E’ disponible online presso il sito Interactivesotiry.net il primo dramma completamente interattivo del mondo. Realizzato dallo studio indipendente Procedural Arts (costituito da artificial intelligence researcher e developers Andrew Stern e Michael Mateas), Façade è un vero e proprio dramma interattivo ad atto unico, completamente disponibile online.

Per mezzo pratiche artistiche interdisciplinari e tecnologie di intelligenza artificiale, Mateas e Stern hanno progettato una nuova architettura per supportare sia il comportamento interattivo che lo svolgimento della storia narrata. All’interno quindi di questa architettura, i due progettisti hanno costruito un mondo virtuale in 3D abitato da personaggi controllati dal computer, in cui però lo spettatore è in grado di interagire e fruire quindi del racconto mediante una prosettiva in prima persona.

Accolto da molti critici come il vero esempio di video game del futuro, Façade consente al giocatore di usare il proprio nome intepretando il ruolo di un amico di lunga data di Grace e Trip, una coppia attraente e di successo sulla trentina. Il ruolo centrale del giocatore si manifesta quando una sera prende parte a una furente lite della coppia, costretto a prendere posizione per l’uno o per l’altra e contribuendo così alla rottura del loro matrimonio, ma costringendoli nello stesso tempo a re-intepretare il dramma allo scopo di scoprire come le loro interazioni possano eventualmente cambiare il corso degli eventi e portare a un finale differente, magari più felice.

Façade non è quindi come la maggior parte dei video games in cui il giocatore è in grado di guidare lo svolgimento degli eventi attraverso normali interazioni, conversazioni in linguaggio naturale con i personaggi del game, liberi movimenti in un paesaggio 3D. E Façade non è nemmeno con altri videogiochi interattivi esistenti, dato che in questo caso i personaggi guidati dall’intelligenza artificiale del computer si muovono attivamente nella storia, senza aspettare un comando o click dell’utente. Il computer è infatti in grado di controllare la personalità di Grace e Trip, i loro comportamenti, le loro espressioni facciali e l’animazine dei loro corpi. Inoltre l’intelligenza artificiale del computer controlla l’interazione dell’utente e modifica lo svolgimento della storia in base a essa, senza considerare la presenza di un innovativo sistema di codifica testuale che consente di eliminare il fastidisoso messaggio “I don’t understand” tipico della magior parte dei videogiochi interattivi basati su testi e dialoghi scritti.

Nel 2004, una prima versione di Façade fu finalista all’Indipendent Games Festival di San Josè e fu esibita presso l’Inter Society of Electronic Art (ISEA) in Scandinavia.

www.proceduralarts.com/