnici esaminano le diverse sfaccettature della network dependency. Si ricorda che i seminari richiedono la registrazione attraverso Eventbrite.

Tutti gli eventi del Vector Festival saranno gratuiti o secondo il metodo pay what you can.