MEDIATECA DI SANTA TERESA - MILANO
20 FEBBRAIO 2007

“La ricerca della semplicità (e della serenità), nel design, nella tecnologia, negli affari e nella vita”

Martedì 20 febbraio alle ore 19.00 presso la Mediateca di Santa Teresa torna, dopo il successo di pubblico e stampa della scorsa edizione, MEET THE MEDIA GURU: incontri con i protagonisti internazionali della cultura digitale, a cura di MGM Digital Communication, promosso dal Forum Net-Economy (Comune di Milano, Provincia di Milano, Camera di Commercio di Milano), con il contributo di BlackBerry® e in collaborazione con la Mediateca di Santa Teresa – Sezione Digitale della Biblioteca Nazionale Braidense e Tribe Interactive.

Due novità caratterizzano la manifestazione di quest’anno: la partnership internazionale con la rassegna Face au Présent-Troisième Oeil/Anomos- Mosign del Centre Georges Pompidou di Parigi; e l’avvio di Infolive by BlackBerry®, la redazione che raccoglierà, durante la lecture, commenti, messaggi, impressioni, foto della serata, che in tempo reale nutriranno una sezione del sito www.meetthemediaguru.org dove sarà anche possibile partecipare alle discussioni della community, trovare materiali inediti e aggiornamenti sui temi della cultura digitale.

A inaugurare il programma 2007 un ospite d’eccezione. John Maeda (1966), graphic designer, artista visivo e teorico dell’informatica, laureato al MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston nel 1988, attualmente insegna Media Arts e Sciences e dirige il Physical Language Workshop e il MIT SIMPLICITY Consortium. Vive a Lexington con la moglie Kris e le cinque figlie, muse ispiratrici nelle sue ricerche sulla vita e sul lavoro.

Segnalato da “Esquire” tra le 21 Most Important People of the Century, Maeda ha collaborato con alcune tra le più importanti aziende di alta tecnologia e design, come Toshiba, Samsung, Shiseido, Sawaya&Moroni. Le sue opere sono esposte in tutto il mondo, dalle collezioni permanenti del San Francisco Museum of Modern Art e del MOMA di New York, alla Fondation Cartier di Parigi, che gli ha dedicato, nel novembre 2005, una mostra monografica.

Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Maeda@Media, con Nicholas Negroponte (Thames & Hudson, Londra, 2000); Creative Code (Thames & Hudson, Londra, 2004) e l’ultimo nato The Law of Simplicity, (The MIT Press, 2006), tradotto in Italia in Le leggi della semplicità, edito per i tipi della Bruno Mondadori (2006).

Da anni l’artista svolge uno studio originale sulle nuove tecnologie, lavorando in particolare sullo spazio digitale e sulla sua compatibilità con le espressioni artistiche contemporanee: dai primi lavori pubblicati nella collana Reactive Books (1994-1999), giocosi libretti a tema (suono, tempo, tastiera e mouse), ai suoi ipnotici Motion Paintings, che si propongono di ibridare la sfera dell’arte e quella della scienza; fino ad arrivare agli studi più recenti, nel 2004 al MIT SIMPLICITY Consortium, il progetto di ricerca che lo ha portato a sviluppare il tema della semplicità nell’era digitale.

Maeda condividerà con il pubblico milanese, la sua esperienza e la ragione delle leggi della Simplicity descritte nel suo ultimo libro che, pur non essendo, nelle intenzioni, le Tavole di Mose’, disegnano il panorama futuro di incontro e collaborazione tra design, interazione uomo-macchina, usabilità, che rendera’ più semplice, bello e vivibile il quotidiano e il mondo degli affari. Sono regole che prescrivono di ridurre, organizzare, risparmiare tempo, imparare, distinguere, collocare nel contesto, valorizzare le emozioni, avere fiducia e accettare i fallimenti.

www.meetthemediaguru.org