BEURSSCHOUWBURG - BRUXXELS
16 - 18 NOVEMBER 2006

Cimatics è una piattaforma internazionale per la Live Audiovisual Art & VJ’ing. Il Cimatics AV Platform ambisce a promuovere le produzioni più innovative nell’ambito delle performances audiovisive, nel vjing e nelle installazioni interattive, così come nei più recenti sviluppi artistici allo scopo di presentarli a un pubblico ampio.

La piattaforma presenta quindi produzioni che esplorano il concetto di performance e l’interazione tra media differenti. Incoraggia il crossover tra istituzioni, accademie e contesti sub culturali, così come il lavoro interdisciplinare tra differenti forme d’arte, tecniche media e concetti

Cimatics 06AV Festival fornisce una panoramica ampia di cosa sta accadendo al punto di intersezione tra suono, immagine, media, design, cinema e arti performative. Ignorando i confini tra diverse discipline, il festival combina suono e visual, mixando l’arte con la cultura pop in una vera e propria celebrazione di cultura audiovisiva

L’approccio del festival è cambiata molto: invece di spingere tutto in un unico festival ben confezionato, gli organizzatori hanno deciso di focalizzarsi su aspetti specifici in periodi e luoghi separati

Tutto ciò che emergente, sperimentale, avanguardia, può essere trovato presso il MediaRuimte. Per gli elementi educazionali, Cimatics ha collaborato con Exceeda (UK) e PioneerProDJ al Pianofabriek, allo scopo di lavorare in una vera e propria master class dove i Dj possano espandere la loro conoscenza includendo il discorso dei visual in un live set. Le performance audiovisive, senza ogni dubbio, sono poi l’elemento centrale del festival, tutte concentrate presso il Beursschouwburg per tre giorni consecutivi.

Sebbene, la notte di apertura sia caratterizzata da una line up tutta dal Belgio, con Arden, un’impressionante combinazione di musicisti e designer Belgi che si esibiranno per la prima volta dal vivo, con Walter Verdin, in gruppo con Roland e Lars Van Bambost e infine Urundi Airlines con una prima mondiale di Title Safe3. L’unico artista non belga è quindi la presentazione del libro dei D-fuse ‘A/V: VJ’ing + Audio-Visual Art’, che fornisce una panoramica sul mondo del vjing e della scenza audiovisiva.

Il venerdì, presso il Beursschouwburg, sarà il momento centrale della rassegna, con una combinazione incredibile di artisti di livello internazionele, come Murcof e i pionieri dell’audiovisivo nonchè membri della Leaf Label The Light Surgeons, ma ancora il giapponese Ryoichi Kurokawa, e i due gemelli belgi Boris and Brecht Debackere con la loro performance ‘Rotor’. Infine, la performance di improvvisazione in 16mm R.O.T. di Floris Van Hoof

Il sabato, saranno ospiti gli olandesi The Kilimanjaro Dark Jazz Ensemble, il duo tedesco Incite/ e il progetto italo/inglese/olandese Scanner and TeZ. Presso il Video Club (BeursKafée), il duo francese Gangpol und Mit ridefinisce il termine ‘Moving Wallpaper’ con un eccitante cut’n’paste di audio e video

Infine, durante i 3 giorni, verranno presentate alcune installazioni di artisti acclamati a livelo internazionale come Carsten Nicolai e i Telcosystems, nonchè le presentazioni dei DVD ‘Title Safe 1, 2 & 3 ‘ e quello che accompagna la pubblicazione del libro dei D-Fuse

www.cimatics.com/festival2006/