Deadline: 14th January 2021

L’iniziativa

Questo progetto mette insieme una serie di eventi culturali europei e mondiali in onore del 35esimo anniversario dell’incidente di Chernobyl e in occasione della presentazione dei nuovi e moderni progetti culturali della città.

Siamo alla ricerca di potenziali partner al fine di creare una collaborazione tra organizzazioni culturali e artistiche che operano nei campi delle New Media Arts, delle Arti audiovisive, dell’Arte e Tecnologia e della Realtà Virtuale, includendo anche le associazioni multidisciplinari (per esempio Arte e Scienza).

Tra queste possono rientrare organizzazioni non-profit, università, musei, gallerie d’arte, festival, network di ricerca, piattaforme, collettivi ecc.

Il progetto prevede:

– la mostra virtuale ARTEFACT CHORNOBYL 34;

– la mostra ARTEFACT CHERNOBYL 34, che si è svolta nel 2019;

– l’applicazione mobile chernobyl.app, dotata di realtà aumentata e documenti storici;

– manufatti autentici provenienti dalla mostra del Museo Nazionale di Chornobyl;

– incontri online per capire come un trauma possa essere elaborato attraverso l’arte, per approfondire l’arte digitale all’interno dei progetti sociali e per fruire di lezioni in differita da Chernobyl durante la pandemia da COVID-19.

ARTEFACT: Chornobyl 34

– La prima mostra virtuale di Chernobyl al mondo, pensata per la visione con dispositivi VR o caschi e fruibile da qualsiasi browser online, è stata presentata nell’autunno del 2020 all’undicesimo festival delle arti digitali spagnolo (MADATAC) con il supporto della Ukrainian Cultural Foundation.

A causa della pandemia da COVID-19 e la chiusura delle frontiere, più di 100 artisti ucraini hanno partecipato alla mostra solo virtualmente, sviluppando una nuova Chornobyl digitale al cui interno sono state presentate più di 50 mostre. Si tratta della riproduzione di luoghi ben conosciuti della città, che ora possono essere visitati con un dispositivo VR o un casco.

Le mostre accolgono le opere di famosi artisti ucraini, tra cui la serie Chornobyl di Maria Primachenko, che, tra l’altro, ha vissuto sul confine della zona di esclusione; una serie di quadri profetici di Ivan Marchuk; alcune fotografie in 3D di Arsen Savadov, e i lavori di tanti altri artisti che si affacciano per la prima volta nell’arte ucraina digitale e non. Ogni mostra ha uno spazio virtuale dedicato all’interno del quale si può accedere da qualsiasi parte del mondo tramite un semplice browser o uno smartphone. Le esposizioni più interessanti sono inoltre acquistabili separatamente (in alta qualità e fotorealistiche) sulla piattaforma Unreal Engine Technology, e possono essere presentate anche offline sotto forma di mostre o aree destinate alla fruizione con casco VR.

Termini e condizioni dell’accordo presentati ai partner in questa proposta

Da parte nostra:

-Provvederemo a tradurre tutti i contenuti della mostra nella lingua locale del partner.

-Svilupperemo il progetto della mostra, il numero di esposizioni, il percorso del visitatore (in base al quale la mostra è aperta al visitatore, dove sono previsti i veri reperti, dove sono i materiali storici dall’applicazione, dove è possibile utilizzare caschi o dispositivi VR, ecc.).

-Invieremo una scatola con i documenti stampati su Chornobyl, le foto, i materiali delle esposizioni per la mostra, ecc. Questi materiali saranno sufficienti per essere posizionati nell’ubicazione proposta e allestirla a tema Chornobyl.

– Possiamo fornire al partner tutti i contenuti per realizzare una vera e propria mostra se il partner possiede i propri occhiali VR, monitor e proiettori.

– Selezioneremo i docenti e terremo conferenze.

– Effettueremo pubblicazioni internazionali nei media.

Dal lato del partner:

– Trovare una location per l’evento per 2-3 settimane (interessati a partner che abbiano già una location o che possano ottenerla gratuitamente).

– Gestire la mostra.

– Impegno nella promozione nell’ambiente culturale locale.

– Promuovere le visite alla mostra offline e online.

In caso di restrizioni imposte dalla quarantena o di lockdown, l’evento potrà avvenire solo virtualmente. I partner riceveranno 4 000 € per promuovere una mostra virtuale. Il partner può inoltre attrarre finanziamenti propri o di altro tipo e può ampliare la mostra rendendola mista, virtuale e reale. Siamo interessati e alla ricerca di partner con i quali instaurare una collaborazione continua per alcuni anni e, se possibile, candidarci come partner per i progetti di Europa Creativa a partire dall’autunno 2021.

Sarebbe opportuno che il partner, nel quadro di progetti di cooperazione nazionale e internazionale, fosse una persona giuridica su tutte le forme di proprietà, registrata per almeno due anni dalla data del concorso e con esperienza pertinente nel campo della cultura e dell’arte.

Dal partner avremo bisogno di:

– Portfolio dell’organizzazione.

– Proposte di location adatte alla mostra con filmati.

– Media invitati coinvolti che possano dare informazioni sulla mostra.

– Un resume del capo dell’organizzazione.

– Un accordo di memorandum d’intesa con la nostra organizzazione.

Il progetto si svolgerà da giugno a ottobre 2021 (cinque mesi) e prevede la partecipazione di 5-6 Paesi partner. Il termine proposto per ricevere una risposta affermativa dai partner deve essere prima del 14 gennaio.


Link: https://madatac.es/artefact-chornobil-33/