VARIOUS LOCATIONS - AMSTERDAM
6 - 21 JUNE 2008

spectra [amsterdam] è il lavoro commissionato all’artista e compositore Ryoji Ikeda per DREAM AMSTERDAM 2008; il suo primo progetto per uno spazio pubblico e la sua prima opera su larga scala che spinge le possibilità creative della luce ai massimi estremi. Elementi architettonici selezionati in spazi pubblici aperti, civili ed industriali, emanano una luce bianca accecante per svariate ore ogni notte, per un’esperienza ultraterrena e indimenticabile. Il pubblico naviga tra i siti seguendo una mappa che collega i punti distanti di una costellazione urbana viscerale.

DREAM AMSTERDAM apre con un Opening Event al club Paradiso il 6 giugno, dalle 20.30, con un concerto speciale e una performance di Roy Ikeda, insieme ad altri artisti e DJs internazionali, seguita da Midsummer’s Night il 21 giugno, un lavoro audio immersivo, presentato in uno dei luoghi installativi. Ikeda è compositore e sound artist acclamato internazionalmente, crea lavori altamente tecnologici che interagiscono con la percezione umana, concerti, installazioni e registrazioni che integrano il suono e un immaginario sublime derivato dalla matematica pura e dal mare senza fine dei dati mondiali.

È il secondo artista scelto nell’ambito di DREAM AMSTERDAM per realizzare una visione della città usando le sue strade e i suoi palazzi come fonte di ispirazione, mezzo, studio e luogo di esposizione. Spencer Tunick è stato il primo artista commissionato e nel 2007 ha lavorato con duemila persone nude lungo la città, in un parcheggio, un distributore, un canale, sulle biciclette ed in un campo di tulipani.

Il lavoro di Ikeda sta diventando sempre più noto a livello internazionale. All’Yamaguchi Center for Arts and Media in Giappone la sua prima importante personale datamatics per il Centro, propone i lavori data.film [nº1-a] e data.tron, ed un’opera nuova commissionata per il Centro, test pattern [nº1]. Datamatics è un progetto in evoluzione che esplora i dati invisibili che permeano il mondo e che si materializzano in concerti audiovisivi ed installazioni.

Ryoji Ikeda è un compositore elettronico e sound artist leader in Giappone. La sua attività si concentra sulle minuzie degli ultrasuoni, delle frequenze e sulle caratteristiche essenziali del suono. Dal 1995, Ikeda è stato particolarmente attivo con concerti, installazioni, e registrazioni che integrano suono e immagini. Nelle opere dell’artista, la musica, il tempo e lo spazio sono delineati da metodi matematici poiché Ikeda esplora il suono come sensazione, accantonandone le proprietà fisiche per svelarne le relazioni con la percezione umana.

Ikeda si è guadagnato la reputazione di uno dei pochi artisti internazionali che operano con convinzione con il mezzo visivo e quello sonoro. Utilizzando il computer e le tecnologie digitali, i suo concerti datamatics audiovisivi (dal 2006 ad oggi) C41 (2004 – 2007) e FORMULA (2000 – 2006) suggeriscono un unico orientamento per il nostro futuro paesaggio e per la cultura multimediali. Le sue acclamate installazioni data.tron [prototype] (2007), data.film nº1-a (2007), data.spectra (2005), spectra [for terminal 5, jfk] (2004), spectra II (2002) e db (2002) continuano a diffondere l’estetica dell’”ultraminimalismo” di Ikeda. Data.tron di Ikeda è stato presentato anche nella collettiva Place at Space – (re)shaping everyday life allo Z33 di Hasselt, in Belgio fino al 25 maggio e datamatics [ver.2.0] è stato presentato all’Auditorium Melotti, per il Festival di Rovereto (7 maggio), e sarà proposto al Marseille Festival, in Franca il 1 luglio.

La prima mondiale di test pattern [live set] è andata in scena a Dissonanze a Roma (9 maggio).Negli ultimi 5 anni, Forma ha prodotto e diffuse tutte le i progetti espositivi e performativi di Ikeda nel mondo e ha lavorato con lui per cinque anni consecutivi.

Forma è una delle agenzie europee leader nel settore della produzione per l’arte contemporanea interdisciplinare d’alta qualità. Collaborando con alcuni dei più interessanti artisti attuali produce, diffonde e pubblica innovativi progetti che combinano abilmente diversi media, incluse le nuove forme ibride di musica, arte visiva, film, nuovi media, danza e live art. Progetti recenti includono le collaborazioni con Antony e Johnsons/Charles Atlas (Turning: Barbican, Londra, Romaeuropa Festival, Roma e altri, 2007), Charles Atlas/Fennesz (Optronica Festival, BFI, Londra, Centre Pompidou, Parigi ed altri, 2007), Carsten Nicolai/Ryuichi Sakamoto (insen: tour in Europa, Asia e Australia, 2005 & 2006), Lone Twin (Town Crying, varie locations nel nord-est dell’Inghilterra, 2007) and Beck’s Fusions (ICA, Londra, 2007).

Forma rappresenta anche il lavoro di Ryoji Ikeda, Lynette Walworth e Gina Czarnecki. Forma è supportato da Arts Council England.DREAM AMSTERDAM è organizzato da Dream Amsterdam Foundation. DREAM AMSTERDAM è nato dall’idea del direttore e curatore Jamain Brigitha. DREAM AMSTERDAM offre l’opportunità ad un artista visivo contemporaneo, noto internazionalmente, di utilizzare Amsterdam come fonte d’ispirazione, come studio, materiale, decorazione e luogo di esposizione.

DREAM AMSTERDAM 2008 è realizzato in collaborazione con la compagnia di produzione inglese Forma e si svolge durante l’Holland Festival. L’apertura il 6 giugno è realizzata in collaborazione con il locale Paradiso. DREAM AMSTERDAM 2008 è reso possibile da – tra gli altri – the Amsterdam Fund for the Arts, SNS REAAL Fund, Netherlands Foundation for Visual Arts Design and Architecture, Amsterdam Partners – I Amsterdam e Philips. L’energia usata per le installazioni luminose è generate da fonti sostenibili e riciclate.

www.dreamamsterdam.nl