Kunsthall Trondheim, Trondheim - Norway
04 / 03 / 20 - 03 / 05 / 20

La mostra di Jenna Sutela “NO NO NSE NSE NSE” al Kunsthall Trondheim è la prima grande mostra individuale istituzionale dell’artista. Attraverso l’ultima serie di opere di Sutela, tra cui i nuovi fotogrammi commissionati appositamente per l’occasione, la mostra esplora l’intelligenza artificiale e in particolare il rapporto tra casualità e controllo nei sistemi organici e inorganici.

La fantascienza è un tema ricorrente nel lavoro di Sutela. Così come lo è la ricerca di andare oltre i limiti del linguaggio creato dall’uomo, sia scavando nell’intelligenza artificiale e nell’apprendimento automatico, sia orientandosi verso tecnologie come dispositivi sciamanici o possibili mezzi per incanalare la semantica aliena.

Il lavoro di Sutela ci spinge a considerare altre specie non umane alla stregua di esseri intelligenti, come il protista melmoso Physarum polycephalum, un organismo unicellulare ma “a più teste” conosciuto come un computer naturale. Viene utilizzato, tra l’altro, per studiare complesse infrastrutture umane come la rete ferroviaria di Tokyo. Sutela propone il suo lavoro con il protista melmoso come modello contro le gerarchie antropocentriche, per puntare invece su un’organizzazione decentralizzata e su una profonda connettività della coscienza e del mondo materiale.

La mostra presenta gli esperimenti di Sutela sull’inserimento di alimenti in fermentazione nelle “viscere” di un computer per generare reazioni imprevedibili. Il suo lavoro I Magma rivisita la storia dell’uso delle lava lamp come generatori di numeri casuali e cerca modelli, segni e significati nelle bolle di tinta liquida in movimento in un’applicazione mobile. Le lava lamp di Sutela sono realizzate a forma di testa e per il Kunsthall Trondheim ha prodotto nuovi fotogrammi basati su questi ritratti neuroplastici.

NO NO NSE NSE invita gli spettatori ad avvicinarsi alle macchine non come modelli o espansioni della mente umana, ma in quanto tali.

Una pubblicazione con nuovi testi e interviste di Lars Bang Larsen, Stefanie Hessler, Lars TCF Holdhus, Caroline A. Jones, Allison Parrish, Hans Ulrich Obrist e Ben Vickers sarà co-pubblicata da Kunsthall Trondheim, le Serpentine Galleries e Koenig Books.


kunsthalltrondheim.no