Kunstgewerbemuseum Dresden – Dresda (Germania)
20/07-25/08 2023

Nella sua concezione e messa in pratica tradizionale, il design è una disciplina incentrata sul soddisfacimento dei bisogni e dei desideri dell’uomo. Tuttavia, l’emergenza climatica attuale ci ricorda che preoccuparci solo delle esigenze della nostra specie ha avuto, e continua ad avere, gravi ripercussioni sul pianeta e sugli altri esseri viventi che lo popolano insieme a noi. É necessario un cambio di rotta.

L’applicazione di un filtro “green” e olistico al design, che tenga conto anche della salute e dei bisogni del regno vegetale oltre al nostro, potrebbe aiutarci a identificare e riconsiderare pratiche nocive come la produzione monoculturale e l’appropriazione di conoscenze ancestrali e della natura. Un simile sforzo ha ancora più senso se pensiamo che il settore del design, che si occupa ad esempio della produzione di mobili e di capi di moda, si affida molto alla produttività delle piante per trarre profitti, ma solitamente è responsabile di una significativa distruzione dell’habitat animale e vegetale.

In un discorso e un ambiente di ricerca multidisciplinari e transculturali, quest’anno la Design Campus Summer School mette in discussione la dicotomia uomo-natura radicata della società occidentale e invita a collaborare per sviluppare un pensiero critico e utopistico.

In stretto dialogo con la mostra di ricerca Plant Fever: Towards a phyto-centred design e con la raccolta del Kunstgewerbemuseum (Museum of Decorative Arts), quest’anno il duo franco-italiano costituito da Laura Drouet e Olivier Lacrouts (d-o-t-s) sta curando il programma di sei settimane della Summer School internazionale in qualità di presidi. Intitolato “The School of Phyto-centred Design,” il programma invita i partecipanti a trarre ispirazione dal mondo vegetale durante una serie di incontri di nove giorni presso il Castello di Pillnitz.

I presidi saranno presenti al Pillnitz per tutta la durata della Summer School e discuteranno della loro ricerca e pratica curatoriale.

Incontri

20 – 28/07/2023: Making the Difference

Fernando Laposse—The Avocado Legacy
Emma Bruschi—The Harvest

3 – 11/08/2023: Shifting Perspective
Passepartout Duo—Greenhouse Grooves
Simone Kenyon—The Embodied Garden

17 – 25/08/2023: Giving Back
ERBA (Suzanne Bernhardt e Philipp Kolmann) – Weaving Nettle Tales
d-o-t-s-Curating change

Presidi
d-o-t-s è una pratica curatoriale nomade fondata da Laura Drouet (Francia) e Olivier Lacrouts (Italia/Francia). Le loro indagini si concentrano sulle diverse e discutibili relazioni che, attraverso il design, le comunità umane stabiliscono tra loro, con altri animali, piante e paesaggi. Definito dall’approccio partecipativo e interdisciplinare, il lavoro di d-o-t-s abbraccia la scrittura, la realizzazione di mostre, laboratori pratici e commissioni di progettazione.

Design Campus
Design Campus è il “think tank” e la piattaforma di ricerca e sviluppo del Kunstgewerbemuseum nell’ambito della Staatliche Kunstsammlungen Dresden (Collezioni d’arte di Dresda). Attraverso i suoi quattro pilastri: il Museo, la Scuola, il Laboratorio e la Rete, Design Campus è uno spazio per la ricalibrazione e potenziamento dei professionisti creativi per intervenire sui numerosi cambiamenti, sfide e incertezze del XXI secolo.

L’annuale Summer School è rilevante sia per il museo, sia per i suoi progetti futuri, sia per il resto del mondo. Ogni anno, nell’ambito del programma di sei settimane della Summer School, Design Campus offre una serie di workshop, condotti da creativi professionisti di fama mondiale.

Chi può candidarsi?
Curiosi, irrequieti, sognatori di posti migliori, creativi, impavidi, socievoli, collaborativi, interessati, impegnati, inquisitivi, designer, architetti, artisti, scienziati, curatori, giornalisti, ingegneri, sviluppatori, fotografi, registi, studenti esperti, neolaureati o giovani professionisti, persone di mentalità aperta: benvenuti a tutti voi!

Perché?
Perché rappresenta una grande opportunità per pensare e sognare in grande, con persone che la pensano allo stesso modo, apprendere nuove competenze, essere coinvolti in progetti futuri nel museo, nei suoi dintorni e nella sua rete, e forse cambiare il mondo attraverso il design.


https://designcampus.org