TEATRO DIMORA, CRT - L'ARBORETO DI MONDAINO, MILANO
15 - 22 OTTOBRE 2005

Le vecchie utopie sociali sono morte, ma nuovi modi di “immaginare” e realizzare “mondi migliori” si stanno concretizzando “qui e ora” senza rimandare la soluzione delle ingiustizie in un lontano ed ipotetico futuro che non esiste più: perchè il futuro è adesso, non è più domani.

“Cercando Utopie: contagio” non racconta una storia ma cerca di esprimere, attraverso 10 azioni sceniche, l’immaginario di coloro che stanno realizzando un altro mondo possibile.

E’ un teatro politico che non vuole denunciare o criticare ma piuttosto schierarsi dalla parte di chi “critica facendo”.Le persone e i movimenti che stanno “attuando un futuro migliore” hanno parole e immaginari che nascono dal “fare” e che vanno oltre i soliti schemi estetici e politici.

La performance “Cercando utopie: contagio” è dedicata a tutti loro: è nata dall’irriverente “diritto al Delirio” di Galeano, si è svezzata con un certo Brecht riscritto da Don Durito della Lacandona, si è nutrita dei testi di Marcos e degli zapatisti, ha bevuto dai bicchieri di tanti “pensieri dal basso”, ha ascoltato il “suono della foresta che cresce”, ha bruciato e ringraziato antenati, si è scrollata di dosso quasi tutte le parole che aveva e ha impastato visioni e pixel su un velo da sposa … infine adesso si mostra continuando a cercare “quello che manca” …

Lo spettacolo è composto da “10 scene con video proiezioni” che possono essere adattate a diversi contesti e spazi. Tutta la drammaturgia è stata realizzata per essere replicata anche da “non professionisti” (questa è la sua piccola utopia teatrale) di cui se ne auspica il coinvolgimento “contagiante” ad ogni replica. Infatti ogni spettacolo sarà preceduto da almeno due giornate di laboratorio in modo da “preparare” alcune persone del luogo a diventare performer nella relativa replica. Riceveranno così tutte le informazioni e i “software” necessari in modo che ognuno di loro possa diventare a sua volta un “replicatore contagiante” della performance.

La performance teatrale “Cercando utopie: contagio” nasce da una serie di laboratori di scrittura collettiva sul tema delle nuove utopie, e fa parte del Progetto EutopiE (che vuol dire “luoghi felici”). Tutte le istruzioni e i materiali necessari alla realizzazione della performance sono contenuti nel“Kit Drammaturgico per Cercando Utopie: contagio” liberamente scaricabile dal sito sotto licenza “Creative Commons”.


www.eutopie.net