Carroll/Fletcher - London
27 / 11 / 2015 – 30 / 01 / 2016

“Essere sordi in un mondo di suoni è come vivere in un paese straniero alla cieca, seguendo le regole culturali, le usanze e gli atteggiamenti senza nemmeno metterli in discussione… il suono è quasi come il denaro e il potere. E’ così potente che potrebbe o ridurre la forza della mia arte e di me stessa, o aumentarla. Io ho scelto la seconda.” Christine Sun Kim

Christine Sun Kim farà il suo debutto nel Regno Unito con una mostra ambiziosa che indaga le realtà sociali e politiche radicate nell’uso delle voci – sua e degli altri. In Rustle Tustle l’artista residente a Berlino, sorda dalla nascita, invita i visitatori a espandere la comprensione di quale suono si tratta e di quale potrebbe essere, minando l’etichetta sonora predominate stabilita dalla cultura dell’udito.

La mostra esporrà una nuova serie di disegni che esplorano la connessione tra il linguaggio dei segni e la musica, un’installazione interattiva sulla quale è possibile camminare dal titolo Game of Skill (2015) – che usa i visitatori della galleria come strumenti in movimento, insegnando loro un nuovo modo di ascoltare – e una nuova opera video, Close Readings (2015).

Christine Sun 2

Christine Sun 3

Kim ha dedicato la sua attività all’investigazione del suono e delle lingue parlate attraverso una varietà di mezzi: disegno, esibizione, video e installazione. Una delle sue strategie è di prendere in prestito e di guidare le altre voci per espandere la propria. Inscena anche forme non vocali di comunicazione, per esempio portando un gruppo di persone a “cantare” attraverso i movimenti facciali come in Face Opera (prima esibizione alla Calder Foundation nel 2013).

Nel corso dello sviluppo di una lingua utile e importante per lei, Kim si è anche rivolta a elementi da diversi sistemi di informazione come la notazione grafica e musicale e American Sign Language –ASL (il linguaggio dei segni americano). Reinventati nell’opera di Kim, essi esplorano le possibilità materiali sonore, sfidando nel processo la proprietà del suono, il prestigio esclusivo collegato a una voce tradizionale e il suo corollario, ossia l’isolamento sociale di quelli privi di esso.

Christine Sun Kim (nata nel 1980 a Orange County, California) ha un MFA (diploma universitario di belle arti) alla New York’s School of Visual Arts e un MFA in musica e suono al Bard College. Attualmente vive e lavora a New York e Berlino.

Christine Sun 4

Christine Sun 5

Le sue mostre ed esibizioni recenti e future includono Bounce House, Sound Live Tokyo, Giappone (2015), Greater New York, MOMA PS1, USA (2015), Silence, with Chelsea Knight, New Museum, New York, USA (2015); Almost A Score, Arnolfini Centre for Contemporary Art, Bristol, UK (2015); e Soundings: A Contemporary Score, MoMA, New York, USA (2013). E’ stata artista in residenza a Whitney Museum, Haverford College, Southern Exposure, Arnolfini, e University of Texas Visual Arts Center. E’ anche membro TED. Nel 2015 è stata nominata direttore membro al MIT.


 http://www.carrollfletcher.com

 http://christinesunkim.com