Interaction

Rafael Lozano-Hemmer “Unstable Presence”

Coprodotta dal MAC di Montréal e dal Museum of Modern Art di San Francisco, e co-curata da Rudolf Frieling e Lesley Johnstone, Unstable Presence offre una nuova prospettiva concettuale sul lavoro di Rafael Lozano-Hemmer nell'ultimo decennio, esplorandone la dimensione poetica e politica alla luce di uno dei suoi concetti fondamentali: la nozione di co-presenza.... READ MORE...

“Only Human” presenta le opere degli artisti in residenza del Nokia Bell Labs

Tre ex membri di NEW INC hanno collaborato con i ricercatori dei Nokia Bell Labs per produrre nuovi progetti artistici ispirati o realizzati con le tecnologie dei Bell Labs. I tre progetti sono incentrati sui temi della collaborazione uomo-macchina, dell'intersoggettività, della sorveglianza e delle dinamiche di potere e del nostro rapporto simbiotico con la tecnologia. La partnership rappresenta una collaborazione esclusiva che fonde arte e tecnologia per cambiare l'umanità.... READ MORE...

I was raised on the Internet

Quasi 100 opere che spaziano tra fotografia, pittura, scultura, film e video, ma anche nuove tecnologie ed elementi interattivi, in una mostra che si focalizza su come internet abbia cambiato il nostro modo di vivere il mondo. I Was Raised on the Internet documenterà un momento specifico, dal 1998 ad oggi, e si concentrerà sui cambiamenti del millennio.... READ MORE...

“de-leb”: una mostra collettiva sul valore acquisito dai dati

de-leb, che sta per dead celeb, è una mostra collettiva che si interroga su come il valore sia maturato attraverso l'analisi dei dati del quantified self da parte di aziende come Cambridge Analytica. Realizzata da Ami Clarke in collaborazione con Paul Purgas e Tom Pearson, la mostra ospita un esperimento di scrittura collettiva, con la partecipazione di artisti, scrittori ed esperti di tecnologie.... READ MORE...

I “Social Facts” di Susan Hiller alle OGR

Social Facts è il titolo scelto da Susan Hiller per la sua mostra alle OGR, curata da Barbara Casavecchia. Hiller è affascinata da come la tecnologia influenza la nostra percezione del mondo e da quanto Internet sia oggi un gigantesco archivio globale di racconti, storie e confessioni, ora che la comunicazione viaggia attraverso le “bolle” individuali e collettive dei social media.... READ MORE...

“Coded Nature”: la prima personale del duo Studio Drift

Il lavoro di Studio Drift occupa un posto unico nel punto di intersezione tra tech art, performance e biodesign. Lo Stedelijk Museum è un museo che da sempre attribuisce grande importanza sia all'arte che al design che alla performance, ed è il luogo ideale per esporre la prima personale del noto duo olandese e il suo lavoro transdisciplinare.... READ MORE...

Reimmaginare il nostro universo dopo Einstein: la mostra Gravity al MAXXI di Roma

Fino al 29 aprile al MAXXI di Roma è in corso Gravity, una mostra curata da Luigia Lonardelli, Vincenzo Napolano e Andrea Zanini e dedicata alla teoria della relatività generale di Albert Einstein, che esplora la fisica moderna e il rapporto di interdipendenza tra arte e scienza che è alla base della ricerca contemporanea, al limite tra passato e presente, materiale e immateriale.... READ MORE...

Critical Interfaces Cultures. Cuori spezzati, cuori viola, cuori pulsanti.

Le interfacce possono essere comprese attraverso l'effetto che generano su di noi e il modo in cui modificano la nostra concezione di un luogo, ci danno un'idea d'identità e ci permettono di sedurre gli altri attraverso di esse. Una nuova rubrica, o piuttosto un palinsesto, che attraverso interviste, dialoghi e brevi saggi ci condurrà nell'esplorazione di superfici, gesti, autori e visioni del digitale.... READ MORE...

Simposio #2: un incontro su arte, tecnologia e società

Marco Mancuso sarà ospite il prossimo 14 Febbraio 2018 a Roma di "Simposio #2: un incontro su arte, tecnologia e società", nell'ambito dei ciclo di incontri a cura dello studio di media design NONE Collective. Con la partecipazione di Quayola, Emanuele Braga (Macao) e Matteo Cremonesi (Iocose)... READ MORE...

Non solo una questione di geni: il genoma umano in mostra al MUSE

Oggi più che mai, dai laboratori dei centri di ricerca,i temi caldi del dibattito scientifico si riversano nelle nostre case scatenando discussioni non meno accese. In un panorama come questo, il MUSE di Trento ha da poco inaugurato la mostra Genoma Umano: quello che ci rende unici, dedicata a conoscere più a fondo il nostro patrimonio genetico e il suo ruolo fondamentale nel definirci come individui.... READ MORE...

I am here to learn: On Machinic Interpretations of the World

Un sistema intelligente ha coscienza o percezione di sé? Una macchina è in grado di sviluppare la propria immagine del mondo? E quanta autonomia vogliamo concedergli adesso e in futuro? Curata da Mattis Kuhn e da Franziska Nori una collettiva tematica al Frankfurter Kunstverein presenta artisti internazionali, con opere che tematizzano i processi coinvolti nella percezione macchinica e nell'azione autonoma.... READ MORE...

Otherly Space / Knowledge

Nel mondo attuale, ogni tipo di conoscenza viene trasformata in dati, che, in contrasto con una piattaforma tecnologica che punta all'unificazione, formano uno "Spazio Altro"che corre in parallelo al mondo reale. Una mostra in arrivo presso l'Asian Culture Center presenta una varietà di progetti che insieme affrontano i problemi dello spazio, della creazione di conoscenza, della visualizzazione e dei dati sociali.... READ MORE...

Hyperobjects: una mostra sulla presente crisi ecologica

Curata da Laura Copelin e Timothy Morton, una mostra collettiva che raccoglie spunti tratti dalla teoria di Morton per affrontare la vastità della crisi ecologica di oggi. In linea con l'idea di iperoggetto, la mostra cerca di creare incontri con opere d'arte e oggetti non artistici, che decentrino ed espandano la scala della percezione umana.... READ MORE...

“La Camera Insabbiata” di Laurie Anderson e Hsin-Chien Huang

L'edizione in mostra a TFAM è la prima volta che La Camera Insabbiata viene proiettata dopo la premiazione come Best VR Experience alla 74. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Si tratta di un lavoro di realtà virtuale, frutto di una collaborazione tra Laurie Anderson e il new media artist Hsin-Chien Huang, che offre uno spazio di pensiero virtuale che supera i pensieri, decostruisce il linguaggio e capovolge i sogni del pubblico.... READ MORE...

Un incontro al makerspace con la fashion tech designer Anouk Wipprecht

Il suo lavoro come fashion tech designer porta Anouk a viaggiare in tutto il mondo realizzando installazioni e prodotti che mescolano l'estetica futuristica del design fabbricato digitalmente, con le componenti più innovative delle tecnologie indossabili. Attraverso l'uso della robotica e dell'hardware open source, finalmente la moda inizia a parlarci.... READ MORE...