Internet

Macchina e mente, ripensare l’affetto

Viviamo in un mondo nel quale la tecnologia sta offuscando in modo esponenziale i contorni del legame tra l’uomo e la macchina. Dal momento che la tecnologia si sta incorporando sempre di più nelle nostre vite, diventeremo a nostra volta sempre più incorporati nella tecnologia? Articolo di Claire Burke... READ MORE...

MAPS 2020: una conferenza e una mostra sulla conservazione della media art

Quest’anno il Ludwig Museum – Museum of Contemporary Art celebra il suo progetto "Media Art Preservation" con una conferenza di due giorni MAPS 2020 e una mostra inerente, continuando il lavoro iniziato nel 2015 nel discutere le problematiche della conservazione e preservazione della media art, che ha coinvolto restauratori, storici d’arte ed esperti da tutto il mondo.... READ MORE...

Raised By Google

La arebyte Gallery ha annunciato "Raised By Google", una serie di lavori dell'artista Sarah Selby, con sede a Bristol. Sarah è stata l'artista finale selezionata per hotel generation 2019, il programma annuale di sviluppo per giovani artisti della arebyte Gallery.... READ MORE...

“The Redaction Trilogy”: Kennedy Browne a Dublino

La Hugh Lane Gallery presenta "The Redaction Trilogy", la prima mostra personale in Irlanda nata dal progetto collaborativo Kennedy Browne (Gareth Kennedy e Sarah Browne). Il loro lavoro collaborativo pone alcune domande tempestive e urgenti riguardo l’interazione tra tecnologia, ideologia e politica in questo contesto.... READ MORE...

Mind the Deep: Artificial Intelligence and Artistic Creation

La mostra "Mind the Deep: Artificial Intelligence and Artistic Creation" presenta 28 opere di 22 artisti e gruppi di artisti, insieme a dimostrazioni provenienti dalle conferenze sull’IA, per indagare quanto l’intelligenza artificiale si sia introdotta in diversi livelli e fasi della creazione artistica: sviluppo dell’idea, costruzione logica, strumenti specifici ed effetti.... READ MORE...

Estetica del tagging #6: rappresentazione memetica. Intervista ad ANON

Il progetto #AltWoke nasce dagli sforzi di un collettivo eterogeneo chiamato ANON che comprende teorici, attivisti, artisti e anche sex workers. Il manifesto combina un gusto per questioni filosofiche complesse con una forte enfasi sul potere della cultura pop, specialmente di stampo afroamericano. L'intervista di Nicola Bozzi... READ MORE...

Continuando a usare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici presenti. Leggi la nostra privacy policy cookies policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close