Hybrid Design

“Keep yourself clean”, la prima mostra personale del gruppo VOLNA

Gli spazi e le installazioni della mostra "Keep yoursel clean" sono stati creati a partire da strumenti per lo sviluppo di videogiochi (Unreal Engine) che simulano scene reali ed effetti di luce. I visitatori della mostra sono invitati a immergersi negli ambienti di ogni installazione e possono spostarsi liberamente nella stanza e scegliere qualsiasi punto di osservazione.... READ MORE...

Il design speculativo della maternità immacolata

Nei prossimi cinque anni, l’utero artificiale diventerà una realtà nella medicina. L’ectogenesi, ovvero la gestazione esterna all’utero, è sempre più praticabile per gli embrioni umani. Condurrà a un’utopia femminista, o rappresenta la nuova manifestazione di una secolare fantasia maschile? La questione ha occupato le menti di femministe, scrittori di fantascienza e scienziati per decenni. Articolo di Patricia de Vries... READ MORE...

Speaking Power to (Post) Truth

La Jane Lombard Gallery presenta la mostra collettiva Speaking Truth to (Post) Power, curata da Sara Raza (già curatrice del Solomon. R Guggenheim Museum di New York per la Guggenheim UBS MAP). La mostra riunisce una costellazione di sei artisti contemporanei che si uniscono per realizzare una serie di modelli che analizzano le associazioni storiche profonde insite nella coscienza umana e nella verità.... READ MORE...

Esperienze di design. Intervista a Nohlab

Yonca Keremoglu intervista Nohab, uno studio, con sede ad Istanbul, che è un ente in continua evoluzione lavorando sia in ambito commerciale sia su commissione realizzando progetti internazionali che ruotano attorno ad arte, design e tecnologia. Il loro obiettivo principale è progettare esperienze personali ed interpretabili per le persone.... READ MORE...

Un’interazione con i batteri: Intervista a Anna Dumitriu

Donata Marletta intervista l'artista inglese Anna Dimitriu, che esplora e mette in discussione il nostro rapporto con le malattie infettive, la biologia sintetica e la robotica. I suoi lavori sono stati presentati ed esposti nelle più importanti collezioni e musei del mondo e la sua mostra itinerante "BioArt and Bacteria" è visitabile fino al 24 Novembre presso la Esther Klein Gallery e il Science Center di Philadelphia negli Stati Uniti.... READ MORE...

Oron Catts & Ionat Zurr esplorano le intersezioni tra arte e scienza in “Biomess”

In corso alla Art Gallery of Western Australia e parte di Unhallowed Arts Festival, Biomess (Oron Catts / Ionat Zurr) è un esperimento radicale sulla coltura di microorganismi presentato dal The Tissue Culture & Art Project di SymbioticA. Il laboratorio, la galleria e il retail design di lusso si fondono in una mostra unica ed estrema che include organismi rari – e, forse, nuovi.... READ MORE...

La 4a Istanbul Design Biennal esplora nuove dimensioni del design e dell’apprendimento

Curata da Jan Boelen e sponsorizzata da VitrA, la quarta Istanbul Design Biennal ha aperto al pubblico con progetti di oltre 200 professionisti interdisciplinari da tutto il mondo. Per sei settimane designer, architetti, artisti e teorici convergeranno nella capitale culturale della Turchia per esplorare nozioni estese di design e il suo ruolo nella cultura contemporanea.... READ MORE...

Gabbie mediate. Intervista con Zach Blas

Zach Blas in dialogo con Filippo Lorenzin parla dell'influenza della politica e delle norme sociali sullo sviluppo e la produzione della tecnologia, del significato politico dell'identità queer e di come può essere veicolata dalle tecnologie, della decostruzione dell'identità, di astrazioni corporee e della sua attuale attività di docente alla Goldsmiths University.... READ MORE...

CryptoKitties riporta in vita la blockchain attraverso l’arte e i gatti

Parte dell'innovativa mostra Open Codes, in corso presso lo ZKM, un'esposizione che è una visualizzazione in tempo reale di come la tecnologia blockchain viene utilizzata in CryptoKitties, il gioco blockchain più popolare del mondo. L'evento è organizzato in collaborazione con Meural, una piattaforma nata per scoprire, personalizzare e interagire con le arti visive nella vita di tutti i giorni.... READ MORE...

Archaeology of the Screen

Archaeology of the Screen è lo sviluppo internazionale del progetto curatoriale The Archaeology of the Screen; The Estonian Exemple, che si è svolto nell'autunno del 2017 presso il Bozar di Bruxelles. Al Kumu Art Museum di Tallin un gruppo internazionale di artisti tratta temi come la sicurezza digitale, le relazioni tra lo schermo e le tecnologie storiche, e la critica della cultura visiva da una nuova prospettiva.... READ MORE...