Festspielhaus Hellerau - Dresden
14 - 20 / 11 / 2013

La XVII edizione di CYNETART – International Festival for Computer Based Art rappresenta uno spazio favorevole per i progetti di media art visionaria nella città di Dresda. L’evento esplorerà sia gli ambiti della percezione elettro-sensoriale del corpo sia le nuove bio-, neuro-tecnologie e la tecnologia-fotocamera nel contesto artistico.

Dal 14 al 20 novembre 2013, la malinconia dell’autunno sarà rimpiazzata da una grande varietà di eventi, i quali affrontano la questione della percezione umana in un mondo sempre più tecnologizzato sia da un punto di vista artistico, che anche alla ricerca. Più di 70 artisti di livello internazionale sono invitati al festival-progetto di quest’anno, che si differenzia, ogni due anni, dal premio del festival. I progetti, numerose anteprime mondiali, saranno presentati al Festspielhaus Hellerau e nel centro città di Dresda. I visitatori assisteranno a performance, mostre, conferenze, concerti audiovisivi, dibattiti, workshop e a tante altre opere realizzate da reti locali e internazionali legate al Trans-Media-Akademie Hellerau e saranno, dunque, invitati a partecipare attivamente agli spazi esperienziali del CYNETART.

I rappresentanti internazionali della media art e i protagonisti di Trans-Media-Akademie Hellerau costituiranno un “laboratorio dell’umano”, come viene definito da Klaus Nicolai, fondatore del festival. E’ questo è un luogo dove è possibile sperimentare le dimensioni del post-, trans- e meta-genere umano nelle loro forme artistiche, tecnologiche e scientifiche.

cynetart1

Incorporato nelle due reti europee Metabody e E.C.A.S., il festival contribuisce ad uno scambio collaborativo e transnazionale. Metabody non è infatti solo il nuovo nome del progetto europeo con la partecipazione della Trans-Media-Akademie, ma è anche il tema principale della conferenza di quest’anno così come dei progetti prototipici quale ad esempio Flesh Waves, ad opera degli artisti canadesi Isabelle Choinière, Audrey-Anne Bouchard e Ricardo Dal Farra.

Anche giovani artisti tedeschi avranno la possibilità di presentare i loro progetti fortemente interattivi e meta-corporei : EmotiCam (di Johanna Roggan & Lorenz Ebersbach), Transitions (di Julius Stahl) e anche Eyesect (di Sebastian Piatza / The Constitute). Queste ed altre opere saranno esposte dagli artisti ed esaminate dal pubblico il 15 novembre alla Nacht des Experiments.

Il progetto E.C.A.S. – European Cities of Adavances Sound, un altro progetto europeo che coinvolge il Festival CYNETART e la Trans-Media-Akademie Hellerau – da quattro anni arricchisce il programma del festival e quest’anno andrà ad impreziosire il programma musicale. Per tre serate ci saranno le cosiddette sessioni al microscopio, che mirano il più possibile ad una fusione di tipo artistico e audiovisivo. In tale contesto, musicisti d’alto livello come Ryoichi Kurokawa, Grischa Lichtenberger, Arovane o il nuovo triumvirato di Dresda, creato da Ulf Langheinrich, Assimilation Process & Zilinsky ( che si esibiranno per la prima volta in assoluto!) riempiranno di suoni e luci la Great Hall del Festspilhaus Hellerau. Inoltre, Kuedo, Arpanet, Sensate Focus e Zilinsky invitano il pubblico a partecipare alla successiva dance session che si svolgerà sabato sera durante il Therapy Total.

cynetart3

L’esposizione CYNETART presenterà, nelle varie sezioni, opere artistiche provenienti da Hong Kong, Egitto e Germania, oltre a progetti nuovissimi realizzati dai vincitori della competizione dello scorso anno.

Una sezione speciale è infine dedicata al controverso movimento del DIY-BioHacking e alla BioArt. Oltre allo spazio della mostra, la sezione comprende due laboratori (uno al Festpielhaus Hellerau e uno al Bar Bon Voyage, Louisenstrasse 77, centro città di Dresda) dove dal 15 al 18 novembre si svolgeranno presentazioni e workshop a ingresso libero.


http://www.cynetart.de/