Dal 2005 Digicult è una delle principali piattaforme internazionali che osservano l'impatto delle tecnologie e della scienza sull'arte, il design e la cultura contemporanea.

Sempre in Prova

Le opere di Ari Benjamin Meyers nascono dal suo interesse di lunga data nel superare i confini tra belle arti e musica. La composizione, il processo di prova e l'esecuzione di spartiti musicali si spostano dai fossati dell'orchestra e dai palcoscenici dei concerti a luoghi di esposizione e spazi pubblici.... READ MORE...

The song is the call, and the land is calling

Composta di due parti, la mostra The song is the call, and the land is calling, che ha luogo in entrambe le istituzioni contemporaneamente, si immerge nelle profonde connessioni tra identità e patrimonio culturale e traccia collegamenti tra racconti di lotta e sogni comuni sulla liberazione di terre, storie e contesti politici diversi. Questa è la seconda mostra della collaborazione triennale tra il Copenhagen Contemporary e la Glyptotek.... READ MORE...

Instruments of Vision

Nel corso dell’ultimo secolo la scienza ha cambiato profondamente il nostro mondo. I progressi tecnici e concetti come la relatività e la meccanica quantistica hanno rivoluzionato il modo in cui vediamo lo spazio, il tempo e la materia. Questo processo è stato stimolato da un forte enfasi sulla sperimentazione e sullo sviluppo di strumenti visivi complessi. Inoltre, l’interconnessione tra le scienze teoretiche e la cultura sperimentale dei laboratori ha favorito una relazione complessa tra strumenti, oggettività e definizioni scientifiche.... READ MORE...

Sonar 2024. Prisma che ridefinisce l’idea di festival nella cultura contemporanea

Una nuova edizione intergenerazionale ed intersezionale che intende mettere in luce le estetiche più radicali e l’importanza dell’inclusività, celebrando diversi generi e sottogeneri – che vanno dall’ambient alla drum and bass, dall’happy hardcore al black metal passando per il club decostruito, il memecore, la gabber e l’hyperpop, per soddisfare i bisogni di pubblici differenti, senza subire gli hype del momento o le fascinazioni generate da Instagram. Il Sónar continua, dunque, a ridefinire e a riflettere in modo ineludibile su come dovrebbe essere un festival, eliminando le barriere e creando sempre nuove connessioni tra spettatori, linguaggi creativi e generi diversi.... READ MORE...

ARTIVISMO: L’arte di sovvertire il potere

Il programma presenta tecniche e metodi per creare giustizia sociale e politica grazie all’uso delle tecnologie digitali per la consapevolezza sociale e la critica politica. I relatori invitati spaziano da artisti, attivisti politici e sviluppatori a difensori dei diritti umani e narratori della verità. ... READ MORE...

Digimag Journal è la nostra pubblicazione online che racchiude articoli, interviste e saggi che si focalizzano sull’impatto delle tecnologie e della ricerca scientifica sull’arte, il design e la cultura contemporanea.

Digicult Editions è la nostra casa editrice il cui obiettivo è di essere attiva nella pubblicazione sia del Digimag Journal che di libri e saggi, critici e teorici. Digicult Edition utilizza tutti gli strumenti del digital publishing contemporaneo.

Ultimi post

Views of Planet City

Views of Planet City è una delle oltre 60 mostre e programmi presentati come parte di PST ART— l'evento regionale di rilievo del Getty che torna a settembre 2024 con la sua ultima edizione, PST ART: Art & Science Collide, esplorando le intersezioni tra arte e scienza, sia nel passato sia nel presente. Per maggiori informazioni, visitare il sito pst.art.... READ MORE...

Remote summer series: Profiling

I profili online sono stati incorporati nel tessuto delle nostre identità, ma siamo in grado di fare un passo indietro e riflettere sulle informazioni che ci vengono richieste per la costruzione delle nostre identità digitali? In alternativa, possiamo analizzare i moduli e i questionari che strutturano il modo in cui siamo costretti a identificarci?... READ MORE...

Sempre in Prova

Le opere di Ari Benjamin Meyers nascono dal suo interesse di lunga data nel superare i confini tra belle arti e musica. La composizione, il processo di prova e l'esecuzione di spartiti musicali si spostano dai fossati dell'orchestra e dai palcoscenici dei concerti a luoghi di esposizione e spazi pubblici.... READ MORE...

The song is the call, and the land is calling

Composta di due parti, la mostra The song is the call, and the land is calling, che ha luogo in entrambe le istituzioni contemporaneamente, si immerge nelle profonde connessioni tra identità e patrimonio culturale e traccia collegamenti tra racconti di lotta e sogni comuni sulla liberazione di terre, storie e contesti politici diversi. Questa è la seconda mostra della collaborazione triennale tra il Copenhagen Contemporary e la Glyptotek.... READ MORE...

Instruments of Vision

Nel corso dell’ultimo secolo la scienza ha cambiato profondamente il nostro mondo. I progressi tecnici e concetti come la relatività e la meccanica quantistica hanno rivoluzionato il modo in cui vediamo lo spazio, il tempo e la materia. Questo processo è stato stimolato da un forte enfasi sulla sperimentazione e sullo sviluppo di strumenti visivi complessi. Inoltre, l’interconnessione tra le scienze teoretiche e la cultura sperimentale dei laboratori ha favorito una relazione complessa tra strumenti, oggettività e definizioni scientifiche.... READ MORE...

Millennials – The media art of Generation Y

La mostra evidenzia come la Generazione Y è stata plasmata dal rapido avanzamento tecnologico, dalla globalizzazione e dalla crescita dei media digitali. Le opere rappresentano tematiche fondamentali per questa generazione, come la sostenibilità, la giustizia sociale e la necessità di un approccio critico nei confronti della tecnologia.... READ MORE...

Sonar 2024. Prisma che ridefinisce l’idea di festival nella cultura contemporanea

Una nuova edizione intergenerazionale ed intersezionale che intende mettere in luce le estetiche più radicali e l’importanza dell’inclusività, celebrando diversi generi e sottogeneri – che vanno dall’ambient alla drum and bass, dall’happy hardcore al black metal passando per il club decostruito, il memecore, la gabber e l’hyperpop, per soddisfare i bisogni di pubblici differenti, senza subire gli hype del momento o le fascinazioni generate da Instagram. Il Sónar continua, dunque, a ridefinire e a riflettere in modo ineludibile su come dovrebbe essere un festival, eliminando le barriere e creando sempre nuove connessioni tra spettatori, linguaggi creativi e generi diversi.... READ MORE...

Monitor, headphones, projector, shelf, ping pong table, live fungi, bite-size fairies


La School of Visual Arts (SVA) presenta Monitor, headphones, projector, shelf, ping pong table, live fungi, bite-size fairies, un’esposizione di progetti di tesi selezionati di oltre 20 studenti del corso di MFA Computer Arts del 2024, curata dal co-direttore di Beta Local Pablo Guardiola e dall'amministratore di sistema senior del dipartimento José Vargas... READ MORE...

Creative Days Vienna 2024

I Creative Days Vienna creano un ponte tra la scena creativa locale e quella internazionale. Organizzato dalla Vienna Business Agency, l'evento riunisce i principali professionisti creativi dei settori del design e della tecnologia, come il pioniere dell'arte digitale Barnaby Steel.... READ MORE...