Deadline: 1/03/2024

Infrastrutture cognitive è il tema del Synthetic Intelligence Studio 2024 di Antikythera a Londra, che si terrà dal 21 giugno al 19 luglio. Antikythera è un think tank di filosofia della tecnologia che riorienta la computazione planetaria. Sono aperte le candidature per ricercatori interdisciplinari, che vogliano unirsi allo studio di progettazione-sviluppo della durata di un mese, lavorando tra filosofia, speculazione e programmazione per esplorare interfacce inaspettate tra intelligenza sociale e meccanica. Partecipa alla sessione informativa in presenza di Londra mercoledì 7 febbraio alle 17:30 o alla sessione informativa virtuale martedì 13 febbraio alle 17:30, ora di Londra.

Cosa sono le infrastrutture cognitive
Man mano che l’intelligenza artificiale diventa infrastrutturale e le infrastrutture sociali diventano più cognitive, la relazione tra teoria e pratica dell’IA ha bisogno di un riallineamento. Su diverse scale, dalla datificazione del mondo e la visualizzazione dei dati agli utenti e all’interfaccia utente, molti dei problemi più interessanti nella progettazione dell’IA sono ancora in fase embrionale.

L’intelligenza naturale emerge su scala ambientale e nelle interazioni di più agenti. Si trova non solo nel cervello, ma anche nei paesaggi attivi. Allo stesso modo, l’intelligenza artificiale non è contenuta in singole menti artificiali, ma si estende attraverso le reti di calcolo planetario: è integrata nei processi industriali; genera immagini e testi; coordina la circolazione nelle città; percepisce, modella e agisce in natura.

Ciò rappresenta un’infrastrutturazione dell’IA, ma anche un “rendere cognitivo” sia le infrastrutture nuove che quelle già esistenti. Queste IA sono in grado di rispondere a noi, al mondo e gli uni agli altri, in modi che riconosciamo come cognizione integrata e interconnessa.

L’IA è sempre più fisicizzata, dalle interfacce utente sulla superficie dei dispositivi portatili alle profondità dell’ambiente costruito. Quando interagiamo con il mondo, riaddestriamo i parametri del modello, rendendo le azioni nuovamente riflessive, sapendo che eseguire un’azione è anche un modo di rappresentarla all’interno di un modello. Giocare con il modello significa rifare il modello, sempre di più in tempo reale.

Come potrebbe trasformare la progettazione dell’interazione umano-IA? Cosa succede quando la produzione e la cura dei dati avviene per modelli sempre più generalizzati, multimodali e fondativi? In che modo l’intelligenza collettiva dell’IA generativa potrebbe mettere in dubbio il mondo, ma anche ricomporlo in modi nuovi? In che modo le simulazioni faranno crollare le distanze tra il virtuale e il reale? In che modo le società umane si allineeranno alle intuizioni e alle possibilità dell’IA, anziché piegarsi ai costrutti umani? Infine, in che modo l’inclusione di una gamma più ampia di informazioni planetarie, al di là delle tracce dei singoli utenti umani, amplierà il concetto di intelligenza?

Lo studio sulle infrastrutture cognitive di Antikythera si svilupperà a partire da diversi brief speculativi interconnessi per l’esplorazione intellettuale e pratica, tra cui:

-Civilization overhang e disallineamento produttivo

-HAIID: human-AI interaction design

-Politiche del mondo dei giocattoli

-Visualizzazione degli embeddings

-IA generativa e prompting massivamente distribuito

-Interfacce LLM multimodali

-Provenienza dei dati e provvidenza: il buono, l’avvelenato e il collassato

-Il planetario attraverso i linguaggi umani e disumani

Candidatura entro il 1° marzo

Lo studio selezionerà 12-18 ricercatori interdisciplinari finanziati a tempo pieno (ingegneri, designer, scienziati, filosofi, scrittori e tecnologi, tra gli altri) per sviluppare prototipi e proposte speculative in risposta a brief che indagano la socializzazione delle intelligenze delle macchine su scala planetaria. Lo studio si terrà a tempo pieno, in presenza, presso la Central Saint Martins-University of the Arts di Londra, con eventi speciali, tra cui conferenze, incontri e convegni, che si svolgeranno in luoghi diversi di Londra.

I ricercatori selezionati lavoreranno con una rete di ricercatori affiliati, tra cui collaboratori di Google Research/ Deepmind, Cambridge Centre for the Future of Intelligence, Cambridge Centre for Existential Risk e molti altri. Seminari speciali, conferenze e workshop saranno tenuti dal direttore di Antikythera Benjamin Bratton, dal vicepresidente di Google Research/ Deep Mind Technology & Society Blaise Aguera Y Arcas, dallo storico del Cambridge Centre for Existential Risk Thomas Moynihan, dall’autore di fantascienza Chen Qiufan, dall’astrofisica e co-sviluppatrice della teoria dell’assemblaggio Sara Walker e altri.


antikythera.org