iMAL, Center for digital cultures and technology, Brussel
03 / 09 / 2020 – 17 / 01 / 2021

iMAL ha il piacere di invitarvi a Post Growth, una mostra organizzata dal gruppo DISNOVATION.ORG con Baruch Gottlieb, Clémence Seurat, Julien Maudet e Pauline Briand.

Quali fattori ideologici, sociali e biofisici hanno causato l’attuale crisi ambientale? Su cosa è possibile fare leva per sviluppare pratiche trasformative e immaginari che riescano a prevalere sul continuo aumento del nostro consumo energetico?

L’esposizione consiste in sei opere d’arte che ci spingono a mettere in dubbio le nostre narrazioni dominanti riguardo alla crescita e al progresso, e ci inducono a esplorare le radicali implicazioni di un modello economico teoretico basato sulla luce emessa dal sole.

La mostra esplora le prospettive per un allontanamento dallo sfruttamento eccessivo dei combustibili fossili, dell’antica luce del sole, la forza su cui la riproduzione della nostra società dipende oggi.

Questa serie di opere riconcepisce il metabolismo sociale attraverso la consapevolezza dell’energia di cui esso necessita, riconduce la sopravvivenza umana alle qualità vive e materiali della biosfera e lo fa attingendo all’ecofemminismo, alle conoscenze indigene, alla contabilità ambientale e al materialismo storico.

In aggiunta all’esibizione primaria una serie di workshop, dibattiti e interviste filmate esploreranno ulteriormente le forme che una società post-fossile potrebbe assumere e le sfide che dobbiamo affrontare per raggiungere questo obiettivo.

Post Growth è un invito a compiere una valutazione collettiva e pratica del future della vita sulla terra, del concetto di crescita in tutte le sue sfaccettature e implicazioni, dei limiti della tecnologia, della politica e della nostra immaginazione.

A causa delle restrizioni rese necessarie dall’emergenza COVID-19, per questa inaugurazione opereremo in modalità ‘primo arrivato, primo servito‘ fino a esaurimento posti. Confermando la vostra presenza potremo assicurarci di offrire uno spazio adeguato a tutti i nostri ospiti. Vi preghiamo quindi di scrivere all’indirizzo communication@imal.org indicando l’orario preferito per la vostra visita.


Link: www.imal.org