C.S.O.A. LA FORNACE DI RHO - MILANO
19-21 GIUGNO 2009

Smanettoni, nerd, tecnofili, cyber activist, inventori, geek, creatori, manipolatori e soprattutto hacker! Tenetevi pronti! Quest’anno Hackmeeting, l’incontro annuale degli hacker italiani, si tiene a Milano. Presentato in conferenza stampa mercoledì 17 giugno, alle ore 12.00, presso la Facoltà di design del Politecnico di Milano, Hackmeeting 2009 si apre, si allarga, cambia dimensione, si spinge, come ci si aspetta dai pirati, ad estendere i propri territori oltre agli orizzonti concessi.

Giunto alla dodicesima edizione, Hackmeeting ha coinvolto, nel suo percorso, tutte le realtà della penisola (ogni anno si è tenuto in una città diversa, da Palermo a Torino), con l’obiettivo di affascinare quanti vedono la tecnologia con occhio curioso e giocoso. Ma non solo. Hackmeeting si inoltra infatti in campi che vanno oltre l’informatica, per arrivare alla sociologia, psicologia, arte, ecologia, cucina….

Per la prima volta Hackmeeting si sdoppia e si moltiplica in un Warm up e in un meeting vero e proprio, per affascinare anche chi, fino a quel momento, credeva di essere lontano mille miglia, eppure ha scaricato qualche canzone, dato un’occhiata all’ultimo film, cercato di collegarsi alla rete wireless del vicino, ma anche ripristinato da solo il sistema operativo che continuava a collassare.

Durante il Warm up (9-18 giugno) Hackmeeting entra nelle università per far innamorare ricercatori, filosofi e poeti, perché la cultura hacker non ha saputo limitarsi alla scheda, al chip, al cavo coassiale, ma si è spinta a pretendere di superare i limiti, quelli imposti dal mercato, dal controllo, dalla sicurezza, dal tentativo di rendere tutto uniforme, dalle costrizioni che uccidono l’evoluzione del pensiero. Torna poi nel meeting vero e proprio (19-21 giugno) alla Fornace occupata di Rho , per coltivare le proprie radici, le uniche che possano generare nuovi tentacoli e abbracciare il futuro.

Warm up: in tutti i poli universitari milanesi (Brera, Fisica, Bovisa, Bicocca, Scienze politiche, più un evento in Cascina Torchiera), dal 9 al 18 giugno, conferenze aperte a tutti, organizzate con docenti, esperti, attivisti sui temi cari all’etica e alla cultura hacker: storia dell’hacking e della net art, open source, paura, sicurezza e controllo, open design e animazione, peer to peer economy. ecohacking, performance artistiche.

Hackmeeting: l’Sos Fornace di Rho, via San Martino 20 (sosfornace.org) dal 19 al 21 giugno: tre giorni di workshop, lan space, sharing di idee, file e hardware, seminari, incontri, laboratori, su software libero, codice, libertà della rete, peer to peer.

|||Info, Testi, storie, articoli, foto, loghi:
http://hackmeeting.org

|||Contatto stampa:
Teresa Bernini- –giornalisti@anche.no—320 8178535

|||Video:
http://www.youtube.com/watch?v=RRqok9RTI64

|||Incontro Open design_invito:
http://it.hackmeeting.org/propaganda_img/warmup-designopensource.jpg

|||Intervista 07/06/2009 – Radio Due:
http://it.hackmeeting.org/audio/A0043202.mp3

PROGRAMMA:

Hack tales
9 giugno – ore 14.00-17.00 | Accademia di belle arti di Brera – Aula Napoleonica (aula magna)
Via Brera, 28 Milano

Storia dell’hacking e del networking (con collegamenti all’hacktivism e artivism) come pratica artistica e hacker

Interventi: Antonio Caronia, Tatiana Bazzichelli, Putro.

Open source
11 giugno- ore 17.00 | Politecnico di Milano
Piazza Leonardo Milano

Open source, free software: una introduzione (it is not like free beer but like free speech

Dal cyberpunk al postcyberpunk
11 giugno ore 21.30 | Libreria ShaKe
Viale Bligny 42

Dal cyberpunk al postcyberpunk italiano
Incontro con due autori ai margini (opposti?) del cyberpunk
A cura di Delos / Fantascienza.it & Gomma.

Interventi: Elisabetta Vernier (Clipart, uscito in Odissea in aprile) e Dario Tonani (Infect@, Algoritmo bianco, in Urania). Proiezione di video storici sul CP. L’incontro verrà virtualizzato in contemporanea su Second Life sull’isola di Decoder a cura di Juliet Calvin.

Paura anche no
12 giugno – ore 16.00-19.30 | Facoltà di sociologia Polo universitario Bicocca – edificio U7
Via Bicocca degli Arcimboldi 8 – Milano

Il babau, il gioco della paura e i meccanismi di sicurezza Interventi: Massimiliano Guareschi-agenzia X, Marcello Maneri, docente di sociologia, che parlerà di percezione della sicurezza, politiche della paura, Marco Capovilla, che mostrerà le carte in gioco: linguaggio dei media fotografico e non solo, presentazione della campagna paura anche.no.Al termine aperitivo da paura.

Open design
15-16-17 giugno – dalle ore 10.00 | Politecnico di Milano – Facoltà di design
Polo universitario Bovisa- – Via Durando 38/A-Milano

15-16 giugno| Open Hardware: workshop, riflessioni, testi, esperimenti tra l’orizzonte dell’opensource e la pratica del design con Massimo Banzi e la piattaforma Arduino (http://www.arduino.cc/it/).

17 giugno| Open modelling: 3d & Blender, modellazione, rendering, animazione con la community di kino3D, Gianluca Faletti, Mario Ambrogetti, Davide Vercelli e Francesco Paglia di SparkDE.

Ecohacking
17 giugno – dalle 17 fino a tarda notte | Cascina Torchiera senz’acqua Piazzale Cimitero Maggiore 18 – Milano

Pratiche wired di ecologia

Come costruire un pannello solare, riciclo e riuso, ciclofficine riunite, la pratica degli orti urbani con le diverse realtà milanesi, la paura della notte e la natura in città.

Dopo la crisi, Open Economy?
18 giugno – ore 14.00-19.00 | Facoltà di Scienze Politiche
via Conservatorio 7 Milano

Open non vuol più dire solo Open Source Software (anche se rimane una dimensione importante), ma anche Open Hardware, Open Agriculture, Open Ecology, Open design e perche no, Open Money.

Un incontro presentato da Adam Ardvisson, docente di sociologia della globalizzazione. Con la partecipazione di: Magnus Erikson, Pirat Bureau, Davide Biolghini dei DES-distretti di economia solidale, Stefano Zacchiroli del sistema operativo Debian (http://www.debian.org/), Nicolai Peitersen, The Ethical Economy Ltd., London “Open Business and Sustainability: Can it Work?” (in inglese). Al termne, aperitivo open bio

HACKMEETING | 19-20-21 giugno 2009
Sos Fornace di Rho, via San Martino 20 – Rho (Milano)

Tre giorni senza sosta di lan space, file sharing, dibattiti e workshop, non facilmente riassumibili, perché in costante evoluzione.

Quest’anno, oltre ai tradizionali incontri su linux, e altri programmi base, verranno dedicati workshop all”nterazione uomo macchina, sesso, genere e web, sorveglianza e autodifesa, informazione, paura, sicurezza, controllo, trasformazione e nuove frontiere del lavoro IT, Open business ed economie etiche, strumenti di archiviazione, streaming, interpretazioni e modifiche dei kernel. Stream audio degli interventi della tre giorni in Decoder Island su Second Life. Uno spazio verrà interamente dedicato a Open movies: video scelti tra i titoli che riguardano i temi più vicini alla cultura hacker, alcuni seminari saranno rivolti ai teen ager , e ci sarà ovviamente anche un angolo per i piccolissimi, per permettere a mamme e papà di non doversi sentire solo giovani. I seminari si alterneranno con teatrini elettrici, hack challenge, giochi, proiezioni di immagini e tutto quello che contribuisce alla net art.