Dal 2005 Digicult è una delle principali piattaforme internazionali che osservano l'impatto delle tecnologie e della scienza sull'arte, il design e la cultura contemporanea.

Estetica del tagging #4: stereotipi algoritmici. Intervista a Max Dovey

Nicola Bozzi ha intervistato Max Dovey, il cui lavoro si serve spesso di stereotipi, tag e software dal vivo: nelle sue opere l'artista inglese ha infatti provato a definire il concetto di “hipster” in modo algoritmico, a scoprire cosa rende un individuo maschio o femmina agli occhi di un computer, e a mostrare il lato umano del machine learning.... READ MORE...

Mario Savini: Arte transgenica. La vità è il medium

A cosa ci riferiamo quando parliamo di arte transgenica? In questo panorama spinoso, che più di tutti lega a doppio filo arte e scienza, filosofia e biotecnologie, questioni giuridiche e tabù ancestrali cerca di fare ordine il libro di Mario Savini “Arte transgenica: la vita è il medium”, edito nel 2018 da Pisa University Press.... READ MORE...

transmediale: nuovo Direttore Artistico – deadline: 06/01/19

La responsabilità centrale del Direttore Artistico del festival transmediale è la formulazione della visione storica del festival e la sua implementazione a livello strutturale e contenutistico. La posizione richiede l'abilità nel esaminare criticamente quei topic al punto di intersezione tra arte, tecnologia, scienza e società.... READ MORE...

Digicult Agency cura mostre, eventi, workshop, attività di formazione, pubblicazioni, lecture e incontri, fornendo consulenza per la comunicazione e strumenti per il digital publishing.

Digimag Journal è una pubblicazione interdisciplinare che racchiude articoli e saggi di elevato standard che si focalizzano sull’impatto delle tecnologie e degli sviluppi scientifici più avanzati sull’arte, il design e la società contemporanea.

Digicult Editions is a publishing initiative whose goal is to be active in the publication of the Digimag Journal and critical and theoretical books. Digicult Edition uses all the tools of a contemporary digital publishing.

Ultimi post

More-than-humans

Curata da Stefanie Hessler, "More-than-humans" riunisce le opere meravigliose di Dominique Gonzalez-Foerster e Tomás Saraceno dalla collezione Thyssen-Bornemisza Art Contemporary (TBA21), i quali considerano ciò che non può essere spiegato dalla mente antropoide razionale.... READ MORE...

“Training Humans”: una mostra di Kate Crawford e Trevor Paglen

Fondazione Prada presenta "Training Humans", una mostra storica ideata da Kate Crawford e Trevor Paglen. "Training Humans" è la prima grande mostra fotografica dedicata alle immagini di formazione: le collezioni di fotografie utilizzate per addestrare i sistemi di intelligenza artificiale (IA) su come “vedere” e classificare il mondo.... READ MORE...

Uncanny Values: una mappa dei luoghi perturbanti, e come attraversarli

Uncanny Values: Artificial Intelligence & You è una mostra presentata dal Mak di Vienna nella cornice della Vienna Biennale for Change di quest’anno, dal significativo titolo Brave New Virtues. Shaping our digital world. Artisti, designer e architetti hanno cercato di elaborare nuove visioni che possano contribuire in maniera attiva e positiva a immaginare e dare forma al nostro futuro.... READ MORE...

Ryoji Ikeda. A Cosmic Journey from Infinitesimal to Astronomical

La mostra personale di Ryoji Ikeda è stata ufficialmente aperta al piano terra del Taipei Fine Arts Museum. Le opere d’arte selezionate includono sculture sonore in larga scala, installazioni audiovisive, light box e due opere bidimensionali appena completate e messe in mostra per la prima volta, creando uno scenario spazio-tempo coinvolgente che va da dimensioni macroscopiche a microscopiche.... READ MORE...

Sounds, Codes, Images: Acoustic Experimentation in the Visual Arts

La mostra Sounds, Codes, Images: Acoustic Experimentation in the Visual Arts è uno spaccato della storia della rappresentazione del suono e della sperimentazione acustica a partire dall’Avanguardia fino ai giorni nostri. Mediante l’utilizzo di opere storiche e contemporanee, la mostra punta a esibire come il suono acquisisca colore e forma.... READ MORE...

Holly Herndon, Proto: la voce di Spawn

Uscito a Maggio 2019, Proto è l’ultimo lavoro di Holly Herndon, performer e compositrice tra le più curiose e vogliose di sperimentare e mettersi in gioco. Un disco che fa parte di un progetto, iniziato nel 2012, che coinvolge l’elettronica, la corporeità e i suoi suoni, e in ultimo il machine learning, interpretando attraverso quelli che idealmente possono essere dei “concept album” la società, on line e off line.... READ MORE...

Designs for Different Futures

Il ruolo dei designer nel plasmare il modo in cui pensiamo al futuro è l’argomento di una grande mostra che sarà presentata in anteprima al Philadelphia Museum of Art questo autunno. "Designs for Different Futures" riunisce circa ottanta opere che affrontano le sfide e le opportunità che gli esseri umani potrebbero incontrare negli anni, decenni e secoli a venire.... READ MORE...

The Coming World: l’Ecologia come Nuova Politica 2030-2100

In occasione della Giornata mondiale della Terra, il Garage Museum of Contemporary Art di Mosca è lieto di annunciare i punti salienti della sua prossima esibizione "The Coming World: Ecology as the New Politics 2030–2100", che costituisce la prima grande mostra in Russia per esplorare i temi dell’ecologia e dell’ambiente.... READ MORE...

“REAL WORK”: Liz Magic Laser e Candice Breitz al FACT

La nuova mostra REAL WORK apre al FACT il 12 luglio 2019, include le opere d’arte di Liz Magic Laser e Candice Breitz . In linea con l'esplorazione annuale del FACT sui temi dell'identità e della rappresentazione, la mostra mette in risalto le voci spesso ignorate dei lavoratori comuni in situazioni precarie da una parte all’altra del globo.... READ MORE...

Estetica del tagging #4: stereotipi algoritmici. Intervista a Max Dovey

Nicola Bozzi ha intervistato Max Dovey, il cui lavoro si serve spesso di stereotipi, tag e software dal vivo: nelle sue opere l'artista inglese ha infatti provato a definire il concetto di “hipster” in modo algoritmico, a scoprire cosa rende un individuo maschio o femmina agli occhi di un computer, e a mostrare il lato umano del machine learning.... READ MORE...

Continuando a usare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici presenti. Leggi la nostra privacy policy cookies policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close