Serpentine Gallery - London
22 / 06 / 2022 - 18 / 09 / 2022

Parte di un progetto in corso iniziato alla Serpentine nel 2019, la mostra invita a dare risposte artistiche all’emergenza climatica, riunendo diversi tipi di ricerca, materiali e approcci provenienti da tutto il pianeta per offrire approfondimenti sulle preoccupazioni, sulle idee e sulle speranze degli artisti per il futuro.

L’opera per immagini in movimento del Karrabing Film Collective e l’installazione e la collaborazione sonora di Dineo Seshee Bopape con Katy’taya Catitu Tayassu evidenziano i legami inestricabili che legano il corpo umano alla terra in cui vive. I processi di registrazione dell’intervento massiccio dell’uomo, sia sulla superficie del pianeta che sulla sua atmosfera, si possono ritrovare nello sfondo di Carolina Caycedo, che segue i corsi d’acqua arginati nel Sud e nel Nord America, mentre i modelli giocattolo di Giles Round si ispirano ad alcuni dei tanti satelliti che orbitano sopra di noi, monitorando costantemente gli eventi climatici ed ecologici.

Poiché il comportamento umano rappresenta l’impulso per il cambiamento climatico e continua a contribuirvi, la necessità di transizioni verso nuovi processi e modi di pensare non è mai stata così grande. Gli inviti all’azione e i messaggi tempestivi progettati dagli artisti sono esposti lungo il perimetro della galleria, mentre nelle sale centrali in mattoni si trovano spazi per una riflessione tranquilla. Tabita Rezaire/AMAKABA & Yussef Agbo-Ola/Olaniyi Studio hanno progettato uno spazio di guarigione avvolgente, pieno di erbe medicinali, mentre la nuova installazione sonora e luminosa di Brian Eno ci ricorda la nostra capacità di rispondere emotivamente e simpaticamente a un ambiente in costante evoluzione.

Questa mostra coinvolge anche i nostri sensi, attraverso il lavoro della ricercatrice e artista dell’olfatto Sissel Tolaas e attraverso il menù CLIMAVORE elaborato da Cooking Sections nel Magazine café. Le informazioni fornite da Superflux e dallo Studio Ghazaal Vojdani nel negozio della galleria che accompagnano una selezione di libri e prodotti sono concepite per aiutare i consumatori in scelte migliori. La mostra Back to Earth si estende anche al Kensington Gardens, con un giardino progettato per gli impollinatori da un algoritmo di Intelligenza Artificiale sviluppato da Alexandra Daisy Ginsberg, e a una mostra satellite di manifesti d’artista al 180 Strand. Diversi spazi fuori sede attorno a Londra stanno ospitando programmi dal vivo durante l’estate.


https://www.serpentinegalleries.org/