Akademie Schloss Solitude – Stuttgart, Germany

“Le mutazioni trascendono le dicotomie di premoderno/moderno, pro scienza/anti scienza, Nord/Sud e ci invitano a concentrarci sugli aggrovigliamenti e le interdipendenze.”
–Emma Kowal, Joanna Radin, and Jenny Reardon

Il Gruppo dal focus tematico “Mutazioni” consiste in una cooperazione tra Akademie Schloss Solitude, una residenza artistica internazionale e transdisciplinare con sede a Stoccarda e il KfW Stiftung, una fondazione no-profit indipendente che si focalizza sul dialogo interculturale e sulla produzione artistica a livello globale. Questo evento segna la prima volta nella storia in cui l’Akademie Schloss Solitude ha ampliato il suo profilo con un programma centrato sul contenuto. A partire da ottobre 2020, artisti internazionali e pensatori creativi si confrontano, a livello locale e digitale, con il tema “Mutazioni” attraverso laboratori di gruppo immersivi.

Definire ciò che è mutevole è, essenzialmente, distinguere una condizione in contrasto con un ordine stabilito. Nell’ambito delle scienze naturali, ciò si traduce con le alterazioni della sequenza cromosomica, le trasformazioni molecolari all’interno di cellule, tessuti, organismi monitorati in contesti empirici interpretati dalla scienza moderna. Tuttavia, incorporate nell’idea di mutazione, vi sono delle zone d’ombra che sottendono la designazione dell’ordine stesso. Ciò è vero non soltanto in termini concettuali, in metodologie disciplinari o priorità istituzionali, bensì anche attraverso configurazioni sociopolitiche che definiscono ciò che si ritiene fin da subito disparato e eccezionale.

Il Gruppo dal focus tematico “Mutazioni” presso l’Akademie Schloss Solitude è composto da sette membri che rappresentano una varietà di background artistici e interdisciplinari. Il gruppo è caratterizzato da interessi intersecanti che espandono il concetto di mutazione oltre le interpretazioni limitate di strutture e sistemi biologici. Che sia nella crisi ecologica che peggiora, nella persistenza sistematica della violenza strutturale di origine capitalista e postcoloniale, oppure nelle onde dell’attuale pandemia virale, l’urgenza di rivalutare le mutazioni serve da radiobussola. Nel corso di nove mesi, gli artisti di “Mutazioni” si impegneranno in discussioni e riflessioni sul potenziale critico delle mutazioni, al fine di ripensare e recuperare i concetti integrativi di vita e sussistenza, in cui le connotazioni individuali del termine convergono con le sue implicazioni planetarie.


Link: https://www.akademie-solitude.de/en/themencluster/thematical-focus-mutations/

www.kfw-stiftung.de