Pistori Palace, Bratislava
November 2020 – Deadline: 17 / 07 / 2020

La Condition Humain è una mostra, conferenza e workshop internazionale che si occupa dell’automatizzazione e del cambiamento in corso di ciò che significa oggi essere umani. Le vulnerabilità tecnologiche sono sempre più evidenti, soprattutto dopo la rivelazione di Snowden sull’occhio di vasta portata dell’NSA, il rapido sviluppo della Cina nelle tecnologie di sorveglianza o dei soldati robot russi. La guerra fredda tecnologica non avviene solo in campo fisico, ma anche nella mente umana.

Nell’ambito della vita quotidiana la nostra dipendenza dalle infrastrutture tecnologiche sta arrivando a un punto di non ritorno. Robota – Center for Advanced Studies ne è letteralmente risucchiato. Le battaglie per i nostri gusti, le nostre Weltanschaung (filosofie di vita) e le nostre appartenenze politiche sono combattute a un passo quotidiano. Mentre il dominio delle Big 5 (Micro-soft, Google, Apple, Amazon, Facebook) è ancora presente, si sta svolgendo una battaglia per uno sviluppo tecnologico più accelerato con l’IA, l’apprendimento automatico e la blockchain, con una posizione speciale della Cina, e la sua crescita.

In tutta questa corsa alla supremazia tecnologica globale insieme alle recenti teorie socio-politiche del post-antropocene e dell’accelerazionismo, la domanda è: dove si collocano l’essere umano e le sue strutture sociali? L’uomo sta diventando obsoleto? O come direbbero alcuni, un virus sulla terra? Questo anti-umanesimo latente è la causa di un aumento delle nozioni anti democratiche e totalitarie di cui siamo testimoni negli ultimi anni?

La Condition Humaine presenterà le opere di artisti internazionali che si occupano di arte, società e tecnologia. Il progetto raccoglierà anche intellettuali che riflettono criticamente la nostra condizione umana nell’epoca della supremazia tecnologica.

Robota invita artisti, designer, professionisti e intellettuali a inviare opere che saranno inserite nella mostra. Le opere d’arte dovrebbero affrontare il tema della mostra e il mezzo è di libera scelta:

accelerazionismo / anti-anti-anti-leviatan// AI critica / ricrescita / umanizzazione tecnologica

Termine ultimo per l’invio delle candidature: 7 luglio 2020.

La domanda dovrebbe comprendere:

– Dichiarazione dell’artista e descrizione dell’opera / massimo 300 parole ciascuna

– Dettagli tecnici (mezzo, tecnologia, funzione…) / massimo 200 parole

– Materiale visivo (immagini, foto, sketch…)

– CV di massimo 2 pagine, link al sito web se disponibile

Presentazione – testo e immagini in un unico PDF fino a 2 MB all’e-mail opencall@robotacenter.org con oggetto: La Condition Humaine Open Call 2020. Video e file più pesanti come link youtube/vimeo/wetransfer o simili. Gli artisti selezionati riceveranno una quota di 200 euro.


www.robotacenter.org