Stour Space7 - London
22 / 11 / 2018 - 24 / 11 / 2018

ArtFutura è alla sua ventinovesima edizione in oltre venti località tra le quali: Alicante, Buenos Aires, Londra, Madrid, Messico, Montevideo e Shangai. Il festival sarà inaugurato il 22 novembre, con attività speciali a Londra (StourSpace), Madrid (EspacioFundaciónTelefónica) e ad Alicante (Museum of Contemporary Art).

Cosa significa essere umani nell’era della tecnologia? La tecnologia digitale si adatta alle nostre reali aspirazioni e necessità, o è il contrario? Siamo diretti verso un mondo più amichevole, empatico e umano? O andiamo nella direzione opposta?

Con la rivoluzione tecnologica, con internet e i social network, abbiamo incentivato le possibilità personali dell’essere, ma abbiamo anche sviluppato tecnologie che ci permettono di creare reti di comunicazione più estese, perfezionate, compassionevoli ed empatiche tra le persone.

Humanized Technology vuole rivoluzionare la crisi dell’attenzione digitale e riallineare meglio la tecnologia con l’interesse dell’umanità. Il Center for Humane Technology, un network di artisti e studiosi, ha rimarcato la minaccia digitale della nostra era: “La tecnologia sta dirottando la società. È partita come una corsa alla monetizzazione della nostra attenzione e ora sta corrodendo i pilastri della società: la sanità mentale, la democrazia, le relazioni sociali e i nostri figli”.

La rivoluzione tecnologica offre la possibilità di reinventarci come società ma dovremmo smarrirci meno nel processo. Collaboration for Humane Technologies afferma che “al centro della nostra azione creativa c’è la convinzione che per poter pensare (e creare) futuri sostenibili dobbiamo mettere in questione le categorie, come quella dell’essere umano”.

Forse il potere del nostro futuro sta proprio nella nostra umanità e non nella codificazione e nei dati. Dovrà avere maggiormente a che fare con intelligenza relazionale, con capacità sociali e con una mentalità futuristica, solidale e creativa. Il programma audiovisivo di ArtFutura 2018 è in mostra in tutte le località protagoniste del festival e propone le ultime tecnologie in ambito di creatività digitale: animazione 3D, video musicali, motion graphics e tutto ciò che è inerente alla nuova estetica.

Ogni anno, il 3D FuturaShow presenta le opere internazionali più rilevanti per quanto riguarda l’animazione digitale e riflette sull’evoluzione, sia tecnica che di contenuti, di questo ambito creativo. La mostra include le opere di Goodbye Kansas, Julius Horsthuis, Maxim Zhestkov, Hans-Christoph Schultheiss, Mads Broni, Simon Christoph Krenn. Nicolas Deveaux, BesjanSertolli, Peter Tomaszewicz e Laurent Witzand DusanKastelic.

FuturaGraphics mostra i corti più brillanti nell’ambito della nuova estetica: animazione digitale, corti sperimentali, grafica in movimento, videoclip e opere miste alla ricerca di nuovi linguaggi. Una selezione che culmina nell’originalità e nella versatilità con opere di Alex Popescu, LubomirArsov, Nexus Studios, WOW Inc., Substance, KlubSimon, Michael Enzbrunner, SerjanBurlak, Mike Mort e molti altri.

SchoolsFutura è una selezione dedicata ai lavori più recenti e più belli delle scuole digitali di tutto il mondo. Dal 3D agli effetti speciali e alla grafica in movimento, con nomi quali ESMA, ISART, Gobelins, Ringling College of Art and Design, The Animation Workshop, New3DGE, MOPA, Rubika e scuole di Francia, Danimarca, Canada e Stati Uniti.

Il festival presenta anche BehindtheScenes, una sezione dedicata al “dietro le quinte”. Questi mini documentari rivelano i segreti dietro la magia degli effetti speciali e dell’animazione 3D. Include pezzi di ManvsMachine, Goodbye Kansas, Wow Inc., MikrosImage


http://www.artfutura.org/v3/

http://www.stourspace.co.uk/artfutura-2018