Transfer Gallery - Brooklyn
27 / 01 / 2018 - 24 / 03 / 2018

TRANSFER presenta la terza mostra personale con Lorna Mills. The Great Code è un’esposizione di gif animate e stampe che suggeriscono un’organizzazione della conoscenza collassata e compressa. L’opera principale si è sviluppata nello studio di Mills nel corso degli ultimi 15 anni.

The Great Code è l’analogia perfetta del modo eterodosso e non lineare in cui oggi consumiamo le informazioni, ma potrebbe essere anche un nuovo modello per la tradizione di pensiero occidentale: un flusso di dati frammentario, un ammasso incoerente di pensieri, argomenti e storie… un calderone di informazioni generate da pervertiti, imbroglioni, ladri, bugiardi, fascisti, comunisti, madri mediocri, colonialisti, tossicodipendenti, donne provinciali di mezza età, misogini (tanti), omofobi, razzisti, economisti supply-side, plagiari, politici dilettanti, gesuiti, pederasti, banchieri e delinquenti.

In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo che include un saggio di Seth Watter: “She Full of Books and Worrying”. Un evento di chiusura con proiezioni si svolgerà alla reception sabato 24 marzo 2018, in occasione del quinto anniversario di TRANSFER.

Nel 2013 Lorna Mills ha curato Clusterfuck Zoo, istigando gli artisti a curare una serie di eventi a chiusura delle proprie mostre personali: tutti gli otto della serie saranno proiettati contemporaneamente: Clusterfuck Zoo di Lorna Mills, Anatomize di Rollin Leonard, Net Worth di Daniel Temkin, Refraction di Giselle Zatonyl, GIFs to Have Sex By di Faith Holland, Le Petit Mort du Blingee di Lorna Mills, NarGIFsus di Carla Gannis e Rule 35 di Faith Holland. Un inventario completo del lavoro di The Great Code è disponibile in la galleria.

Lorna Mills è un’artista canadese che ha esposto attivamente le sue opere sia in mostre personali sia in quelle di gruppo sin dai primi anni ’90, in Canada e a livello internazionale. Il suo lavoro include stampe ossessive in Ilfochrome, pittura ossessiva, film e video ossessivi in super 8 e ossessive gif animate on-line confinate in installazioni off-line.

Tra le sue mostre più recenti si possono citare: Abrupt Diplomat al Marshal McLuhan Salon presso l’Ambasciata canadese a Berlino per Transmediale, At Play in the Fields of the Lord presso Transfer Gallery, Brooklyn NY, DKRM alla DAM Gallery di Berlino e Dreamlands: Immersive Art and Cinema 1905 – 2016 al Whitney Museum di New York. Nel mese di marzo 2016, la sua opera Mountain Time / Light è stata mostrata ogni sera sui 45 Jumbo monitor di Times Square a New York, all’interno del programma Midnight Moment a cura del Times Square Arts.

Mills ha anche organizzato alcuni eventi con proiezioni di gif collettive: a Toronto una serie di proiezioni mensili realizzata per la serie di performance Sheroes, e curata con Rea McNamara; a Berlino l’evento When Analog Was Periodical, curato con Anthony Antonellis, e per il Trinity Square Video di Toronto un’installazione di gif a quattro mani, ::: Zip The Bright :::, realizzata con Sara Ludy, Nicolas Sassoon e Rick Silva.  Il progetto più recente curato da Lorna Mills, Ways of Something è un remake congiunto/collaborativo del documentario del 1972 di John Berger, Ways of Seeing, episodi 1-4, realizzato in rete con oltre 115 artisti.


http://www.digitalmediatree.com/sallymckay/LornaMillsImageDump/

http://transfergallery.com/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn