KIASMA - HELSINKI
29 MARCH - 1 APRIL 2007

The aching Pixels are back!

Pixelache è un festival di arte elettronica e sottoculture. Pixelache presenta progetti che sperimentano con i nuovi media e le tecnologie in uno spettro molto ampio di discipline: artisti, ingegneri, designer, ricercatori e architetti. Pixelache si focalizza specialmente nel presentare l’attività di vari network e communities internazionali come le community di Vj, quelli di media attivismo, le community open source e le demoscene. Lo scopo del festival Pixelache è quello di agire come ponte tra le tradizionali discipline creative e le sottoculture elettroniche in rapida evoluzione.

Pikseliähky // Pixelache 2007 è la sesta edizione del festival in Helsinki. La versione primaverile di Pixelache continua anche a Parigi (Mal au Pixel, April 2007) e per la prima volta in Colombia(Pixelazo + Selvatorium, June 2007).

Pixelache Nordic VJ meeting

La scena Nordic/Baltic VJ si sviluppa a Helsinki e mostra le sue capacità e skills in molti eventi club organizzati in collaborazione con Basso e ALAS, audiovisual jamming sessions e anche azioni di guerriglia attorno alla città. I 30 e oltre progetti di VJ invitati, provengono da ogni angolo del pianeta e dalla regione Nordica/Baltica: Finlandia, Svezia, Norvegia, Danimarca, Islanda, Estonia, Lituania e Lettonia.

Audiovisual performances and clubs

I pionieri della VJ culture Hexstatic (UK), Lia + @c (Austria + Portugal) e la premiere del progetto Värähtelyä! di Rinneradio (FI) e dei suoi collaboratori.

Architectures for Participation seminar

‘Designing the Weapons of Mass Creativity’. Presentazione di un ampio range di artisti, ricercatori, curatori, organizzatori, hackers e attivistyi, sulle strategie perl’auto-organizzazione e gli approcci alternativi al Web 2.0

Pixelache Lounge exhibition

Placard headphone festival, Between Blinks & Buttons di Sascha Pohflepp (GER), installazione di UVA (UK) e Transit Radio Lounge project di Jodi Rose (Australia) sono presentati nella lobby del Kiasma durante il festival

Neoscenes workshop

Nell’ubiquità dei degli spazi dei networked media, dove distribuiamo le nostre vite senza cavi, cosa accade ai nostri processi creativi? Remote Presense: Streaming Life è un workshop del creatore di network nomadi John Hopkins. In programma anche: Prix Möbius Nordica competition, un viaggio verso la Digitally Yours exhibition a Turku, generative art and design, do-it-yourself art + tech e molto altro…

www.pixelache.ac