NABA, Nuova Accademia di Belle Arti – Milano

Scuola di Nuove Tecnologie per l’Arte

A.A. dal 2017-2018 – in corso

Docente Marco Mancuso


Marco Mancuso è stato chiamato da Emanuele Lomello per tenere il corso di “Culture Digitali / New Media Art” presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, nell’anno accademico 2017-2018. Il corso è strutturato attraverso un sistema dinamico di lezioni frontali, discorsi critici e visione di materiale con lo scopo di fornire agli studenti una panoramica ampia sulla produzione artistica contemporanea tramite l’uso di tecnologie digitali.

Descrizione del corso:

Il corso riflette l’interdisciplinarietà, le sfaccettature e la velocità di cambiamento tipica del mondo della New Media Art & Culture contemporanea le cui divisioni tra artista, designer, coder, maker, etc tendono a farsi sempre più sfumate. Il corso è un lungo percorso critico tra alcuni dei più effervescenti e sperimentali territori artistici contemporanei: dai videogames alla net art, dall’uso creativo del codice alla software art, dalla interazione alle modalità di relazione uomo-macchina, dalla ricerca architettonica all’impatto dello urban planning nelle nostre città, dalla open culture al Do It Yourself, dal product design al fashion design e i wearables, dagli studi sul suono alla relazione suono-immagine, dalle ricerche in ambito medicale alle modalità di relazione tra uomo e natura, dagli esperimenti nel campo della robotica alle frontiere artistiche del machine learning.

Attraverso una panoramica ampia e completa sui principali case studies a livello nazionale e internazionale in cui la produzione di un oggetto artistico e culturale è determinata dalla stretta relazione e compenetrazione strategica tra professionista (artista, designer, creativo), centro di sviluppo, accademia e settore industriale (ICT, scientifico, materiali, design, moda, biotecnologie, medicale, robotica), il corso individua gli scenari contemporanei in cui prende forma il concetto di industria creativa contemporanea, di elaborare il concetto di ecosistema creativo come valore competitivo e distintivo di un territorio, di elaborare il concetto di industria media oriented in tutte le sue dimensioni strategiche, culturali e produttive, ma soprattutto di comprendere e padroneggiare le dinamiche di sviluppo e consolidamento delle nuove Art Industries e delle geografie (tangibili ed intangibili) di riferimento sulla base dei più recenti sviluppi tecnologici ed espressivi in ambito software, hardware, open, do it yourself, interaction e biotecnologico.

Programma del corso:

– Digicult: online platforms and networking per la New Media Art & Culture

– New Media Art: discipline, sperimentazioni, linguaggi, mercati e professioni

– Internet: web art, hacktivism e piattaforme aperte

– Coding: free software per l’arte generativa, il parametric design e data visualization

– Oggetto:, interaction design, product design, fashion design e DIY culture

– Architettura: spazi urbani, locative media e interazione con l’ambiente

– Arte e Scienza: bio art, robotica, machine learning e le nuove frontiere della AI