POLITECNICO DI MILANO - MILANO
15 - 17 DECEMBER 2005

L’ Ottava Generative Art conference è organizzata dal Generative Design Lab, Dipartment of Architecture and planning, diretto dal Prof. Celestino Soddu, pioniere dell’arte generativa e dell’architettura generativa in Italia. L’evento avrà luogo a Milano presso il Politecnico e sarà caratterizzato da conferenze, lectures, workshops e da quest’anno anche da molte live performance serali completamente gratuite. Art – Music – Architecture – Industrial Design – Web Art – Poetry – Visual Grammar – Design Approach – Teaching Theory – Mathematics – Virtual Environment – Literature – Artificial Life – Artificial Intelligence – Cellular Automata – Performances – Artificial Behaviors – Communication – Generative Robots – Mechatronic – Nanotechnology, questi saranno tutti i temi trattati.

Generative Art, secondo le parole di Celestino Soddu, è un’idea realizzara come codice genetico di oggetti artificiali. Un progetto generativo è un concept-software che lavora producendo eventi unici e possibilimente non ripetibili, espressione di un’idea generativa identificata da un progettista di mondi visionari.

Questa idea/atto umano creativo, rende esplicita e realizza un’ impredicibile, affascinante e infinita espansione della creatività umana. I computer sono quindi semplicement degli strumenti per l’immaganizzazione di dati in memoria e il loro svolgimento pratico.

Generative Art is the idea realized as genetic code of artificial objects. The generative project is a concept-software that works producing three-dimensional unique and non-repeatable events as possible and manifold expressions of the generating idea identified by the designer as a visionary world. Questo approccio, apre una nuova era al design e alla produzione industriale: la sfida di una nuova naturalizzazione degli oggetti industriali, come specchio della natura. Ancora una volta quindi l’uomo emula la natura, anche nellatto di produrre Arte.

Questo nuovo approccio, consente inoltre di riscoprire alcune campi della creatività umana che si credevano impensabili senza l’uso dei computer. Se quindi questi strumenti, all’inizio dell’era dei computer, sembravano estinguere la creatività umana, oggi con l’utilizzo di strumenti generativi, essi consentono all’uomo di operare direttamente sul codice dell’armonia. Sono strumenti quindi che aprono nuovi campi alla nostra creaività, come sintesi indissolubile tra artee e scienza.

Sul sito web dell’evento è quindi possibile vedere tutti gli artisti che sono stati nvitati alla conferenza, tutto il programma dei tre giorni e anche il programma degli eventi serali gratuiti, sia di musica che di arte generativa più in generale.

16 DICEMBRE 2005 – 20.30
PERFORMANCES (aula Rogers and exhibition hall “Guido Nardi”)

Josette Martial, Celestino Soddu, Enrica Colabella
Generative Design Lab. DIAP, Politecnico di Milano University, Italy
Out of hours

Martin Franklin, Lee Adams
Bindu Point

Semy Ryu, S. Faralli, C. Scozzafava
University of Roma “La Sapienza”
HYPERSCORE

David Psenicka
University of Illinois
Composing Music Based on Interaction with Self-Similar, Symbolic Tree Structures

Luca Tanzini
Universita’ di Siena

17 DICEMBRE 2005 – 20.30
PERFORMANCES (aula Rogers and exhibition hall “Guido Nardi”)

Davide Morelli
Orme.04

Roc Jimenez de Cisneros Baneg
Evol, Punani Series Live

Lello Masucci
Atelier Multimediale

Andre’ Rangel
3kta, Custom Software and Intermedia Systems

Melanitis Yiannis
performance artist

www.generativeart.com/