FORTEZZA DA BASSO - FIRENZE
25-28 OTTOBRE 2007

All’interno della programmazione del Festival della creatività si inserirà l’evento SWITCH- OUT! Un happening che propone incontri, tavole rotonde, workshops, installazioni interattive e spettacoli intorno alle nuove forme d’espressione offerte dalle arti tecnologiche. L’evento si svolgerà all’interno del SALONE M, un suggestivo spazio di circa 1500mq allestito dagli operatori di Switch. Il tema legante sarà la rete come potenziatore delle capacità creative dei singoli.

Il programma delle perfomance prevede 4 serate dalle 20:00 alle 23:00 dedicate a diversi ambiti delle nuove ricerche musicali.

Giovedì 25 – Serata dedicata all’improvvisazione elettroacustica. Si esibiranno il trio “Luccicanza” (Matteo Bennici, Roberto Frega, Andrea Caprara) e Jason Ajemian, che con il suo progetto orchestrale “Who Cares How Long You Sink“ sarà accompagnato da videoproiezioni curate da Influx e dalla scuola di fotografia Fondazione Studio Marangoni.

Venerdì 26 – L’immaginario infantile e il gioco sonoro sono gli ingredienti principali delle proposte musicali di Mirko Sabatini con il suo set di improvvisazione con i giocattoli, seguito dal duo Londinese My Toys Like Me e dal live dei Metuo, ai quali si affiancherà la berlinese Ninca Leece, in uno show popolato da dolci e piccanti contrasti. La parte visuale sarà curata da Pornorobotz e Blanche VJ.

Sabato 27 – In apertura i Marvin con sonorità che fanno riferimento all’universo dell’Indietronica, seguiti dai più eterei Telematik Guru, per concludere con il duo elettroacustico di Leonardo Betti e Simone Conforti in cui si incontrano flauto contemporaneo e hip-hop.

Domenica 28 – L’ultima serata sarà incentrata sul tema del paesaggio sonoro. In Tangerine Theatre il pubblico avrà la possibilità di interagire con la performance modificando l’ambientazione audio-video. L’Istituto Italiano Tecnologie applicate alla musica presenterà il suo progetto Impronte Sonore mentre soundesign.info curerà il set SoundScapes.

L’area performativa sarà collocata in un esagono sonoro in diffusione 6.1 Sia precedentemente che durante lo svolgimento del festival sarà tenuto un workshop di Live Surround Mixing che introdurrà gli artisti al missaggio in 6.1 e attraverso il quale i set saranno inseriti nello spazio tridimensionale. A questo si aggiungerà il Workshop di Motion Photography rivolto a fotografi interessati al Vjing come metodo innovativo di esposizione del proprio archivio fotografico. Infine nel Seminario di improvvisazione orchestrale Jason Ajemian (Chicago Underground Trio, Exploding Star Orchestra) istruirà i partecipanti ad improvvisare collettivamente sulle proprie composizioni.

www.switchproject.net