Corcoran School of the Arts and Design - George Washington University (Washington, USA)
17/04-16/05/2024

La Corcoran School of the Arts and Design della George Washington University presenta l’edizione annuale del NEXT Festival, una celebrazione del lavoro svolto dai laureandi che avrà luogo a Washington D.C. Organizzato tra il 17 aprile e il 16 maggio, il festival propone 47 esposizioni, 22 spettacoli dal vivo e quattro panel e presentazioni basate sulla ricerca.

Il festival si è aperto il 17 aprile con la Dudley Memorial Lecture tenuta da John Troutman, curatore di musica e strumenti musicali presso la Smithsonian Institution del National Museum of American History, sulla costruzione della storia del blues riparatore. Inoltre, quest’anno gli studenti di exhibition design e studi museali hanno collaborato con gli studenti di graphic design all’allestimento di una mostra incentrata sulla storia del movimento per la condizione di Stato di Washington. Oltre che per l’interesse intrinseco per l’argomento, Onkey si è detto entusiasta del modo in cui gli studenti laureati e non laureati hanno collaborato per pensare alla realizzazione di una mostra.

“È questo il tipo di collaborazione che ritengo davvero entusiasmante”, ha detto Onkey, “quando riusciamo a far lavorare gli studenti di varie discipline in sincronia, perché pongono domande diverse a seconda del luogo in cui sono seduti”.

Un’altra mostra curata dagli studenti di storia dell’arte e di studi museali, “Art After Duchamp“, è aperta alla Gallery 102. Presenta opere di 17 artisti create nello spirito di Marcel Duchamp, il grande provocatore Dada. Le opere sono state selezionate da Lisa Lipinski, professoressa associata di storia dell’arte. Ai suoi studenti è stata data la possibilità di decidere in prima persona dove e come esporre le opere selezionate e i caratteri da utilizzare per i manifesti della mostra.

Un altro momento importante sarà lo Spring Dance Concert, presentato dal 18 al 22 aprile nel Dorothy Betts Marvin Theatre. Gli studenti si esibiranno con le loro coreografie e con lavori creati da docenti e coreografi esterni.

Ci saranno diversi spettacoli teatrali, tra cui un’installazione nel Flagg Building di elementi della produzione dello scorso autunno “The Laramie Project”. Alcuni estratti saranno messi in scena durante l’Extravaganza.

I temi che gli ospiti troveranno quest’anno includono la sostenibilità, la giustizia sociale e il cambiamento climatico. Ci saranno complesse storie di identità queer e considerazioni sullo storytelling. La tecnologia del futuro e l’IA avranno un ruolo importante, insieme ad attività manuali consolidate come il quilting e la lavorazione di ceramica e legno. In breve, Onkey ha detto che ci sarà qualcosa per tutti.

“Data la varietà dei nostri programmi qui alla Corcoran School, abbiamo studenti che sono creatori e artisti, ma anche studenti che sono ricercatori e studiosi”, ha detto Onkey. Per NEXT quest’anno abbiamo cercato di trovare il modo di presentare anche ricercatori, studiosi e professionisti emergenti nel campo degli studi museali”. NEXT mette in mostra le arti come una sorta di gigantesco quadro alla George Washington”.

Il programma completo degli eventi è disponibile nella guida del NEXT festival. L’esibizione NEXT è aperta al pubblico nel Flagg Building (500 17th Street NW) da mercoledì 16 maggio a domenica dalle 13 alle 17.


Link: corcoran.gwu.edu