Reports

afterglow: la ventisettesima edizione di transmediale. Un report non linerare

Commissioned works, performances, conferences, talks, and an Internet black market have spiced up afterglow, the 27th transmediale that has taken place between 29.01 and 02.02 as usual at Haus der Kulturen der Welt in Berlin. Under the multiple meanings of the afterglow, and slogans such as “How do you feel today?” “Feel Healthy, Feel Fit”, the debate has rotated around the different approaches towards e-waste, cloud computing, surveillance, mining, big data, and whistle-blowers.... READ MORE...

Stamatia Portanova: Moving Without a Body, MIT Press

Quali differenze fa l’idea del digitale? Il libro di Stamatia Portanova, Moving Without a Body, recentemente pubblicato nella collana "Technologies of Lived Abstraction" della casa editrice MIT Press, offre una prospettiva provocatoria sul tema di danza e coreografia nell’era del digitale. Come possono la connessione digitale, il mondo composito dei video, le tecnologie di motion capture e i software per le coreografie utilizzati dagli artisti, separare la danza dalla percezione quotidiana del nostro corpo?... READ MORE...

MIRA 2013. Tra mapping, musica e ricerca

Il 14, 15 e 16 Novembre scorso si è svolta a Barcellona la 3ª edizione del MIRA, Music and Visual Arts Festival. Gli obiettivi, le idee e le ambizioni del MIRA 2013 sono evidentemente cresciute e maturate rispetto alle edizioni precedenti.... READ MORE...

Creative Coding for Live Visuals. L’attività open source del Nord Baltico

Il progetto Creative Coding for Live Visuals ha visto la luce grazie a Irina Spicaka ed è stato organizzato a Helsinki in cooperazione con la piattaforma Pixelache e con il festival AAVE. Dal 10 al 13 aprile, a Helsinki, hanno avuto luogo 3 diversi workshop, una mostra e un evento audiovisivo - Aalto Node Gallery (mostra), Aalto FabLab (workshop) e bar Sandro (evento finale).... READ MORE...

Jonathan Harris: l’uomo con la telecamera. I Love Your Work

Nelle 10 storie contenute nel nuovo film interattivo di Jonathan Harris, I Love Your Work (2013), per 10 giorni, l'autore ha seguito 9 donne impegnate nella realizzazione di una serie porno-lesbo, documentando un arco di 24 ore per ognuna (e una per due volte), filmando più di 2000 clip da 10 secondi ad intervalli di 5 minuti alla volta... READ MORE...

Libre Graphics Meeting e Interactivos?’13: Tools for a Read-Write World

"Future Tools" è stato il titolo dell'ottava edizione del Libre Graphics Meeting che si è tenuto quest'anno dal 10 al 13 Aprile a Madrid presso la nuovissima sede del Madia Lab Prado. Per la prima volta questo meeting si è dato un titolo per indicare non solo la spinta verso la ricerca di nuovi tools ma anche per rimarcare la necessità di allargare l'utilizzo di software FLOSS (Free Libre Open Source Software) ad un pubblico sempre più ampio. Le novità quest'anno sono state molte. La più importante è stata senza dubbio la coincidenza del meeting con l'organizzazione di Interactivos?'13: Tools for a Read-Write World.... READ MORE...

Mapping Festival. Un piccolo tesoro tra le Alpi Svizzere

La nona edizione del Mapping Festival si è svolta dal 2 al 12 Maggio in diversi luoghi della città di Ginevra (Svizzera). Sono stata invitata da Ana Ascencio, co-curatore del festival a seguire il week-end conclusivo di Mapping che quest’anno ha presentato un intero programma denso di performance audiovisive, installazioni, workshops, club nights, conferenze, tavole rotonde, e proiezioni video all’aperto.... READ MORE...

Get Physical Music. Ritratto di una label

La storia ufficiale della Get Physical Music, etichetta berlinese fra le più apprezzate da pubblico e addetti ai lavori nella scena clubbing internazionale, best-selling di Beatport, inizia nel 2002, quando i dj e produttori celati dai moniker M.A.N.D.Y., Dj T e Booka Shade decidono di far diventare un lavoro la loro passione per la musica elettronica, house in particolare.... READ MORE...

Con ogni mezzo necessario. “Disturbances” del Critical Art Ensemble

Arte, tecnologia e attivismo esplorati da ogni media possibile. Conosco pochi progetti artistici che hanno intrapreso un percorso così lungo, profondo e impegnativo, attraverso questi tre punti chiave, con una tale energia come il Critical Art Ensemble (CAE). Forse ne è valsa la pena aspettare 25 anni per vedere finalmente questa grande quantità di materiali, performance, documenti e immagini prodotti dal CAE, messi insieme e organizzati in un’unica raccolta. Il libro Disturbances, pubblicato da Four Corners Books... READ MORE...

La nuova guida esplorativa alla cultura digitale Olandese, di Virtueel Platform

Virtueel Platform, parte del New Institute di Rotterdam, la cui missione è quella di "stimolare e rafforzare la cultura dell'innovazione condividendo la conoscenza della cultura elettronica e aumentando la sua visibilità con lo scopo di offrire la possibilità di esplorare e lavorare con una serie di organizzazioni che si occupano di media art in Olanda, ha pubblicato la sua Guida definitiva lo scorso Dicembre 2012... READ MORE...

Italian Conversations. Alla scoperta dell’arte contemporanea in Italia

Sviluppando quotidianamente questo percorso, dopo Rotterdam, Monaco, Berlino, Dresda, Copenaghen, Riga, la Svizzera e Bruxelles, su invito delle curatrici della Nomas Foundation Cecilia Canziani e Ilaria Gianni, Rob e Nienke hanno pubblicato quest’anno la loro indagine sull’Italia, "Fucking Good Art: Italia. Issue #28, Italian Conversation – Art in the age of Berlusconi", frutto di una residenza itinerante durata quasi un anno.... READ MORE...

Continuando a usare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici presenti. Leggi la nostra privacy policy cookies policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close