SELVA DEL BARONE - SAN MARTINO VILLA CLAUDINA (AV)
3-5 AUGUST 2006

Il festival di new arts INTERFERENZE è un evento internazionale ed interdisciplinare organizzato dall’Ass. Culturale Caudina INTERZONA che si occupa delle connessioni e delle interazioni tra arti visuali, suoni, tecnologie e società.

Giunto nel 2006 alla sua IV edizione, INTERFERENZE si immerge completamente nella zona montuosa del Partenio / Valle Caudina che ospiterà le performance live, le installazioni, le proiezioni, i seminari come il campeggio libero, gli artisti ed il pubblico, nella piena fusione dell’avanguardia artistica internazionale con gli splendidi scenari montani dell’entroterra campano.

INTERFERENZE conferma, con questa sua IV edizione, la propria anima duplice in bilico tra provocazione digitale e richiamo alla tradizione: arti digitali ed arte della terra, avanguardie sonore e valori del territorio. INTERFERENZE abbatte i confini tra mondo tecnologico, urbanizzato, inorganico e mondo arcaico, rurale, organico, creando un connubio che rappresenta di per sé stimolo aggiuntivo per l’artista, fonte di fascino ed interesse per lo spettatore.

INTERFERENZE incarna una nuova via alla fruizione della natura e dell’arte: la possibilità di esplorare due territori, quello fisico dei boschi e dei territori montani e quello virtuale delle arti digitali, in una sola esperienza totalizzante; le tecnologie digitali come alternativa concreta allo sviluppo e ad impatto ambientale nullo in un territorio incontaminato.

INTERFERENZE vuole aprire in Campania una piccola ma importante finestra nel magmatico panorama della ricerca artistica internazionale in relazione ai più avanzati linguaggi tecnologici ed ai cosiddetti “new media”, con l’obiettivo di rappresentare un’importante occasione di contatto e interscambio fra le più varie scene e istituzioni culturali di diverse nazioni. In questo senso, la manifestazione nasce nel segno della cooperazione transnazionale fra gli organizzatori, gli artisti e le istituzioni culturali dei paesi, ormai non più solo europei, coinvolti nel progetto. Per il 2006 questa rete istituzionale verrà rafforzata e potenziata con l’obiettivo di continuare una collaborazione efficace che arricchisca l’evento di contenuti culturali.

Un’attenzione particolare sarà riservata alle arti ed alle culture digitali del Canada, del Giappone, della Scandinavia, di Austria e Germania, alle quali saranno dedicate apposite sezioni.

INTERFERENZE conferma per il 2006 le tradizionali 3 macroaree tematiche:

SUONI – Evento unico nel suo genere nel mezzogiorno italiano, INTERFERENZE 2006 propone artisti provenienti dalla ‘laptop culture’, che prediligono l’esplorazione del beat, del suono, della voce e dell’improvvisazione in una cornice minimalista e attraverso una varietà di registri espressivi: dall’avanguardia alle espressioni più raffinate e sofisticate del dancefloor contemporaneo, con una particolare attenzione alle ambientazioni dinamiche che includono suoni ed immagini. I live set di quest’anno prevedono fra gli altri Biosphere , Deadbeat , AGF , Warmdesk , Repeat Orchestra , Andy Vaz .

NEW MEDIA: VIDEO, SOFTWARE ART, NEW TECHNOLOGIES – Interventi “screen-based”, performance ed installazioni che vanno dalla videoarte alla software art, dall’hacktivism alle nuove tecnologie. Si tratta dell’area ‘interattiva’ dell’evento, nella quale gli spettatori possono confrontarsi direttamente con le opere, secondo la particolare prospettiva di coinvolgimento estetico e partecipazione offerta dalle arti multimediali.

SEMINARI, CONFERENZE, WORKSHOP – Gli incontri di INTERFERENZE sono pensati per favorire l’interazione con il mondo scientifico ed universitario. I temi spaziano dall’estetica tecnologica all’applicazione delle nuove forme della comunicazione al mondo dell’arte. La II edizione di PROVINCE DIGITALI è l’evento di punta di quest’area.

La novità dell’edizione 2006 è l’aggiunta di una quarta macroarea:

NATURALIS ELECTRONICA – In quest’area tematica, che prende nome dal focus del festival, confluiscono le opere e le performance attinenti a questo tema ed in particolare incentrate sul rapporto delle arti elettroniche con i valori della montagna, della ruralità, della natura: performance di danza, digital poetry, spettacoli gastro-acustici, opere ed installazioni che uniscono arti, tecnologie e cibo.

Importante è poi il progetto PROVINCE DIGITALI che giunge quest’anno alla II edizione. Con esso INTERFERENZE promuove la conoscenza delle tecnologie destinate alla società dell’informazione: il computer, la rete, ma soprattutto le infrastrutture e, fra queste, in particolare la Banda Larga. Da questo punto di vista le province meridionali corrono il rischio di vivere un nuovo gravissimo gap rispetto alle regioni del Nord Italia . . PROVINCE DIGITALI diventa dunque un osservatorio attento e propositivo, che stimola attività e conoscenza per lo sviluppo della Società dell’Informazione nelle aree interne del Sud Italia, puntando in particolare sull’educazione alla cultura digitale.

PROGRAMMA

3 agosto

16 – Area Workshop:
Province Digitali
talk:
“Innovazione per lo sviluppo turistico”
Roberto Formato

17:30 – Area Workshop:
workshop:
“Nervous Networks/Simplest Electronic Organisms”
Ralf Schreiber [Germany]

19 – Area Workshop:
Laboratorio del Gusto Slow Food
su funghi e tartufi:
“Tuber Aestivum Boletusque”

20 – Area Click’n’Food:
“Verdichtung von: Valle Caudina” / “Condensation of: Valle Caudina”
a gastroacoustic performance by Ulrich & Kassian Troyer and Philip
Furtenbach [Austria]

21 – Cage Stage:
“Info Naturae 1.0”
an audio/video performance by
Emanuele Errante + Mattia Casalegno [Italy]
Tape [Sweden]
audio/video

23 – Moog Stage:
Emi Maeda + Lia [Japan/Austria]
audio (harp + electronics)/visuals

“Moirè”
an audio/video performance by
O.blaat [Japan]
Biosphere [Norway]
audio/video


4 agosto

16 – Area Workshop:
Province Digitali
seminario:
“Tecnologie dell’informazione per i paesi in via di sviluppo”
a cura di Ingegneria Senza Frontiere – Sezione Napoli

17:30 – Area Workshop:
workshop:
“Mobile Devices for Art and Experimentation”
IMPROVe (Zeenath Hasan, Richard Widerberg) [Finland]

19:15 – Area Workshop:
Laboratorio del Gusto Slow Food
sui vini:
“Vitia Vinorum”

20:15 – Area Click’n’Food:
“Verdichtung von: Vallecaudina” / “Condensation of: Valle Caudina”
a gastroacocustic performance by Ulrich & Kassian Troyer and Philip
Furtenbach [Austria]

21:15 – Cage Stage:
Deaf Center [Norway]
audio/video
Elio Martusciello, Salvatore Borrelli [Italy]
audio

23 – Moog Stage:
AGF [Germany]
audio
Vladislav Delay [Finland]
audio
Deadbeat [Canada]
audio

5 agosto

12 – Area Workshop:
workshop:
“An Earful of Italy. An Acoustic Ecology project for Valle Caudina”
Dinahbird [UK], Jean-Philippe Renoult [France], Kate Sieper [Australia]

16 – Area Workshop:
Province Digitali
minitalk:
“MAO – Media Arts & Office onlus preview”
Vito Campanelli, Francesco Quarto
Province Digitali
open session:
“Esperienze e sfide per il mondo Open Source nelle Province Meridionali”
relatori:
Mario Torre, CTO SO.PR.IND. srl: “Open Source e Pubblica Amministrazione”
Daniel Donato, Hackaserta 81100: “Free Software, filosofia e case
studies di successo”
Fausto Napolitano, ADDs Security: “Open Source e Sicurezza nelle
Piccole e Medie Imprese”
Vito Campanelli e Francesco Quarto, MAO – Media & Arts Office: “Open
Source, Culture e Arti Digitali”
Alessandro Ludovico, Neural: “Open Source at large, prodotti
collettivi dentro e fuori lo schermo”
ISF (Sezione di Napoli): “Webgis su piattaforma freesoftware”

17:30 – Area Workshop:

mobile art live:
“An Earful of Italy, Collective Performance”
Dinahbird [UK], Jean-Philippe Renoult [France], Kate Sieper
[Australia] + IMPROVe (Zeenath Hasan,
Richard Widerberg) [Finland]

18:30 – Area Workshop:
Laboratorio del Gusto Slow Food
su vini e formaggi:
“Tres Casei, Tria Vina”

20 – Area Click’n’Food:
“Verdichtung von: Vallecaudina” / “Condensation of: Valle Caudina”
a gastroacoustic performance by Ulrich & Kassian Troyer and Philip Furtenbach

21 – Cage Stage:
The Sine Wave Orchestra [Japan]
audio/sine wave
Zavoloka [Ukraine]
audio
“Behind the Eyes”
a dance/sound performance by
Gabriella Cerritelli + Retina.it [Italy]

23:30 – Moog Stage:
Background / A Touch of Class night
additional visuals Brutus [Italy]:
Warmdesk [USA]
audio
Repeat Orchestra [Germany]
audio
Andy Vaz [Germany]
audio/dj

3/4/5 Agosto

ore 19/02 – Area Deleuze:

Screenings:

Semiconductor [UK]:”Worlds in Flux”

“Big Bang – Restarting the Natural World”:
Tanja Puustelli [Finland] “Milking the Cow”
Alan Sondheim [USA] “Laminanimal”
Anders Weberg & Robert Willim [Sweden] “Surreal Scania”
Doron Golan [Israel/USA] “Buda”
Scott Hessels & Gabriel Dunne [USA] “Celestial Mechanics”
Jeffers Egan & Jake Mandell [USA] “Slither”
Lorenzo Oggiano [Italy] “Quasi-Objects”
Vita Berezina-Blackburn [Russia] “Benign Beings”
Onoxo [Croatia] “Clean Exp M”
Bianco-Valente [Italy] “Spread”
Brian Kim Stefans [USA] “VEX #5”
Andrea Melloni [Italy] “Microsoundscape #1”

19 – 02 – Area Workshop:

Installazioni:

“Acquatic”
Marianne Decoster-Taivalkoski [Finland]

“Living Particles”
Ralf Schreiber [Germany]

“Process 6,7,8”

Casey Reas [USA]

“Puppet Tool” – “Pâté à Son”

LeCielEstBleu [France]

www.interferenze.org