Questo weekend del 20-22 Gennaio, si è svolto un incontro a Londra sui temi del video attivismo. Durante l’incontro sono nate moltissime idee per il network di Indymedia e al modo in cui esso lavora con il video

1. Dato che tutti i video uploadati sono automaticamente codificati nei più comuni video codecs come 3GP, PSP, ecc…, ottimi per cellulari, ipod, psp e altri device analoghi, un’idea molto presente è quella di consentire non solo a chi fornisce il video di scegliere in chie formato rendere il contenuto disponibile, ma anche a chi scarica il video di poter scegliere quale codec utilizzare. Questo consentirebbe di aumentare l’audience possibile di coloro che sono interessati a Indymedia e alla sua attivistà di video attivismo, aumentando la viralità del progetto anche con altri mezzi come il bluetooth e simili che stanno diventando sempre più diffusi

2. Un’altra idea molto forte è quella di avere una pagina internet specifica per i video, molto più concentrata sull’aiutare l’utente a fornire meta data decenti e sul rendere chiari i processi su cui si basa la pratica del wrapper, del codec, del free software, etc…

3. Inoltre, questa pagina video, dovrebbe consentire alle persone di specificare un link a un video che è anche archiviato su un server esterno, senza obbligare l’utente ad uploadarlo nel sistema. Quindi, articoli che vengono postati sui vari blog e sui siti del network, che contengono link a file video, potranno essere marcati esattamente come quegli articoli che normalmente contengono file video in attachment

4. Gli articoli con contenuti video o link a file video, possono poi essere dotati di un box che contiene gli eventuali link e opzioni per guardare o downloadare specifici file. Esso può inoltre contenere informazioni, aiuti e link a ulteriori informazioni per tutti quegli utenti che hanno difficoltà a installare i coded o a visualizzare correttamente i video

5. E’ sorta anche la necessità di integrare maggiormente il sito di Indymedia Uk (e quelli regionali come Indymedia.ie) a quello di video.indimedia.org dei contenuti di video attivismo. L’idea più forte è appunto quella di avere una specifica pagina internet per i video su IMC UK che contenga più campi spefici per i video che possa rendere visibili quelli che sono i contenuti video e che possa poi rimandare ai file video contenuti nella pagina video.indy

6. UK Indymedia infine avverte la necessità di avere un vero e proprio servizio di news video, con un piccola icona a forma di videocamera nella colonna delle news che possa linkare tutte le pagine del network contenenti contributi video

www.indymedia.org.uk/en/2006/01/332034.html