Italian Academy Teatro - New York
22/09/2023

Il Fitch Presevation Colloquium 2023 “Patrimonio atmosferico: approcci sperimentali di salvaguardia tra arte e scienza” è organizzato da Jorge Otero-Pailos, professore e direttore del programma di Conservazione storica presso la Graduate School of Architecture, Planning and Preservation (GSAPP) della Columbia University. L’evento sarà presieduto da Andrés Jaque, preside di facoltà della Columbia GSAPP; Carol Becker, professore emerito della Columbia University School of the Arts; e Erica Avrami, assistente professore di James Marston Fitch del programma di Conservazione storica presso la Columbia GSAPP, e si terrà il 22 settembre dalle 13:30 alle 19:30 presso l’Italian Academy della Columbia University, situata al 1161 Amsterdam Ave, New York, NY 10027 (accessibile ai disabili).

La salvaguardia dell’atmosfera è oggi ampiamente ritenuta un imperativo di civiltà e il pilastro centrale della capacità dell’umanità di far fronte alla minaccia esistenziale del cambiamento climatico. Tuttavia, ciò che si intende con i termini “salvaguardia” e “atmosfera” in questo caso, e il potenziale ampliato dalla loro reciproca vicinanza, è raramente discusso o esplorato in modo serio. Da questa vicinanza stanno emergendo nuovi concetti, come ritenere l’atmosfera patrimonio comune dell’umanità, che suscitano un nuovo interesse per la salvaguardia in diverse discipline. Si sta riscoprendo la ricca storia dei successi ottenuti grazie alla salvaguardia della protezione atmosferica, tra cui il lavoro pioneristico per proteggere le vedute panoramiche dallo sviluppo, come la riduzione dell’inquinamento dell’aria per aumentare la visibilità nei parchi naturali e il controllo dell’inquinamento luminoso nei cieli notturni. A sua volta, la conservazione si sta aprendo a nuovi scambi interdisciplinari. L’immensa portata del patrimonio atmosferico, la fisica dei fluidi, l’impatto socio-ambientale e l’importanza geopolitica sfidano i conservazionisti a riconsiderare assunti di base come cosa sia un oggetto culturale, dove questo finisca, chi possa essere in grado di prendersene cura e quali istituzioni possano sostenere e rafforzare la sua protezione. Nel perseguire questa rivalutazione, i conservazionisti si stanno confrontando con una nuova e più ampia gamma di discipline. Tra queste, il Fitch Colloquium si concentrerà sugli scambi produttivi della salvaguardia con le scienze della terra e l’arte contemporanea, esplorando una serie di pratiche sperimentali di conservazione legate al patrimonio atmosferico.

Tra i relatori figurano: Michael Morris, produttore, co-direttore emerito di Artangel (Regno Unito) e co-coordinatore del World Weather Network; Sharolyn Anderson, scienziato fisico, Divisione Natural Sounds and Night Skies, Servizio del Parco Nazionale, Gisela Winckler, Lamont Research Professor e direttore associato della Divisione di Geochimica al Lamont-Doherty Earth Observatory della Columbia University; Shona Illingworth, artista e docente di Arte, Cinema e Media all’Università del Kent (Regno Unito), e co-fondatrice dell’Airspace Tribunal; Giuliana Bruno, storica, Emmet Blakeney Gleason Professor of Visual and Environmental Studies presso l’Università di Harvard e autrice di Atmospheres of Projection: Environmentality in Art and Screen Media (Chicago, 2022); Nerea Calvillo, architetto e professore associato presso il Centre for Interdisciplinary Methodologies, Università di Warwick (Regno Unito) e autrice di Aeropolis: Queering Air in Toxic Polluted Worlds (Columbia Books on Architecture and the City, 2023); David Gissen, autore, designer, professore di architettura e storia urbana presso la New School, e autore di Manhattan Atmospheres (Minnesota, 2013), Lindsey Wikstrom, architetto, co-fondatrice di Mattaforma, e autrice di Designing the Forest and Other Mass Timber Futures (Routledge, 2023); Mark Wasiuta, architetto, scrittore, curatore, co-direttore del programma Critical, Curatorial, and Conceptual Practices presso il GSAPP, e co-designer di “Instructions for the Reconstitution of Historical Smog” (2011); Anna Lea Albright, ricercatrice post-dottorato del laboratorio di Meteorologia Dinamica presso l’Università della Sorbona (Francia); Alice Sharp, direttrice artistica e fondatrice dell’organizzazione di arte e ambiente Invisible Dust.

Questo evento è gratuito e aperto al pubblico. È richiesta la registrazione a questo link per tutti i partecipanti.


https://www.arch.columbia.edu/