SPAZIO OBERDAN - MILANO
12 - 16 NOVEMBRE 2008

Organizzato dal 1990 dall’ A.I.A.C.E. di Milano, INVIDEO Mostra internazionale di video e cinema oltre – rappresenta il solo festival in Italia in cui vengano annualmente presentate le opere più importanti nel campo del video d’arte e ricerca internazionali.

INVIDEO, nato con lo scopo di dotare Milano di un archivio permanente dedicato alla produzione artistica “non-fiction” nel mondo (video arte, cinema e video di ricerca e sperimentale, documentari, videomusica, video di danza e teatro, ritratti di artista…), acquisisce anno dopo anno, attraverso un lavoro di ricognizione approfondito e ad ampio raggio, le opere italiane ed internazionali più significative che vengono presentate al pubblico nel corso della grande Mostra annuale.

In occasione della manifestazione, oltre alla presentazione di un programma particolarmente ricco e diversificato, vengono proposti incontri con gli autori, anteprime, dibattiti, retrospettive, performance e video installazioni.

L’edizone 2008 di Invideo ha come titolo “Terre e Cieli: realtà e sogno, cronaca e poesia”. È il pianeta: la vita urbana, la storia, il lavoro, la donna, la natura in pericolo. Mondi che si incontrano, nelle invenzioni della danza, del teatro, dell’animazione, nelle prospettive capovolte, nei dialoghi fra culture. Accanto a queste opere della selezione internazionale, Invideo 2008 propone sguardi sul panorama audiovisivo mondiale. Una personale sul Méliès del video: l’artista polacco Zbigniew Rybczynski.

Inoltre, la diciottesima edizione del festival milanese riserva un “focus” su Theo Eshetu, protagonista della videoarte italiana e autore di documentari innovativi. Il francese Pierre Coulibeuf, fra arte e nuove narrazioni . Il videoartista catalano Arturo Fuentes. E ancora: il Center for Contemporary Art di Tel Aviv e il relativo festival; la videoarte libanese ; la serie ” Blink “, a cura di Terry Flaxton. Le installazioni , Laughter Project di Piero Steinle e Passaggi di stato di Roberto Bella e Carlo Riccobono.

Da diversi anni l’attività di INVIDEO è inoltre incentrata sulla promozione degli autori e delle loro opere in Italia e in Europa, attraverso l’European Digital Media Network, il coordinamento dei Festival ed Istituzioni europei dedicati alle “Nuove Immagini”.

Grazie ad un team di collaboratori attivi in tutto il mondo, INVIDEO può contare oggi su una rete permanente di scambio e contatti con artisti, critici, operatori del settore, centri di produzione e diffusione , per una visione globale ma non univoca del mondo e delle sue mutazioni, la ricerca di nuovi linguaggi e nuovi orizzonti.

www.mostrainvideo.com/