Contemporary Art

No Looking Back, Okay?

La UGM | Maribor Art Gallery presenta la mostra collettiva internazionale No Looking Back, Okay?. Basata su un’ampia varietà di diversi mezzi espressivi come le installazioni, la fotografia, il disegno, i video, i film e l’arte partecipata, la mostra indaga sulle potenzialità del passato.... READ MORE...

Spare Parts. Rethinking human repair

SPARE PARTS è la nuova mostra alla Science Gallery di Londra che esplora l’arte, la scienza, l’etica e la tecnologia che permettono di riparare e modificare l’uomo. Esamina il tema del trapianto di organi e della rigenerazione dei tessuti attraverso le risposte creative di artisti e designer di fama mondiale.... READ MORE...

Speaking Power to (Post) Truth

La Jane Lombard Gallery presenta la mostra collettiva Speaking Truth to (Post) Power, curata da Sara Raza (già curatrice del Solomon. R Guggenheim Museum di New York per la Guggenheim UBS MAP). La mostra riunisce una costellazione di sei artisti contemporanei che si uniscono per realizzare una serie di modelli che analizzano le associazioni storiche profonde insite nella coscienza umana e nella verità.... READ MORE...

“Between and Beyond”: un sondaggio sulle opere di Dieter Jung

Con la mostra Dieter Jung. Between and Beyond, il ZKM (Centro per l’Arte e Tecnologia dei Media) renderà onore all’ampio lavoro dell’artista di Berlino Dieter Jung a cui è stato strettamente associato sin dalla sua fondazione. Oltre agli ologrammi, composizioni olografiche mobilie spazi luminosi olografici, la mostra include dipinti, disegni e stampe dell’artista.... READ MORE...

“Amos’ World: Episode Three” di Cecile B. Evans al Museo Madre

Il Madre, museo d’arte contemporanea Donnaregina della regione Campania ha presentato l’anteprima italiana dell’ultimo episodio della trilogia Amos’s World – Amos’ World (Episode Three) – dell’artista Cécile B. Evans (Cleveland,1983). Durante la mostra, curata da Cloé Perrone, il film, concepito dall’artista come una fiction televisiva, verrà presentato all'interno di una scenografia che comprenderà una serie di posti a sedere scultorei.... READ MORE...

Digital Imaginaries. Africas in Production

L’Africa sta cambiando radicalmente e la digitalizzazione sta assumendo un ruolo fondamentale nelle realtà e negli immaginari africani contemporanei. La mostra Africas in Production fa parte del progetto Digital Imaginaries che ha avuto inizio nella primavera 2018 con eventi in Senegal per poi proseguire in Sud Africa prima di arrivare al Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media (ZKM) di Karlsruhe.... READ MORE...

Rafael Lozano-Hemmer: Pulse

Nella più grande mostra di tecnologia interattiva dell’Hirshhorn Museum mai organizzata, si riuniscono le tre maggiori installazioni della serie Pulse di Rafael Lozano-Hemmer in occasione dell’esordio dell’artista a Washington. Curato da Stéphane Aquin, Curatore Capo con l’assistenza curatoriale di Betsy Johnson, Assistente Curatore.... READ MORE...

Nelmarie du Preez, Atmosphere for Anticipation

RIBOT presenta la prima mostra personale in Italia di Nelmarie Du Preez (Pretoria – Sudafrica, 1985, vive e lavora a Pretoria) curata da Maria Villa. Una selezione di lavori recenti che trasporta lo spettatore in un universo alternativo, costellato da dispositivi robotici che analizzano e mettono in discussione il rapporto tra uomo e tecnologia.... READ MORE...

Una riflessione sull’immagine. Intervista con Lesley Johnstone

Reflection è una serie di discussioni con curatori, filosofi, artisti e professionisti del settore culturale sull’immagine presa nel suo senso più ampio. Se pensiamo alla creazione delle immagini, la diffusione di queste e il loro rispecchiare la società, cogliamo il cuore pulsante dell’arte contemporanea. Per fare ciò, utilizzeremo mostre, pubblicazioni ed eventi culturali come materiale per cominciare la discussione. Per questa prima edizione, il nostro collaboratore Pierre Chaumont incontra Lesley Johnstone, curatrice e direttrice delle esposizioni e del settore dell’istruzione al Musée d'art contemporain de Montréal, per la loro nuova esposizione Manifesto di Julian Rosefeldt in mostra fino al 20 gennaio 2019. ... READ MORE...

Future Humanity – Our Shared Planet

Con Future Humanity – Our Shared Planet, la Hyundai Motor Company, l’Accademia Centrale di Belle Arti di Pechino e Ars Electronica presentano il loro primo progetto di mostra collaborativa. L'esposizione si concentra sulle dimensioni sociali e culturali del progresso tecnologico e i progetti verranno esposti quasi simultaneamente, ma ripartiti tra lo Hyundai Motorstudio di Pechino, di Seoul e di Mosca.... READ MORE...

“Species and Beyond”: rovesciare la visione antropocentrica al KIKK festival 2018

Partito come un festival nazionale – pur essendo già internazionale a livello di curatela – KIKK si è evoluto in un evento di risonanza sempre maggiore. Anno dopo anno è diventato sempre più strutturato configurandosi come un ambiente aperto e collaborativo che cerca di anticipare le sfide future con un approccio interdisciplinare. Passando per Next Utopia, Invisible Narratives e Interferences, il festival è approdato alla sua 8a edizione intitolata Species and Beyond segnando uno scarto con la tradizionale visione antropocentrica del mondo.... READ MORE...

Cosmopolis #1.5: Enlarged Intelligence

Cosmopolis #1.5: Enlarged Intelligence ha aperto al pubblico a Chengdu, in Cina, con opere d’arte e programmi di circa 60 artisti e gruppi, ognuno con la propria idea di come potremmo utilizzare le tecnologie intelligenti e l’intelligenza ecologica per promuovere i valori sociali anziché lasciare che il capitale definisca principalmente gli utilizzi di queste tecniche e di questi sistemi di conoscenza.... READ MORE...