DIFFERENT VENUS - BRISTOL
12 DECEMBER - 14 FEBRUARY 2009

Artisti e collettivi invitati: Kayle Brandon + Heath Bunting, Rhiannon  Chaloner + Manuel Vason, glorious ninth, GOTO10, Rui Guerra,  Household, Christine + Irene Hohenbüchler, JODI, Mandy McIntosh,  Gloria Ojulari Sule, Trevor Pitt + Kate Pemberton, Janek Simon,  Stephanie Syjuco, Clare Thornton, and projects produced with workshop  participants + local residents

Craftivism è un progetto di arte contemporanea di Arnolfini/Relationalche risponde al rinnovato interesse per l’artigianato, associato alla pratica artistica impegnata socialmente. Coinvolge quattordici progetti sviluppati da artisti e collettivi, che operano seguendo le tradizioni artigianali e le pratiche attivistiche, avvalendosi delle risorse del “craftivism” (parola che combina i termini inglesi “crafting” e “activism”, ovvero “artigianato” e “attivismo”) per contestare e sconvolgere i codici dominanti del consumismo di massa.

Il progetto tenta di eliminare la distinzione tra “creazione” e “opera”, l’una associata all’artigianato, l’altra all’azione umana. Enfatizza l’interazione e la partecipazione in un ambito sociale più vasto e utilizza gli aspetti dell’auto-organizzazione e i principi dell’ “open-source”. Gli artisti coinvolti ricorrono alle tradizioni artigianali nelle pratiche più disparate, tra cui l’arte, la tecnologia e la moda. Le opere selezionate esemplificano l’ “innovazione” in senso generale, in quanto forme inventate di recente potrebbero divergere dalle regole consolidate e dalle norme percepite.

Craftivism è sviluppato in rapporto a una serie di contesti e include nove progetti di partecipazione, guidati da artisti e sviluppati con le comunità locali, i cui risultati sono presentati all’interno di una mostra interattiva in una galleria d’arte, in progetti online e collegati a software gratuiti, in workshop, in conferenze e nell’evento satellite privo di curatore UnCraftivism. Inoltre gli eventi avranno luogo localmente presso Brandon Hill Park,  Colston Hall, Full Circle St. Paul’s Youth and Family Centre, Knowle  West Media Centre e The Mall Bristol.

TIl progetto stimolerà l’interazione del pubblico e offrirà delle opportunità di partecipare, di realizzare opere e di apprendere abilità artigianali per personalizzare i prodotti. Incoraggia sempre più persone ad abbracciare la “libertà” di creare, modificare e distribuire prodotti e, facendo ciò, mostra le opportunità che permettono di cambiare la nostra vita.

Craftivism fa parte della stagione Artist/Activist, una serie di progetti di Arnolfini dell’autunno/inverno 2009/2010, che offre un forum attivo socialmente per discutere e capire le problematiche del cambiamento climatico e delle alternative alla cultura del consumismo.

Craftivism è un progetto Arnolfini/Relational curato da Zoë Shearman, direttore del Relational, Geoff Cox, curatore associato dei progetti online,  Arnolfini e Ann Coxon, assistente curatore, Tate Modern. É stato sviluppato con il sostegno del Crafts Council Spark Plug Curator  Award ed è finanziato dalla National Lottery tramite Arts Council  England, Bristol City Council – Single Project Fund, The Crafts  Council, Adam Mickiewicz Institute, Mondriaan Foundation and Polska! Year

Ulteriore sostegno e partnership da Arnolfini Café Bar,  Bradley Stoke Library, Bristol City Council Park’s Department, Bristol  Rope & Twine, Cameron Lee Carpets, CLIC Sargent Cancer Care for  Children, Colston Hall, The Cookery School at Bordeaux Quay,  Craftspace, CSF Wrestling, Full Circle St. Paul’s Youth and Family  Project, Galerie Martin Janda Vienna, Galsworthy Graphics, Knowle West  Media Centre, Labour Behind the Labour, The Mall Bristol,  Naturepaint.com, POD Projects, West Country Knotters and Wicklea Youth  & Community Centre, Brislington.

http://www.craftivism.net/