FACT (Foundation for Art and Creative Technology) - Liverpool
11 / 12 / 2015 – 21 / 02 / 2016

Curatori: Amy Jones and Lesley Taker

In un mondo in cui usiamo i like di Instagram e le visualizzazioni di YouTube per valutare chi e cosa sia importante, e in cui la fama è a portata di click, che impatto sta davvero avendo Internet su come consideriamo noi stessi e gli altri?

Follow studia come comprendiamo l’immagine e l’identità come concetti in continua evoluzione che possono essere comprati, venduti, imitati, approvati, cancellati e validati attraverso un semplice click-così come esamina modi per sopravvivere, sovvertire ed utilizzare i social media.

La mostra solleva interrogativi riguardanti i modi in cui noi cerchiamo approvazione dai social media e, fondamentalmente, analizza come ci comportiamo quando gli altri ci guardano. Nuove commissioni, ricerche e lavori già svolti presenteranno una grande varietà di esperienze e di punti di vista dell’immagine, self-branding, identità, condivisione e micro-celebrità nel contesto di una vita vissuta online.

Fact 2

Fact 3

I momenti salienti della mostra includono nuove opere di LaBeouf, Rönkkö & Turner, Cécile B. Evans, Debora Delmar Corp., Joe Orr, Ant Hamlyn, Aram Bartholl, Louise Adkins, Simon Whybray, e Candice Jacobs, e i lavori riproposti di Constant Dullaart and Kurdwin Ayub, esposti in due gallerie e in spazi pubblici attorno alla FACT.

Nelle nostre vite online, il brand e l’identità sono diventati dei termini interscambiabili, la celebrità è una moneta, e il concetto stesso di ciò che intendiamo per “reale” è accessibile a tutti. Utilizzando il linguaggio del marketing per la promozione e la distribuzione della nostra immagine, diventiamo la pubblicità stessa, rappresentando il prodotto, lo stile di vita, il brand. Ma cosa significano l’uso, ed il valore che gli attribuiamo, di profili online e dei social media per i modi in cui pensiamo ai nostri follower, agli idoli e a noi stessi?

A luglio 2012, YouTube ha aperto le porte del Creator Space nel centro di Londra, pubblicizzato come una risorsa “libera” ma disponibile solo ai YouTubers con più di 1000 iscritti. FACTLab ritorna per questa mostra alla Galleria 2 in veste di uno studio di produzione pop-up, dove lo staff FACT sarà presente per aiutare i visitatori a creare i propri tutorial, le recensioni dei film, e qualsiasi altro contenuto potenzialmente virale.

Fact 4

Fact 5

Durante tutta la mostra, ci sarà un programma pubblico di eventi, di conferenze e di workshop, che spronano i visitatori ad esplorare ulteriori temi della mostra, inclusa una serie di film che sottolineano come la tecnologia e la connettività influenzano i nostri rapporti e la privacy, e anche cosa sacrifichiamo (o otteniamo) quando viviamo in pubblico.

L’artista Louise Adkins residente a Manchester ha ideato un programma di workshop che esamina i temi della “concretezza”, dell’identità online e dei comportamenti, attraverso la riorganizzazione delle famose conferenze TED, che discutono dei motivi per cui produciamo video online nel modo in cui lo facciamo.

Inoltre, per la Follow, trasformeremo l’atrio della FACT nello spazio di risorsa Bookmarks. Qui, gli ospiti troveranno la loro guida per il regno della Follow: un numero di differenti risorse che hanno contribuito alla ricerca e allo sviluppo della mostra.

Fact 6

Fact 7

Questo archivio interattivo include tutto, da articoli accademici che riguardano il comportamento online ai giochi realizzati per la celebrità che impersonano o monetizzano la contemporanea ossessione per la suddetta celebrità. La biblioteca fornirà anche uno sfondo a un programma di conferenze informali, tenute dai curatori e dagli artisti coinvolti nella mostra.


http://www.fact.co.uk