Audiovideo

Dall’arte concettuale ai cambiamenti tecnologici: la mostra “The Sun Does not Move, Chapter 35”

The Sun Does not Move, Chapter 35 riunisce una selezione di dipinti dal Libro di dipinti che R.H. Quaytman (Boston, 1961) iniziò nel 2001. Si tratta dell’ultimo capitolo della “scrittura” di Quaytman, il quale è proposto nello stesso contesto del primo, The Sun (2001) e O Tópico, Chapter 27 (2014), realizzato appositamente per l’Instituto Inhotim, Brumadinho, Minas Gerais, Brasile.... READ MORE...

“UN-TACT”, l’arte asiatica del video e del suono

Dal 15 ottobre 2020 al 14 marzo 2021 l'Asia Culture Center ospita la mostra 2020 ACC Gwangju & Asian artists UN-TACT. In questa mostra, sette giovani artisti con voci originali rispondono con entusiasmo ai rapidi cambiamenti che si stanno verificando nel presente, e presentano i loro progetti come un forum di discussione e di riflessione sulle nostre vite post-pandemiche.... READ MORE...

Coinvolgenti esperienze multimediali con Zadie Xa

Quest’autunno, il Remai Modern presenta una nuova opera dell’artista Zadie Xa, nata a Vancouver e residente a Londra. Moon Poetics 4 Courageous Earth Critters and Dangerous Day Dreamers, inaugurata il 24 ottobre nella Connect Gallery del museo, costituisce il primo progetto solista dell’artista in un museo canadese. Zadie Xa combina scultura, pittura, luce e suono per creare coinvolgenti esperienze multimediali.... READ MORE...

Il sound-artist e producer Saele Valese firma un contratto con NOTON

Saele Valese, il producer e sound-artist italiano residente a Berna firma un contratto con NOTON. In IVIC, il suo LP di debutto, Saele Valese riassume i rumori dell’Hauntology, i monotoni esperimenti tonali e i ritmi minimalisti in una serie di viaggi a onde elettroacustiche scritti in cinque anni a Berlino, Saas-Fee e Thun. ... READ MORE...

“Digital Cultures 2020: Imagined Futures”, un festival online di arte e tecnologia

Il festival online reintrodurrà anche le precedenti visioni del futuro, ignorate un decennio fa o anche qualche mese fa in quanto fantasie intriganti ma inverosimili. L’evento, organizzato dall’Università Adam Mickiewicz, offre una varietà di programmi e dibattiti sull’arte e mira a comprendere meglio e a superare i limiti dell’allestimento di un festival ibrido all’interno dell’attuale clima sociale e politico.... READ MORE...

CONNECTED. Patchlab Digital Art Festival

La nona edizione del Patchlab Festival CONNECTED presenterà le opere di oltre 35 artisti audiovisivi contemporanei provenienti da tutto il mondo. Oggi ci troviamo a condividere una nuova situazione a causa delle restrizioni per la pandemia le quali ci impongono di pensare al futuro degli spazi pubblici, degli eventi culturali e della vita quotidiana affrontando una rivoluzione digitale accelerata.... READ MORE...

“Remote Istanbul”, un percorso teatrale audiovisivo

Kundura Stage è uno spazio alternativo per produzioni teatrali all'avanguardia, focalizzato su arti rappresentative contemporanee di diverso genere. Segna la seconda tappa della  riqualificazione di Beykoz Kundura come sede artistica polivalente e destinazione culturale di Istanbul. La stagione inaugurale inizia con "Remote Istanbul", della compagnia teatrale Rimini Protokoll - un percorso teatrale audiovisivo per le strade di Istanbul.... READ MORE...

“Hum”: le forme radicali di azione collettiva e sonica

Per la sua prossima mostra personale al Portikus, Hajra Waheed realizza una versione interna e site-specific di Hum (2020), una composizione musicale e un’installazione sonora su larga scala e multicanale, che utilizza l'onnipresente ma trascurato mezzo “del mormorare” come mezzo per esplorare forme radicali di azione collettiva e sonora.... READ MORE...

Imagine Wars: The Power of Images

Con il progetto espositivo "Image Wars: The Power of Images", la Künstlerhaus, Halle für Kunst & Medien, presenta opere di video arte che riprendono i meccanismi tra la ricezione delle immagini contemporanea e la cultura della memoria.... READ MORE...

“Keep yourself clean”, la prima mostra personale del gruppo VOLNA

Gli spazi e le installazioni della mostra "Keep yoursel clean" sono stati creati a partire da strumenti per lo sviluppo di videogiochi (Unreal Engine) che simulano scene reali ed effetti di luce. I visitatori della mostra sono invitati a immergersi negli ambienti di ogni installazione e possono spostarsi liberamente nella stanza e scegliere qualsiasi punto di osservazione.... READ MORE...