Monica Ponzini

Source Code

Eyebeam, centro culturale newyorkese attivo nello sviluppo e divulgazione delle arti elettroniche, festeggia i suoi primi dieci anni di attivitˆ con una mostra intitolata, appunto, Source Code, in cui presenta una serie di artisti, programmatori e hackers che negli anni sono stati ospitati dal centro stesso. Un'esplorazione ad ampio raggio dell'impatto delle nuove tecnologie sulla creativitˆ applicata ad ogni ambito, dal video al videogioco, dalla rappresentazione di network al riciclaggio dei dati in rete... READ MORE...

Joan Jonas

L'universo figurativo di Joan Jonas  un inarrestabile fluire di intrecci semantici, fatto di suggestioni e rimandi. In una continua ricerca sulle relazioni tra performance e media, l'artista crea opere complesse dove corpo, video, musica, disegni, fotografia e oggetti concorrono a creare un percorso di senso.... READ MORE...

Closed Circuit

Per la prima volta al Metropolitan Museum, una collettiva offre un rapido sguardo sull'ultimo decennio di produzioni videoartistiche. Closed Circuit  una mostra raccolta e sintetica, che mette in luce per˜ il crescente interesse di un'istituzione come il Met verso i nuovi media, a tutt'oggi ancora ospitati nella sezione Fotografica.... READ MORE...

Doug Aitken: Sleepwalkers

Tutto attorno al MoMA, ogni sera per 4 settimane, una videoinstallazione ha mostrato 5 storie particolari, ambientate in una cittˆ altrettanto particolare. Le storie svelano vita e visioni di donne e uomini interpretati da attori come Donald Sutherland e Tilda Swinton, colti in una quotidianitˆ sbiadita e ripetitiva che, all'improvviso, scivola un'esperienza quasi mistica.... READ MORE...

Jonas Mekas, Video Arte D’improvvisazione

Jonas Mekas dice dei suoi film che 'sono lineari, orizzontali', che c' un passato e un presente e si tratta per la maggior parte di attimi rubati alla sua vita di tutti i giorni, gli amici, i luoghi, le discussioni. Non c' soluzione di continuitˆ tra un video e l'altro, l'unico collante  lui stesso, che decide di accendere la videocamera secondo l'impeto del momento, senza un piano preciso, e poi li seleziona, ne stabilisce l'eventuale montaggio, ne determina la successione.... READ MORE...

Carsten Nicolai, L’estetica Dell’errore

Si chiama Xerrox, si ispira al processo di fotocopiatura, ed  un progetto che esplora i confini della riconoscibilitˆ di un'informazione. é l'ultima creatura di Carsten Nicolai, a.k.a. alva noto: un live per laptop e video, dove la campionatura originale viene riprodotta e variata, disturbata in modo da creare un prodotto che ne sfuma le caratteristiche senza perdere completamente l'identitˆ... READ MORE...