News

No Looking Back, Okay?

La UGM | Maribor Art Gallery presenta la mostra collettiva internazionale No Looking Back, Okay?. Basata su un’ampia varietà di diversi mezzi espressivi come le installazioni, la fotografia, il disegno, i video, i film e l’arte partecipata, la mostra indaga sulle potenzialità del passato.... READ MORE...

Spare Parts. Rethinking human repair

SPARE PARTS è la nuova mostra alla Science Gallery di Londra che esplora l’arte, la scienza, l’etica e la tecnologia che permettono di riparare e modificare l’uomo. Esamina il tema del trapianto di organi e della rigenerazione dei tessuti attraverso le risposte creative di artisti e designer di fama mondiale.... READ MORE...

Speaking Power to (Post) Truth

La Jane Lombard Gallery presenta la mostra collettiva Speaking Truth to (Post) Power, curata da Sara Raza (già curatrice del Solomon. R Guggenheim Museum di New York per la Guggenheim UBS MAP). La mostra riunisce una costellazione di sei artisti contemporanei che si uniscono per realizzare una serie di modelli che analizzano le associazioni storiche profonde insite nella coscienza umana e nella verità.... READ MORE...

“Between and Beyond”: un sondaggio sulle opere di Dieter Jung

Con la mostra Dieter Jung. Between and Beyond, il ZKM (Centro per l’Arte e Tecnologia dei Media) renderà onore all’ampio lavoro dell’artista di Berlino Dieter Jung a cui è stato strettamente associato sin dalla sua fondazione. Oltre agli ologrammi, composizioni olografiche mobilie spazi luminosi olografici, la mostra include dipinti, disegni e stampe dell’artista.... READ MORE...

La Fabrique du Vivant (La Fabbrica del Vivente)

Dal 20 Febbraio nella Galleria 4 al Centre Pompidou, La Fabrique du Vivant [La Fabbrica dei Viventi] ripercorre un’archeologia del vivere della vita artificiale. Questa mostra collettiva offre una presentazione di prospettiva del lavoro recente di circa cinquanta designer, oltre alla ricerca da laboratori scientifici.... READ MORE...

In the Open or in Stealth: The Unruly Presence of An Intimate Future

Curata dalla Raqs Media Collective, In the Open or in Stealth: The Unruly Presence of An Intimate Future sarà un luogo di scoperta a più livelli che analizza il concetto di un futuro in cui varie storie e geografie vengono rese con percorsi che intrecciano, aggrovigliano e mostrano le relazioni tra oggetti, sentimenti e concetti.... READ MORE...

“Dancing with Witches”: una misteriosa mostra digitale

Il 16 gennaio il British Council ha lanciato Dancing with Witches, la terza edizione della sua piattaforma di arti digitali Museum without Walls. Ad opera della curatrice turca Mine Kaplangı unisce per la prima volta opere di artisti turchi contemporanei al fianco di una selezione di opere d’arte appartenenti al British Council Collection.... READ MORE...

“Amos’ World: Episode Three” di Cecile B. Evans al Museo Madre

Il Madre, museo d’arte contemporanea Donnaregina della regione Campania ha presentato l’anteprima italiana dell’ultimo episodio della trilogia Amos’s World – Amos’ World (Episode Three) – dell’artista Cécile B. Evans (Cleveland,1983). Durante la mostra, curata da Cloé Perrone, il film, concepito dall’artista come una fiction televisiva, verrà presentato all'interno di una scenografia che comprenderà una serie di posti a sedere scultorei.... READ MORE...

Tra creative coding e società. Intervista con Fabian van Sluijs

Creative Coding Utrecht (CCU) è una comunità interdisciplinare di musicisti, designer, programmatori e artisti che esplora le influenze degli sviluppi tecnologici sulla nostra vita quotidiana. In questa intervista di Costanza Tagliaferri, Fabian van Sluijs, uno dei fondatori di CCU, ci parla della comunità creativa di Utrecht, delle prossime iniziative di CCU, e di come il creative coding (programmazione creativa) suggerisca una nuova prospettiva per capire l’impatto della tecnologia sulla società.... READ MORE...

snap+share: transmitting photographs from mail art to social networks

La tecnologia ha intensificato, e accelerato, la creazione, la diffusione e il consumo di immagini fotografiche, e di conseguenza, ogni giorno milioni di immagini vengono ora inviate su Internet. In mostra al San Francisco Museum of Modern Art (SFMOMA), snap+share: transmitting photographs from mail art to social networks esplorerà il gesto verso l’esterno della condivisione di immagini, invece dell'atto più tradizionale e interiore dello scatto di fotografie, lungo tutta la storia del medium.... READ MORE...

Is this tomorrow? Le visioni del futuro trasformano la Whitechapel Gallery

La Whitechapel Gallery è trasformata da installazioni sperimentali, ambienti e padiglioni, ideati da oltre 30 artisti e architetti di fama mondiale che lavorano in collaborazione. In Is This Tomorrow? vengono presentati dieci nuovi progetti multimediali sperimentali che rispondono alle criticità di oggi per offrire visioni speculative del futuro.... READ MORE...

International Film Festival Rotterdam 2019

L’International Film Festival Rotterdam ha sempre celebrato le modalità con cui arte e cinema si intersecano. Ogni anno, il festival comprende mostre, performance e proiezioni di film d’artista e video sul grande schermo. Giunta alla sua 48esima edizione nel 2019, l’immagine in movimento d'artista ricopre un ruolo centrale inedito all'interno della programmazione del festival.... READ MORE...

Digital Imaginaries. Africas in Production

L’Africa sta cambiando radicalmente e la digitalizzazione sta assumendo un ruolo fondamentale nelle realtà e negli immaginari africani contemporanei. La mostra Africas in Production fa parte del progetto Digital Imaginaries che ha avuto inizio nella primavera 2018 con eventi in Senegal per poi proseguire in Sud Africa prima di arrivare al Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media (ZKM) di Karlsruhe.... READ MORE...

Elizabeth Price

Elaborata in risposta all’architettura e alla storia passata della Walker’s Perlman Gallery, la personale dell'artista londinese Elizabeth Price (Regno Unito, 1966) comprende le due nuove opere FELT TIP e KOHL (entrambe del 2018), che decretano le prime commissioni dell’artista per un museo degli Stati Uniti.... READ MORE...

Refiguring the Future

Eyebeam annuncia Refiguring the Future, una nuova mostra e conferenza che offre una visione politicamente impegnata e inclusiva dell’incrocio tra arte, scienza e tecnologia. Curata dai membri collettivi REFRESH, Heather Dewey-Hagborg e Dorothy R. Santos, il titolo della mostra è ispirato all’opera dell’artista Morehshin Allahyari che definisce il concetto di “refiguring”come una pratica femminista, decoloniale e attivista.... READ MORE...

The New Alphabet: Giorni d’Inaugurazione

Gli algoritmi, il codice binario e il nostro DNA sono gli alfabeti di oggi? Fino al 2021, The New Alphabet  illustrerà sia le utopie che le distopie. Per rispondere alle domande sulla nostra condizione contemporanea, artisti, musicisti, scienziati, alunni e attivisti si riuniranno al HKW dal 10 al 13 gennaio 2019.... READ MORE...

Continuando a usare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici presenti. Leggi la nostra privacy policy cookies policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close