LIMONAIA DI VILLA STROZZI - FIRENZE
01 - 05 GIUGNO 2011

Un progetto a cura di:
Associazione culturale MUV, INTOOITIV organizzazione eventi

Nell’ambito di Firenzestate 2011

La settima edizione di Muv, festival di musica elettronica ed arti digitali, si svolgerà a Firenze dal 1 al 5 giugno 2011. Il programma, realizzato da Associazione Culturale Muv e Intooitiv organizzazione eventi, prenderà forma all’interno dell’esclusiva cornice della Limonaia di Villa Strozzi.

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno all’Anfiteatro delle Cascine, 30.000 presenze in solo 6 giorni, la manifestazione apre l’Estate Fiorentina 2011 con una ricca selezione di ospiti internazionali, workshop sempre più vicini alle nuove frontiere della sperimentazione digitale e contest dedicati all’interaction design, ai live media e al video.

Tra le main guest in programmazione nel primo giorno spicca sicuramente Monika Kruse, producer techno-funk tedesca che con il suo primo album “Changes of Perception” ha convinto pubblico e critica aggidicandosi il titolo di miglior album del 2008 su Germany’s Raveline Magazin. Da non trascurare sempre in questo giorno la presenza di Maceo Plex, producer originario di Miami ma di origini cubane che presenterà al Muv il suo ultimo album “Life Index” uscito nel febbraio 2011 su Crosstwon Rebels, l’etichetta di Damian Lazarus.

 

Il secondo giorno del festival è quello dedicato alle nuove sonorità “black”, spazio quindi a P Money, uno dei più promettenti Mc grime della nuova generazione, e a Sukh Knight producer dubstep dell’east London che, grazie alle sue produzioni su True Tiger Recordings, in pochissimi anni ha avuto un impatto fortissimo su tutta la scena inglese. I primi illustri testimoni di questa clamorosa ribalta sono David Rodigan, Jahcoozi, N Type, Plastician e Hatcha; ma la lista sarebbe ancora lunga.

Dopo le bassline di giovedì il terzo giorno del festival ospita, dopo quasi due anni di attesa, l’artista multimediale di origine britannica Scanner, dal vivo sul palco del muv insieme a Claudio Sinatti – regista milanese e ideatore di innovativi sistemi video spaziali e di visualizzazione del suono. In questa occasione i due artisti daranno forma al lavoro dei dieci allievi iscritti al workshop live video ensemble.

Altri nomi assolutamente degni di nota in questa terza giornata di programmazione del festival sono l’americano Jay Haze, attivo su etichette blasonate come BPitch Control e Cocoon, l’italiano Davide Squillace, uno dei maggiori esponenti della techno made in italy, e Marco Faraone, giovane talento di 22 anni molto apprezzato dai veterani della scena dance, uno su tutti Alex Neri.

Nel weekend saranno ben 5 le main guest sul palco della Limonaia di Villa Strozzi.

Nella giornata di sabato il programma propone Mark Broom, uno dei dj più popolari del Fabric di Londra attivo su 2020 vision e Bpitch Control al quale segue lo svedese Cari Lekebusch, dj producer accostato a nomi del calibro di Adam Bayer, Joel Mull, Alexi Delano e Jasper Dahlback, solo per citare alcuni.

Il giorno di chiusura, prevede l’apertura alle tre del pomeriggio all’interno del Parco della Limonaia e potrà vantare la presentazione in anteprima nazionale del nuovo album dei Minimono “Runaway”, già definito dagli addetti ai lavori come un eccezionale blend di house music e down-tempo. A seguire il live dei Supernova reduci dalla partecipazione al rinomato Ultra Music Festival 2011 di Miami, e gli Audiobullys, veri e propri pesi massimi della scena dance inglese considerati dai media alla stessa stregua di Groove Armada Basement Jaxx, Tom Dinsdale e Simon Franks.

Molti anche gli ospiti della più vivace scena locale e nazionale tra i quali citiamo: Miro, The Eming, Cole, Philipp, Ragnampiza, Pepesoup, Numa Crew, Dj Foster, Ganji Killa, Lorenzo Ballerini, Teo Naddi, Maal Bros, Samtech, M.a.r.e.k, Jaka, Lu Mi, Tomato Sound soup, Ponz.

Una menzione speciale spetta infine ai visuals che tesserano il bellissimo tappeto visivo che farà da sfondo alle performance del Muv: Werk, Niccolò Presenti, Influx, Vj lp, Pornorobotz, Urtropode.

MUV CONTEST

Il tema del muv contest 2011 è dedicato al gioco e alla sua interazione con la musica e le digital art. Nella lingua inglese il verbo “to play” ha un duplice significato. Da un lato si riferisce alla pratica del gioco dall’altro invece all’arte di eseguire la musica o dare vita ad una azione teatrale. Il campo semantico di questa parola racchiude quindi il concetto che sarà fonte di ispirazione del muv contest, un concorso suddiviso in tre diverse sezioni: interaction design, live media e short movie.

Lud in ! – LUDIC INTERFACES 01 è il titolo della prima sezione del muv contest, un progetto dedicato all’interaction design curato da Antonio Boldrini che offre la possibilità a giovani artisti, progettisti, studenti e appassionati di tutto il pianeta di mostrare al mondo le proprie creazioni all’interno degli spazi espositivi di MUV Festival 2011. La partecipazione è gratuita e aperta a (interaction) designers, artisti, ricercatori, architetti e studenti italiani e stranieri. Il divertimento è tutto ciò che è legato alla game art si sta rivelando una forma sempre piu efficace per l’apprendimento. Imparare giocando, questa la nostra sfida legata alle istallazioni interattive che prenderanno parte al festival nella prossima estate: “Fateci vedere come sensibilizzare il pubblico di tutte le età alla questione ecologia, al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia delle risorse idriche. Come insegnare lingue straniere o le nozioni fondamentali di matematica e fisica ai bambini, come imparare ad ascoltare, capire comporre musica e video attraverso dei giochi interattivi”.

La seconda sezione è invece dedicata alle live media performance. Attorno a questo nucleo tematico sono raccolti invece progetti performativi, creati da singoli artisti o gruppi di lavoro, che utilizzino le pratiche live insite nella natura dei nuovi media. Live Cinema, Mixed Media, performance audiovisive, dj associati a vj set, etc… sono tutti ambiti di produzione che indagaremo per scoprire nuovi talenti capaci di creare inedite forme di interazione tra suono e immagine, votate alla sinestesia e alla multimedialità. I progetti selezionati entreranno nel programma ufficiale di Muv 2011, condividendo il palco con importanti protagonisti della musica e delle arti elettroniche internazionali, e saranno promossi presso altre manifestazioni e festival.

La terza sezione infine, quella è invece rivolta agli short movie ed è curata da Piero Fragola.

Questo concorso si pone come obiettivo l’analisi di tematiche quali la competizione, i ruoli, il confronto, i conflitti e le tensioni sociali che vengono trasformati dal gioco in ludico equilibrio delle parti. Quanti sono i giocatori? Quali sono le regole del gioco? Qual’è l’obiettivo da raggiungere? I giocatori si esprimono attraverso i gesti, le parole, attraverso i codici imposti dal gioco, spesso con l’ausilio di elementi propri del gioco stesso. Cosa muta nel tempo? Cosa permane? Cosa scompare? Cosa attualizza il gioco rendendolo parte del nostro linguaggio quotidiano?

WORKSHOP


DJING & LIVESET CON ABLETON LIVE
A cura di Ableton

Per tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla “Computer Music”, Ableton Live, semplice e intuitivo da utilizzare, offre la possibilità di creare, modificare e personalizzare suoni in infinite combinazioni, e di riprodurre il tutto in live set.

LIVE VIDEO ENSEMBLE
A cura di Claudio Sinatti

Workshop di improvvisazione audiovisiva, ideato e curato da Claudio Sinatti in collaborazione con Daniele Ciabattoni. Scopo del workshop è di focalizzare l’attenzione dei partecipanti sull’aspetto performativo di questa pratica, la relazione con lo spazio, il pubblico, la musica, l’allestimento e il rapporto con gli altri membri dell’ensemble.


INTO THE PICTURE!
A cura di InFlux

Il workshop, rivolto a chiunque sia interessato al vjing, si focalizzerà sull’utilizzo che si può fare della fotografia all’interno di un vj-set: le tecniche di missaggio, sampling e destrutturazione dell’immagine stessa, approfondendo le potenzialità dei software e sperimentando tecniche di ripresa finalizzate ad una performance live.

CLUBBING PHOTOGRAPHY
A cura di Sandro Bini

Il lavoro sarà finalizzato alla realizzazione di un reportage fotografico su una serata di dance elettronica nell’ambito di Muv Festival 2011. Le foto selezionate saranno pubblicate sul sito e i social network di Muv Festival e Deaphoto.

L’IPAD DEL FOTOGRAFO
In collaborazione con Fnac e Fondazione Studio Marangoni
Seminario dedicato all’acquisizione di immagini da periferiche come iPhone, fotocamere wireless, connessione USB, al loro editing su Adobe Photoshop Express e all’uso di app di fotoritocco come “touch retouch” e “photo retouch”.

VIDEOZONE

La rassegna propone una panoramica dei lavori più contemporanei nel campo video, mettendo a confronto il meglio della produzione giovanile con opere di video artisti tra i più affermati sulla scena mondiale. La selezione presenta opere di vario genere scelte in base all’innovatività e alla capacità di unire tecnologia e creatività artistica in modo originale.

Per l’edizione 2011 saranno presentati nell’Anfiteatro della Limonaia di Villa Strozzi di Firenze i seguenti progetti:

– LPM (Live Performers Meeting) – Selezione speciale 2010

– CELESTE PRIZE – Selezione video 2010

– ROMA EUROPA WEB FACTORY – selezione video 2011

– VIEW FEST – Digital Movie Festival

– MUV FESTIVAL – Volume 5

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn