CENTRO CONGRESSI FACOLTA' DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE - ROMA
18 NOVEMBRE 2005

56ktv bastard channel è un progetto d’arte in rete iniziato e finanziato dalla divisione Arti visive della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia e xcult. Il curatore del progetto è Reinhard Storz, in collaborazione con Monica Studer e Christoph van der Berg. Bastard channel è un progetto che sovrapone televisione e web, una piattaforma in rete che narra sé stessa come la storia di una stazione televisiva. Il programma dell’emittente ha collaboratori in tutti i continenti e si può accedere dal mondo intero.

Gli artisti coinvolti sono :

ore 16.00

[Next2Frame], progetto che intende diffondere la cultura delle nuove arti digitali, e la Fondazione svizzera per la cultura Pro-Helvetia organizzano un incontro con alcuni dei rappresentanti del progetto internazionale di arti online < 56ktv bastard channel >. Per la prima volta saranno presenti in Italia dopo essere stati invitati dai più rinomati festival internazionali di arti digitali come Ars Electronica a Linz, Transmediale a Berlino e il Viper Media Festival a Basilea, e verrà dato modo agli artisti di presentare i loro progetti e spiegare le loro opere, affrontando temi relativi all’impatto delle nuove tecnologie sulla società contemporanea, sempre piu spesso definita società digitale.

Alla conferenza parteciperanno :

Rehinard Storz, Basilea. Docente di arte e teoria delle comunicazioni presso l’Universitá di Arte e Design di Basilea. Ha lavorato come curatore del Viper Media Festival 04. Autore del piano generale del progetto < 56ktv bastard channel >, editore e curatore della piattaforma d’arte xcult.

Birgit Kempker, Wuppertal ( Germania ), vive a Basilea, ha studiato arte e letteratura. Autrice del canale ” The Sphinx, the adviser program”, un progetto che parla del linguaggio e della semantica della vita. Colui che si sintonizza su questo canale verrà messo in contatto con un tele-oracolo, a cui potrà porre delle domande riguardanti la propria vita e aspettare che la sfinge in persona o la sua macchina risponda.

Beat Brogle, Svizzera, vive e lavora a Berlino. Autrice del canale ” The Series, a TV miniplot enciclopedia “. I suoi lavori, esibiti di recente alla 3a Biennale Internazionale di Media Art a Seoul, Transmediale 04 di Berlino e al CCP / Centro per la Fotografia Contemporanea di Melbourne 2004, indagano il problema della trasformazione e associazione morfologica al margine della percezione visiva. Coinvolge diversi tipi di media, dalla pittura alla scultura fino ad arrivare al video e le installazioni interattive.

Christoph Storz – in arte Estee Oarsed Aarau ( Svizzera ), vive e lavora tra Aarau e Bangalora ( India ), ha studiato presso l’Accademia d’Arte di Roma e l’Università d’Arte di Vienna. I suoi lavori cercano di intrappolare l’incongruenza tra il linguaggio della parole e quello della rappresentazione visiva. Come lui stesso definisce ” The erratic has its methods. The goal and the truth of the erratic is the logical fallacy “

www.56k-bastard.tv

http://next2frame.altervista.org