RAUM - BOLOGNA
11 MARZO 2005

All’interno della rassegna Phonorama, viene presentato presenta una doppia live session audio-visuale, concepita per fare dialogare e co-operare il duo Imildra e il duo italo-belga Santi/Saule due realtà che si avvicinano nelle scelte relative ad un’ estetica-analogica sebbene nate in anni e provenienti da ricerche differenti.

La composizione di un’unica sessione live a 8 mani sarà dal lato visuale l’elaborazione d’immaginari di Fedra Boscaro (Imildra) attraverso tre proiettori di diapositive che cercano di rincorrere il proprio auto-focus integrati all’atmosfera da Super 8 ricreata da Mirco Santi. A livello musicale, l’esplorazione della materia vinilica di Saule attraverso paesaggi dilatati pluriripetuti si condenserà con la ricerca di Massimiliano Lacertosa (Imildra) tesa ad elaborare il feedback degli impianti di amplificazione audio.

Phonorama è la sezione di Raum dedicata agli eventi audiovisivi atti ad analizzare territori non ancora esplrati del Live Media. All’interno del progetto Xing, curatore da cinque edizioni del festival internazionale Netmage, Phonorama presenta eventi che non hanno una connotazione precisa: da un lato live performances, dall’altro presentazioni di percorsi personali, con un panorama aperto alle intrusioni, nato con una volontà di spaesamento e di trasversalità delle pratiche artistiche.

Imildra

E’ un progetto audio-visivo nato nell’estate 2004 dall’unione delle fotografie di Fedra Boscaro con la musica di Massimiliano Lacertosa. Bologna è il fulcro del loro incontro. Imildra era una parola sconosciuta di una lingua che ancora non esiste. Imildra vuol dire non localizzabile, mai, in nessun luogo; non riguarda ciò che non è ma ciò che sempre si trasforma e sempre sfugge alla comprensione anche se i suoi effetti si ripercuotono nella carne. Imildra è materia nomade senza meta sempre in esilio.

Mirco Santi

Vive e lavora a Bologna. È co-fondatore dell’Associazione Home Movies che si occupa della raccolta, catalogazione e riutilizzo di materiali filmici amatoriali : www.homemovies.it ha recentemente ricevuto la Menzione Speciale alla prima edizione del Premio Palinsesto Italia. Realizza cinema sperimentale da qualche anno, principalmente in Super 8. Alcuni dei suoi film sono stati proiettati alla Cinémathèque Française (2000-2001) e presentati nell’opera collettiva Jeune, dure et pure! Une histoire du cinéma d’avant-garde et expérimental en France (a cura di Nicole Brenez e Christian Lebrat, Cinémathèque Française/Mazzotta, Paris-Milano, 2001).

Saule (Xavier Garcia Bardon)

Musicista belga, ‘suona il giradischi’ in modo sperimentale, usando loops romantici, ritmi introspettivi e tutte le possibilità fisiche del vinile. E’ membro del duo belga Géographique e del gruppo d’improvvisazione Buffle. Tra varie collaborazioni Saule ha suonato con Kim Cascone e Tony Conrad ed è stato supporter di Thomas Köner e Sonic Youth. Collaborazioni con Scratch Pet Land e Benjamin Franklin. Ha pubblicato un album con l’etichetta belga Sub Rosa (s/t, 2003) e appare sulla compilation Netmage 04. Come critico collabora al sito internet franco-belga www.brdf.net, dedicato alla musica e al cinema sperimentale.

www.xing.it/raum.html