Francesco Bertocco

Harmony Korine: Gummo. L’uragano Della Provincia Americana

Gummo  un uragano. Un'epifania della natura, cos" comune in certe terre che nella maggior parte dei casi la sua notizia riempie le prime pagine di cronache locali, arginate dall'incessante volontˆ che questi eventi hanno nel ripetersi. Gummo  ambientato nella provincia americana, a Xenia, in Ohio, zone ai confini dell'immaginario, dove la televisione deforma per apprendere, dove gli spettatori guardano per insegnare l'ironica follia della realtˆ. In questo mondo tra lo sfacelo e l'ipocrisia, tra il conformismo pi resistente e la depravazione degli uomini gli uni contro gi altri, si muovono i personaggi di Harmony Korine. Dai canti di Carver, dagli occhi di Altman in America oggi, risalendo fino ad American Beauty' (poi) e alla letteratura di Wallace, esce riverso al suolo un film come Gummo.... READ MORE...

Kenneth Anger E Il New American Cinema

Il NAC - New American Cinema, rappresenta una delle esperienze artistiche pi significative all'interno della cinematografia indipendente degli anni 60, libera dagli imperi Hollywoodiani, da uno Star System mitopoietico e totalizzante. Un gruppo di registi, la cui madrina e ispiratrice fu Maya Deren, come Jonas Mekas, Stan Brakhage, Micheal Snow iniziarono a radunarsi ai margini della cinematografia ufficiale, deteriorando il monopolio visivo delle grandi produzioni. Attraverso una povertˆ di mezzi, che figur˜ come un manifesto stilistico, crearono una serie di film sperimentali sulla scia delle prime avanguardie, ormai assopite all'interno della storia dell'audio visivo.... READ MORE...

Voom, Di Robert Wilson: La Superficie Del Mito

C' una figura che pare fermare il tempo, muoversi con attenzione ai suoi margini, sorvolarlo, attraversarlo per poi sedersi fuori di esso. Un uomo in mutande staziona di fronte a noi, fissandoci. Sopra di lui la pioggia comincia a scendere. La luce  virata da un blu accecante, intenso, sembra un colore chimico preso in prestito dall'immaginario Klein o dai neon fluorescenti di qualche squallido locale.... READ MORE...

La Pittura Visiva Di Derek Jarman

L'incredibile influenza del cinema di Derek Jarman viene considerata un bagaglio imprescindibile per ogni ricerca in merito ai nuovi linguaggi visivi a partire dalla fine degli anni 70, in poi. La sua capacitˆ di sopravvivere, di rimanere in piedi, all'interno di quella vogue di cineasti indipendenti, fuori dai canali principali di produzione del cinema, lo ha reso una sorta di divinitˆ vivente (Holy Derek), un superstite di una generazione che ha rivolto ogni energia e attenzione sulla ricerca visiva, e sulle sue modalitˆ di rappresentazione... READ MORE...

Douglas Gordon: Il Tempo Della Narrazione

Nell'opera del videoartista scozzese Douglas Gordon, uno dei pi importanti 'visual artists' della sua generazione, premiato a soli trent'anni con il prestigioso Turner Prize (1996), il tempo della narrazione filmica viene stravolto da un nuovo dispositivo, che se ne appropria modificandone l'estensione, il messaggio, e la percezione dell'azione che racchiude.... READ MORE...

Tempo E Identita’ Nell’opera Di Tacita Dean

Vorrei iniziare questo testo con un'ipotesi, affiancando due elementi che ci aiuteranno a scandagliare il lavoro del video artista inglese Tacita Dean, nato a Canterbury nel 1965, da sempre cos" in bilico tra rappresentazione e documentazione, tra contemplazione e atto di vedere.... READ MORE...

Philippe Parreno: No Ghost Just A Shell

Inizierei questo testo di presentazione del lavoro di un grande video artista e cineasta sperimentale francese, Philippe Parreno, con due termini specifici: acquisizione e definizione. Essi rivivono infatti un nuovo splendore semantico all'interno del lessico delle nuove tecnologie, legati principalmente al mondo delle immagini, o meglio alla proprietˆ delle immagini in funzione al loro rapporto come oggetti, anche se virtuali.... READ MORE...

Matthew Barney: Mitologie Contemporanee

Alla Fondazione Mario Merz di Torino, si  appena conclusa la retrospettiva di uno degli artisti contemporanei pi visionari e discussi: Matthew Barney. In un allestimento site specific, composto da 5 monitor disposti in maniera circolare e altri seguendo il perimetro della fondazione, l'opera di Barney  stata mostrata in tutta la sua spettacolaritˆ ed interezza, insieme a sculture e disegni che ne guidano alla comprensione... READ MORE...