Data Visualization

The Numerical Self: un passo nella moda futuristica di Flora Miranda

L'auto-ottimizzazione e il self-tracking sono in voga da tempo; come ha notato Deborah Lupton, il movimento del Quantified Self non è solo una pratica di auto-miglioramento, ma anche un'estensione della memoria in forma computerizzata. Flora Miranda traduce i dati e l'intera idea di un corpo immateriale in abiti in stampa 3D, proiettandoci nel futuro attraverso la moda e considerando l'idea di diventare eterni online.... READ MORE...

Ryoichi Kurokawa. al-jabr (algebra)

al-jabr (algebra) è la prima mostra personale in un'istituzione Italiana dell’artista giapponese Ryoichi Kurokawa, che inaugura venerdì 14 settembre 2018 alla Galleria Civica di Modena. A cura di NODE – festival internazionale di musica elettronica e live media che si svolgerà a Modena dal 14 al 17 novembre 2018... READ MORE...

“Biorhythmic drawing”: raccogliere dati dal corpo

Le immagini dell'interno del corpo sono generate da tecnologie che tramite l'interazione di onde sonore, elettroni o onde magnetiche ci permettono di vedere in un corpo vivo, e di conseguenza modificabile e completamente controllabile. In Biorhythmic drawing l'artista Daksha Patel esplora i modi in cui i dati catturati dal corpo umano vengono visualizzati, visti e percepiti.... READ MORE...

Across & Beyond: Post-digital Practices, Concepts, and Institutions

Questa raccolta di saggi è stata pensata e sviluppata dal festival Transmediale di Berlino in occasione del suo trentesimo anniversario, e raccoglie saggi e contributi di teorici e media artisti internazionali per offrire al pubblico un approccio critico al cosìdetto "post-digital landscape", rappresentando anche un'ulteriore esplorazione teorica di tematiche affrontate nell'ultima edizione del festival.... READ MORE...

Otherly Space / Knowledge

Nel mondo attuale, ogni tipo di conoscenza viene trasformata in dati, che, in contrasto con una piattaforma tecnologica che punta all'unificazione, formano uno "Spazio Altro"che corre in parallelo al mondo reale. Una mostra in arrivo presso l'Asian Culture Center presenta una varietà di progetti che insieme affrontano i problemi dello spazio, della creazione di conoscenza, della visualizzazione e dei dati sociali.... READ MORE...

Human-data interaction secondo la prospettiva dell’Industria 4.0 – parte 2

Nell'esplorazione dell'influenza che le tecnologie per l'Industria 4.0 hanno nel ridefinire il rapporto tra l'uomo e la macchina, un nodo fondamentale è il rapporto tra l'individuo e i dati. Lo strumento principale che viene utilizzato per ragionare attorno ai dati è la visualizzazione. Attraverso la visual research Kim Albrecht trasforma dati e numeri in immagini per capire il mondo, usando elementi visivi e grafici per creare conoscenza.... READ MORE...

Human-data interaction secondo la prospettiva dell’Industria 4.0 – parte 1

Nell’esplorazione dell’influenza che le tecnologie per l’Industria 4.0 hanno nel ridefinire il rapporto tra l’uomo e la macchina, un nodo fondamentale è il rapporto tra l’individuo e i dati. Lo strumento principale che viene utilizzato per ragionare attorno ai dati è la visualizzazione. Attraverso la visual research Kim Albrecht trasforma dati e numeri in immagini per capire il mondo, usando elementi visivi e grafici per creare conoscenza.... READ MORE...

Unire forma estetica e funzione tecnica. Intervista con Michael Takeo Magruder

Michael Takeo Magruder è un ricercatore e visual artist che lavora con i nuovi media realizzando opere in e su Internet. Il suo lavoro esplora temi che spaziano dalla critica dei media al giornalismo estetico e dal formalismo digitale all'estetica computazionale, sfruttando tecnologie e sistemi dell’Era dell’Informazione per analizzare il nostro mondo mediatico ed iperconnesso.... READ MORE...

The Glass Room

A Londra è in corso un'esposizione pop-up che attraverso opere d'arte, progetti speculativi, video interattivi, animazioni ed attivismo mette in mostra i dati per renderli più tangibili e meno astratti, aiutando il pubblico a fare scelte consapevoli in campo digitale. L'evento è curato dal Tactical Technology Collective e presentata da Mozilla.... READ MORE...

La concretizzazione materica dei principi scientifici

Alcuni designer ed artisti si propongono di tradurre principi scientifici legati al rapporto tra artificiale e biologico attraverso oggetti tridimensionali, che possono essere impiegati come “concretizzazioni” materiche che cristallizzano fenomeni e conoscenze. Un esempio è quello dei gioielli customizzati ottenuti mediante generazione parametrica a partire dal DNA.... READ MORE...

Rinascita divina. Spacejunk di David Bowen

Davanti a Spacejunk di David Bowen, non si può fare a meno di percepire una forma di pietà religiosa che ha preso forma nello spazio espositivo. I 50 ramoscelli, controllati da servo motori e montati su alti e sottili piedistalli metallici, alzano le braccia come in un atto di supplica, a mano a mano che rifiuti spaziali si sollevano sopra l’orizzonte.... READ MORE...

Modellando futuri possibili. Intervista a Pinar Yoldas

Presentando il proprio lavoro nel corso di una conferenza alla School of The Art Institute di Chicago nel 2016, Pinar Yoldas elenca tra i propri campi di ricerca la biologia sintetica, il turbocapitalismo, i big data, le emissioni di CO2, la nano medicina, i cambiamenti climatici, la bio-accumulazione e il post-umanesimo.... READ MORE...

Graphical Abstracts: la visualizzazione della scienza

L’attenzione verso il modo di agire del design, che hanno dimostrato gli ambiti economici e del marketing attraverso il design thinking sta iniziando a comparire anche negli ambienti scientifici. Il design può fornire alla scienza un supporto nella comunicazione ma anche indicazioni su come occupare nuovi spazi di azione, proporre nuove tematiche che rispondano alle esigenze della società e del mercato o stimolare la “capacità creativa” della scienza.... READ MORE...

Christina McPhee, l’estetica politica della Natura

Christina McPhee with different media, spanning from video and digital technologies, to drawing, painting, and photography. Her works are stunning, intricate and abstract figures in which the artist combines both digital and traditional techniques in order to give a visual representation of her ideas, experiences, and her strong engagement with nature and its processes of creation and destruction.... READ MORE...

Blowing the Whistle, Questioning Evidence – Web Residencies 2017 by Solitude & ZKM DEADLINE 10/03/2017

Qual è il ruolo dell'arte rispetto alla fuga delle informazioni? Quali tattiche e strategie di resistenza si possono immaginare all'interno e oltre il paradigma tecnologico? "Blowing the Whistle, Questioning Evidence", la Call No.1 del programma Web Residencies 2017 di Akademie Schloss Solitude e ZKM - Zentrum für Kunst und Medien Karlsruhe, curata da Tatiana Bazzichelli, esplora le possibilità di cambiamento politico e sociale evocate dalle nuove tecnologie. Artist*, hacker, informatici, teorici/che, critici/che ed attivist* possono inviare le loro proposte dal 27/02 al 10/03/2017.... READ MORE...

Nascondere e rivelare: Intervista a Ruben Pater

Ruben Pater è designer e ricercatore. Ha completato un Master al Sandberg Institute nel 2012, e come Untold Stories lavora su progetti indipendenti e collaborativi a cavallo tra giornalismo e graphic design. Il suo lavoro è stato premiato a livello internazionale varie volte ed è apparso in tante mostre in giro per il mondo... READ MORE...

Continuando a usare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici presenti. Leggi la nostra privacy policy cookies policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close