UNIVERSITY OF TORONTO- TORONTO
24 - 27 MAY 2007

Per il suo decimo anniversario, il Subtle Technologies Festival presenta artisti, scienziati, medici, e coloro che studiano il contesto in cui si muovono: storici, eticisti, altri pensatori critici, per riflettere sui modi in cui queste discipline possano collaborare e formulare nuove prospettive sul corpo.

Il tema principale del Subtle Technologies 2007 è in situ: art | body | medicine.

Il Subtle Technologies Festival è un evento multidisciplinare in cui artisti e scienziati si incontrano per discutere, dimostrare e mostrare il proprio lavoro. Il Festival mette alla prova specialisti, inclusi fisici, genetisti, ingegneri, matematici, astronomi, filmmakers, architetti, danzatori, pittori e musicisti per osservare le modalità in cui arte e scienza interagiscono e ridefiniscono vicendevolmente le proprie forme.

Poiché le scoperte scientifiche e tecnologiche occupano un ruolo principale nella nostra cultura, ci si chiede dove siano i confini. Quello che emerge e interessa durante il Subtle Technology Festival è investigare il modo in cui relazioniamo in nostri corpi in situ: come parti, come interezza, come sistemi; il modo in cui identifichiamo, mappiamo, modifichiamo, proteggiamo, violiamo e guariamo.

 

Esposizioni

Di chi è il corpo, infine?
Soggetti di Ibridazione
Mostra fotografica dei bambini e dei giovani del SickKids Hospital

 

Performances

Biography Becomes Biology – Terrill Maguire e Carol Anderson
Grace State Machines: Flesh Bodies – Bill Vorn e Emma Howes
Bubble – Claudia Wittmann e Paul Couillard

 

Pannello di discussione & forum online su Arte, Scienza e Risposta Emotiva

La Bioarte, forma emergente d’arte che usa la biologia come medium, esplora le ampie possibilità della biotecnologia. Per la sua controversa natura, che deriva dal lavoro degli artisti sulle forme di vita, la bioarte tende a generare uno spettro di emozioni.
Se l’arte è un modo per esprimere l’indescrivibile e la scienza un modo per spiegarlo, si vuole investigare e confrontare le risposte che provengono da queste pratiche artistiche e scientifiche. Cosa c’è dietro il processo della scoperta, come si manifesta? In che modo il ruolo sociale dell’artista e dello scienziato influenza il loro lavoro? Poiché queste attività si riversano nel dominio pubblico, in che modo si traducono in risposta sociale?
Moderatore: Sally McKay
Interventi: Oron Catts, Direttore artistico di SymbioticA, artista/ricercatore, curatore di SymbioticA, University of Western Australia/Abigail Salyers, Ph.D.Arends Professore di Biologia Molecolare e Cellulare al Dipartimento of Microbiologia e Scuola di Medicina dell’University of Illinois, Urbana/Michael G. Schmidt, Ph.D., Direttore dell’Ufficio Programmi Speciali, Professore and Vice Direttore del Dipartimento di Microbiologia e Immunologia Medica dell’University of South Carolina/Bioteknica – Jennifer Willet and Shawn Bailey, artisti indipendenti.

 

www.subtletechnologies.com