Fumihiko Maki, uno dei più importanti modernisti viventi del mondo, medaglia d’oro AIA e vincitore del premio Pritzker, ha celebrato una carriera che dura da oltre 60 anni. Rifiutando “inutili forme e texture” (per usare le sue parole), i suoi progetti sono integrazioni sottili di metallo, vetro e calcestruzzo.

Proprio come altri architetti giapponesi della sua generazione, Maki non ha mai avuto paura di adottare le nuove tecnologie, sottolineando al tempo stesso la loro umanità. In questo nuovo video della serie Time-Space-Existence, Maki spiega quanto sia importante riconoscere la componente umana nell’architettura, delle strane forme dei grattacieli di oggi e dell’influenza del suo mentore, Kenzo Tange.

Prodotto da PLANE-SITE, il video è stato commissionato dalla GAA Foundation e finanziato da ECC in vista della mostra Time-Space-Existence che si terrà durante La Biennale di Venezia Architettura (in apertura a maggio 2018).

Fumihiko Maki (1928) inizia la sua formazione con il professor Kenzo Tange all’Università di Tokyo dove si laurea in Architettura nel 1952. Successivamente completa un Master in Architettura alla Graduate School of Design (GSD), Università di Harvard, e inizia a lavorare presso gli studi di Skidmore, Owings and Merrill, a New York, e poi presso Sert Jackson and Associates a Cambridge.

Nel 1965 ritorna a Tokyo, dove avvia il suo studio Maki and Associates. Tra i suoi progetti più conosciuti figurano l’Aga Khan Museum di Toronto, il Four World Trade Centre di New York, lo Spiral di Tokyo e il Museo Nazionale di Arte Moderna di Kyoto.

 La serie di video Time-Space-Existence ha già visto la partecipazione di architetti illustri e emergenti tra cui Denise Scott-Brown, Peter Eisenman, Meinhard von Gerkan, WOHA Architects, Curt Fentress, Dirk Hebel, Arata Isozaki e altri ancora.

La serie sarà esposta a Palazzo Bembo e Palazzo Mora e distribuita ai media e alla stampa in formato digitale. Ogni mese verrà pubblicato almeno un video in vista dell’apertura della mostra. Le interviste sono state realizzata con il sostegno del Centro Culturale Europeo.

L’ European Cultural Centre

L’European Cultural Centre (ECC) è un’organizzazione che promuove la ricerca, il design e gli incontri interdisciplinari. Sostiene le attività artistiche e creative e facilita i processi di scambio a tutti i livelli: arte figurativa, danza, teatro, musica, letteratura e architettura. L’ECC ha sede presso Palazzo Mora, nel centro storico di Venezia.

 La GAA Foundation

La GAA Foundation è un’organizzazione no-profit olandese che ha l’obiettivo di incrementare la consapevolezza della teoria e delle filosofie che informano l’arte, l’architettura e la cultura contemporanea. Attraverso mostre, simposi, pubblicazioni ed altro, la fondazione GAA costruisce idee accessibili e fruibili ad un pubblico internazionale. In questo spirito, tutte le mostre e gli eventi sono gratuiti.

PLANE–SITE

PLANE–SITE è un’agenzia internazionale che lavora all’intersezione tra forma urbana, spazio culturale e vita sociale. Crediamo che condividere storie avvincenti sull’ambiente costruito possa ispirare le comunità ad innovare e a progredire. Distinguendoci attraverso contenuti multimediali originali e narrative significative, aiutiamo i nostri clienti a diventare i loro stessi agenti intellettuali.


https://plane-site.com/

http://www.gaafoundation.org  

http://www.europeanculturalcentre.eu/index.php