Institute of Intermedia - Prague
13 - 17 / 10 / 2015

22 talka | 6 panel | 5 workshop | AV live acts

SIGNAL Festival (www.signalfestival.com) è l’evento culturale più visitato in Repubblica Ceca che si focalizza su progetti artistici innovativi negli spazi pubblici. Il Festival si espande allo scopo di integrare nel suo programma una nuova piattaforma formativa denominata TRANSIMIT. Relatori di valore internazionali, provenienti da 15 paesi in tutto il mondo, si riuniranno per parlare, dibattere e condurre workshop nei campi della cultura digitale, dell’arte e della tecnologia.

Praga darà quindi il benvenuto a un’ampia comunità di artisti, coder, designer, maker, pensatori, ricercatori, curatori, inventori, produttori nell’ambito di questo evento, con l’obbiettivo di fornire un’opportunità del tutto unica per condividere conoscenza, esperienze ed idee.

Questa prima edizione si concentrerà su una serie di topic: dal design generativo e l’arte digitale all’etica degli algoritmi, alla robotica e ai nuovi concept delle computer interface, dai laboratori diy e di fabbing ai modelli per la collaborazione in rete e al gap di genere nella tecnologia. In ultimo, verranno presentati e discussi una serie di case studies di installazioni luminatose interattive e produzioni sul confine arte/tecnologia.

transmit4

Highlight:

Daniel Leithinger è assistente ricercatori presso il Tangible Media Group del MIT Media Lab. La sua ricerca si focalizza sulle interfacce tangibili e sulle superfici interattive. Insieme ai suoi colleghi, Daniel ha sviluppato tutta una serie di di superfici interattive vincitrici di numerosi premi: i progetti “Relief”, “Recompose”, “Sublimate”, “inFORM” e “Transform”, sono stati presentati infatti presso conferenze accademiche come il TEI, UIST, CHI, e il SIGGRAPH.

Quayola è un artista visivo di base a Londra che indaga il dialogo e le imprevedibili collisioni, tensioni ed equilibri tra il reale e l’artificiale, il figurativo e l’astratto, il vecchio e il nuovo. Il suo lavoro spazia dalla fotografia alla geometria, dalle sculture digitali time-based alle performance e installazioni audiovisive immersive. Le sue opere sono state esposte, tra gli altri, alla Biennale di Venezia, al Victoria & Albert Museum, Londra, al British Film Institute, Londra, al Park Ave Armory, New York, al Bozar, Brussels, al Palais de Tokyo, Parigi, a Cité de la Musique, Parigi, al Palais des Beaux Arts, etc.

Pedro Lopes dal Hasso Plattner Institut crea invece interfaccie muscolari che leggono e traducono i movimenti del corpo umano. Il lavoro di Pedro è una vera e propria investigazione filosofica delle HCI (Human-Computer Integration), più che una semplice analisi del concetto di “Interazione”. Il lavoro di Pedro ha catturato infatti l’interesse di molti media, come la NBC, Discovery Channel, NewScientist o Wired. Al TRANSIMIT terrà un workshop sull’interazione propriocettiva e un talk dal titolo “Immersive feedback for virtual reality: turns out that the next wearable device is your own muscles!”

Matthieu Cherubini è studente di dottorato nel dipartimento di Design Interactions presso il Royal College of Art. La sua ricerca si focalizza sulle implicazioni di agenti moralizzatori artificiali sulla nostra vita di tutti giorni, sia oggi che nel prossimo futuro. Il suo lavoro è stato esposto e presentato a livello internazionale: a TRANSIMIT terrà un workshop sulle Operative Images è un talk dal titolo “Ethically Autonomous Algorithms: Designing Ethics in Future Autonomous Products.”

transmit2

Maggiori dettagli sul programma: http://transmit.org/#talks

Come bonus, coloro che parteciperanno al TRANSMIT potranno godere del programma di eventi serali del SIGNAL Festival, tcon oltre 20 installazioni pubbliche luminose e progetti di mapping, incluse, per la prima volta, una serie di proiezioni su superfici sferiche. Tra gli artisti previsti: Joanie Lemercier (FR), Ouchhh (TU), Nonotak (FR), Bordos Artworks (HU), HC Gilje (NO).


http://www.transmit.org

http://www.facebook.com/transmitorg

http://www.signalfestival.com