ExTeresa Arte Actual Museum - Mexico City
05 / 03 / 2015 – 29 / 04 / 2015

MUMO è uno strumento artistico che accompagna processi di community volti al design collaborativo dell’ambiente. Ha come obiettivo decodificare, rafforzare, replicare, rendere visibile e fornire una comprensione alternativa alla manciata di progetti dei cittadini che vogliono rimodellare i loro quartieri urbani. Sviluppato a partire da una ricerca sperimentale e in campo specifico, il progetto esplora la traduzione di informazioni attraverso data aesthetics e cerca di completare e dare il via a interventi urbani a vari livelli mediante pratiche artistiche partecipative e socialmente impegnate.

MUMO si articola in due elementi. Da un lato, riguarda una ricerca approfondita sulla partecipazione cittadina che dà luogo a metodologie alternative, indici di coinvolgimento e interviste esplorative con agenti chiave. In tal senso, il progetto genera ricerche, mappature e altre informazioni che forniscono immagini latenti sulle caratteristiche intrinseche e il capitale sociale in ogni quartiere. Dall’altro, il progetto crea una struttura attraverso cui il Nerivela Collective punta a trasformare le informazioni disponibili in conoscenza tramite componenti visive, attivazioni artistiche e presenza di nuove tecnologie.

MUMO2

Come sistema di coinvolgimento, MUMO è un esperimento che punta a espandere la nozione di arte pubblica verso nuove prospettive, portando il termine a una nuova fase di ragionamento tattico e applicazioni cognitive. Più che riportare dei risultati, la mostra mette in azione una scultura sociale, ovvero sviluppa uno schermo come strumento per produrre un sistema completo, performativo, esperienziale e interdisciplinare. Questo sistema che suggerisce problematiche presenti e future e fa sì che le pratiche creative siano spinte al limite in cui potrebbero influire su abitudini, pregiudizi sociali e credenze. Come tale, MUMO implica una riflessione sulle modalità di produzione collaborativa, su questioni legate a leggi, agenzie, indirizzi e ricezione, così come sull’arte vista come possibile vettore di trasformazione sociale.

Dopo una serie di manovre iniziali a Santa María la Ribera, un quartiere chiave che sta subendo processi di gentrificazione, il collettivo si rivolge ora a La Merced, una delle aree centrali di Città del Messico. Il progetto è accompagnato da una serie di eventi, dibattiti e interazioni con il quartiere.
Partecipanti al programma accademico: Luis Galán, Óscar Pérez, Roberto Durán, Mauricio Badillo, Giacomo Castagnola, Alejandra Leal, Christian del Castillo, José Muñoz Villers, Carlos Marín, Pablo Yañez, Raúl Mejía, María Luisa Cortés, Jesús Petlacalco, Alberto Martínez, Luis Godoy, Gabriella Gómez-Mont, Alfadir Luna, Gitte Bog, Enrique Lomnitz, Gabriel Sánchez e Fabián Galindo.

Nerivela Collective (Ana Luisa Lacorte, Aisa Serrano, Javier Toscano, Eusebio Bañuelos, Esteban Gómez e Luis Romero)

Direttore ExTeresa: Iván Edeza


exteresa.bellasartes.gob.mx
mumo.nerivela.org